Germania (1919-1945)
RARISSIMO ATTESTATO BULGARO PER PILOTA LUFTWAFFE 1941
Prezzo: venduto - cod. nr. 13100
La copertina dell'attestato
Il distintivo nella versione classe "0r0"
Il distintivo nella versione "argento" relativo a questo attestato

Rarissimo attestato numerato rilasciato nel luglio 1941 dalla "Koeniglich Bulgarische Luftwaffe" ( Aviazione Reale Bulgara ) al Feldwebel Willi Antonowitz in forza alla "Kriegsberichter Kompanie" ( Compagnia Stampa e Propaganda ) del "Fliegerkorps VIII" al cui comando si trovava il General Dr. ing. Freiherr von Richthofen. Questa compagnia, chiamata anche "Hoehere Berichter" ( Alti Corrispondenti ), era costituita in prevalenza da giornalisti, autori e fotografi incaricati di effettuare servizi esclusivi per il Ministero della Propaganda del Dr. Goebbels.
L'attestato, relativo all'assegnazione del Fliegerabzeichen "Adler" ( Brevetto da Pilota "Aquila" ) è redatto in bulgaro e in tedesco. Il testo in tedesco è firmato dal generale Boydeff che era il Comandante in Capo dell'Aviazione Reale Bulgara. Questo distintivo, che è rappresentato in rilievo nella copertina del documento, era tecnicamente conosciuto come "Brevetto di Pilota per Voli Turistici". Questa denominazione nasceva dal fatto che, dopo il trattato di Versailles, alla Bulgaria come alla Germania era stata proibita la ricostituzione di un aviazione militare e quindi l'aviazione turistica bulgara nascondeva la rinascente aviazione militare.
Il distintivo, previsto in due classi ( oro e argento ), è stato spesso assegnato anche a piloti della Luftwaffe che avevano servito per diversi motivi sul territorio bulgaro.

Il Feldwebel Willi Antonowitz aveva già ricevuto la Croce di Ferro di 2.Classe il 20 aprile 1941, con l'attestato firmato dal General von Richtofen, quando l'VIII Fliegerkorps si trovava impegnato in Grecia e proprio in quei giorni i suoi piloti da caccia abbattevano un numero elevato di aerei inglesi mentre i bombardieri colpivano pesantemente le truppe greche nell'Epiro e bombardavano Atene.
Antonowitz ha partecipato subito dopo all'operazione Mercurio ( Unternehmen Merkur ) con la quale, dal 16 maggio al 1 giugno 1941, i velivoli dell'VIII.Fliegerkorps hanno trasportato i paracadutisti della 7.Fallschirmjager Division del Generaloberst Kurt Student su Creta e attaccato le postazioni difensive inglesi fino alla resa.
Per questa partecipazione ha ricevuto l'Armelband "Kreta" ( la fascia da braccio "Creta" ) il 23 giugno 1943, con il grado di Leutnant ( Tenente ) e con l'attestato firmato ancora da von Richtofen che nel frattempo era diventato "Generalfeldmarschall" e "Chef der Luftflotte 4 und Befehlshaber Sudost" ( Comandante della Luftflotte 4 e delle forze aeree tedesche nel settore di Sudest ).
La promozione gli era stata sicuramente concessa per meriti di guerra durante la campagna di Russia dove l' VIII Fliegerkorps era stato trasferito nel giugno del 1941, dopo una breve sosta in Francia nella zona di Dieppe, e dove aveva appoggiato le forze tedesche di terra nelle aree di Leningrado, Smolensk, Demjansk e soprattutto Stalingrado dove aveva costituito il ponte aereo che aveva portato viveri e rifornimenti ai difensori accerchiati della 6.Armee di von Paulus fino alla sua resa. Dopo Stalingrado l'VIII Fliegerkorps era stato trasferito nell'area di Kursk durante il 1943 e poi in Ucraina, sempre alle dipendenze della Luftflotte 4, e a Gorno con la Luftflotte 4 nel 1944.
Appunto il 13 giugno 1944 il Leutnant Willi Antonowitz riceveva anche il "Fliegerschuetzen ohne Blitzbundel" cioè il "distintivo per mitraglieri e meccanici di volo", istituito il 22 giugno 1942 e destinato appunto ai mitraglieri, meccanici e mereologi di volo che avevano superato un corso di istruzione di due mesi e avevano partecipato ad almeno cinque missioni operative. Il relativo attestato era stato firmato dal Generaloberst Bruno Loerzer, capo del personale della Luftwaffe dal febbraio 1943 al dicembre 1944.

Nel 1943 Antonowitz aveva pubblicato un libro, presso l'editore Mittler di Berlino, dal titolo: "Dieppe: die Bewährung des Küstenwestwalles : ein Gemeinschaftswerk der Kriegsberichter" ( Dieppe: la linea difensiva sulla costa occidentale. Un'indagine dell'Ufficio Propaganda ).


 
Le due pagine centrali del documento