Germania (1919-1945)
DISTINTIVO DEL PRIMO CAMPO ESTIVO "HOCHLAND 1936" DELLA HITLER JUGEND
Prezzo: non disponibile - cod. nr. 13104
Campo estivo della Hitler Jugend
Prove di coraggio al campo
Ragazze della "Bund Deutsche Madel" intorno al fuoco

Bellissimo distintivo originale del primo campo estivo per la Hitler Jugend ( Gioventù Hitleriana ) organizzato nell'estate del 1936 in Baviera dal Gaulaiter del Nsdap, Adolf Wagner. Il campo si trovava a circa 45 Km a sud di Monaco sull'arco alpino, vicino alla località di Koenigsdorf, circondato da dolci colline e fitte foreste e sulle sponde del fiume Isar. Guidati dal principio "Fede e Disciplina", migliaia di giovani della Hitler Jugend e di ragazze della BDM, venivano addestrati secondo la dottrina nazionalsocialista.
Il distintivo a forma di scudo, realizzato in ottone pesante, presenta alla sommità un profilo di montagne in rilievo, con sotto la scritta "HOCHLAND LAGER" smaltata di verde. Nella parte inferiore vi è il simbolo della Hitler Jugend, pure smaltato, inserito in una stella alpina argentata. Ai lati la data "1936" divisa in due parti, smaltata di nero. Sul retro un robusto attacco a spilla montato su una piastrina rettangolare a bordi arrotondati sulla quale e' impresso il marchio del fabbricante "A.Berger" di Garmisch. Misura 38 mm x 44,5 mm.

Questo campo venne utilizzato nell'immediato dopoguerra dal comando americano per trasferirvi circa 300 ebrei liberati e senza paese di origine. Altre centinaia se ne aggiunsero nella primavera del 1946 per essere istruiti nei lavori agricoli e nelle tecniche di allevamento, requisiti in quel momento richiesti a chi voleva emigrare in Palestina.
Il governatorato inglese della Palestina non concesse pero' il permesso di immigrazione a causa del conflitto in atto tra ebrei e arabi. A quel punto intervenne la Haganah ebraica, un'organizzazione militare sionista attiva fin dall'inizio della immigrazione ebraica in Palestina quando i coloni avevano iniziato a proteggere i propri insediamenti con guardie armate
( ha-Shomer ). Durante la prima guerra mondiale, per iniziativa di Ben Gurion e di altri esponenti del sionismo, vennero reclutati contingenti di ebrei che parteciparono alle operazioni a fianco degli alleati a Gallipoli e nella stessa Palestina. Da queste esperienze nacque nel dopoguerra la Haganah, una formazione militare semiclandestina che si limitò inizialmente al compito di assicurare la protezione dei sempre più numerosi insediamenti ebraici in Palestina. Concepita come milizia operaia, volontaria e ugualitaria, strettamente legata alla federazione sindacale della Histadrut, in seguito, divenuta braccio armato dell' Agenzia ebraica, collaborò con le autorità britanniche nella repressione della rivolta araba (1936-1939). Nel frattempo organizzava anche il trasporto e lo smistamento degli immigranti clandestini eccedenti le quote fissate dal governo di Londra.
Allo scoppio della seconda guerra mondiale la Haganah si schierò a fianco della Gran Bretagna (arrivando a catturare e consegnare alle autorità britanniche centinaia di terroristi dell'organizzazione sionista rivale Irgun) e partecipò alle operazioni militari con proprie formazioni scelte (brigate d'assalto Palmakh, reclutate nei kibbutz e pertanto considerate con una certa approssimazione alla stregua di una milizia proletaria). Finita la guerra, la Haganah riprese l'immigrazione illegale e, grazie a forniture clandestine di armi provenienti dagli Stati uniti e da altri paesi, si preparò allo scontro finale con le forze britanniche e arabe. Le operazioni contro queste ultime si intensificarono dopo la risoluzione dell'Onu a favore della spartizione della Palestina (29 novembre 1947), quando la Haganah concentrò gli sforzi verso l'occupazione del territorio assegnato al futuro stato ebraico, all'interno del quale riuscì a stroncare la resistenza locale. Alla vigilia della proclamazione dello Stato di Israele (14 maggio 1948) la Haganah venne trasformata (per volontà di Ben Gurion e contro l'opposizione dei socialisti del Mapam) in esercito regolare e affrontò con successo gli eserciti arabi nella prima delle guerre arabo-israeliane (1948).
La situazione dell'Hochland Camp, camuffata da scuola di agricoltura, fu ritenuta perfetta da Nahum Shadmi, comandante europeo della Haganah, per trasformarla in un campo di addestramento militare per i futuri coloni combattenti sotto il naso dei comandi alleati ( che comunque chiudevano un occhio su queste attività illegali ). I giovani del campo venne ro addestrati da ufficiali della famosa Brigata Ebraica che aveva combattuto contro i tedeschi, inserita nei quadri dell'esercito inglese. Nella primavera del 1948 si tenne l'ultimo corso presso l'Hochland Camp. Il 14 maggio Ben Gurion proclamo' la nascita dello Stato di Israele e il giorno dopo le armate di Egitto, Giordania, Siria, Libano e Iraq sferrarono il loro attacco senza successo. Circa 22.000 ebrei sopravvissuti allo sterminio, parteciparono alla difesa del loro nuovo stato e tra questi alcune centinaia erano arrivati direttamente dal campo di Hochland.