Italia (1943-1945)
"IL BUONUOMO MUSSOLINI" RARISSIMO VOLUME SCRITTO DA INDRO MONTANELLI NEL 1946
Prezzo: venduto - cod. nr. 15773
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Rarissimo e oggi praticamente introvabile "pamphlet" scritto da Indro Montanelli nel 1946 nel quale egli immagina di ricevere da un sacerdote il testamento di Mussolini e di pubblicarlo integralmente. In realtà Montanelli approfitta di questa finzione per dire a caldo tutto ciò che pensa del Duce, del fascismo e degli antifascisti, inserendo nel racconto alcune sue"verità" che altrimenti gli sarebbe stato impossibile esternare in quel particolare momento storico.
Una per tutte quando fa dire a Mussolini dopo 25 luglio 1943: "L'odio che, secondo qualcuno, si era accumulato negli ultimi tempi contro il fascismo, non scoppiò: o non era abbastanza compresso perchè la mia polizia, come del resto tutte le polizie del mondo, aveva lavorato per il successore e aveva tollerato numerosi sfiatatoi, o effettivamente era meno esplosivo di quanto la gente temesse. E perchè, d'altronde, avrebbero dovuto odiarmi? Mussolini, il terribile, non aveva fatto che delle smorfie. Gli ultimi giorni del mio soggiorno a Palazzo Venenzia mi ero fatto portare da Senise tutte le pratiche relative alle "persecuzioni" operate dal mio regime. Ero stato io stesso sbalordito dalla mitezza con cui avevo agito. Al momento della caduta c'erano, in tutta Italia, milletrecento confinati. Milletrecento padri di famiglia che il mio governo aveva dovuto sostituire come tali assegnado pensioni e borse di studio ai loro figli perchè potessero continuare a andare a scuola." 
Verità o fantasia? Certo di questa cifra nessuno ha più parlato, come di tante altre cose scritte da Mussolini-Montanelli.

Anche di questo volumetto si è persa la traccia negli anni e non se ne è più sentito parlare...fino ad oggi!

 
   

 4-3-2011