Italia (1940-1943)
RARO PIN DA GIACCA ORIGINALE D'EPOCA PER V°BATTAGLIONE MITRAGLIERI DI CORPO D'ARMATA CON SCHEDA "LORIOLI"
Prezzo: Euro 220,00 - cod. nr. 14721
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Bellissimo pin da giacca in metallo dorato e smalti, raffigurante una mitragliatrice che ha le caratteristiche di una "St.Etienne", che era la mitragliatrice standard dell'esercito francese nel 1914, ordinato nel 1942 dal V° Battaglione Mitraglieri di Corpo d'Armata che faceva parte del V Corpo d'Armata, dislocato in Croazia come forza di occupazione. Il distintivo è accompagnato dalla scheda tecnica originale proveniente daglia archivi Lorioli che riporta tutti i dati della commessa.


Il V Corpo d'Armata nel 1940 era dislocato nella zona tra il Monte Grosso di Postumia e Fiume al comando del Generale Benedetto Fiorenzuoli. E' entrato in territorio jugoslavo il 12 aprile 1941 andando a presidiare la Croazia e le isole del litorale dalmato.  La sede del comando venne fissata prima a Cirquenizza e poi a Otocac. Dal 9.10 al 9.11.1941 partecipò ad una vasta azione antipartigiana al confine croato-serbo con tutte le divisioni dipendenti.


Il Comando V° Battaglione Mitraglieri di Corpo d'Armata (Posta Militare 41) ordinò alla Ditta Lorioli 1000 esemplari di questo distintivo il 25.4.1942 come risulta dalla scheda tecnica ritrovata negli archivi del fabbricante e qui allegata. Probabilmente per il disegno fi scelto quello della mitragliatrice "St.Etienne" che meglio si prestava alla necessaria stilizzazione per un distintivo di misure piccole come in questo caso.


La mitragliatrice "St.Etienne" fu un tentativo di miglioramento di un precedente fallimentare progetto, la Puteaux 1905, basato sulla Hotchkiss 8 mm. In realtà si rivelò complicata ed inaffidabile. In teoria era capace di una cadenza di tiro di 500 colpi al minuto, ma nella realtà era di molto inferiore. Era economica da costruire ( grazie all'uso di materiali" poveri" ) ma aveva un peso eccessivo, era soggetta a fenomini di surriscaldamento e si inceppava spesso.
Per tali motivi le St.Etienne vennero ritirate dal servizio nel 1916 ed il surplus inviato in Africa ed in Italia, che era a corto di mitragliatrici.
L’arma in dotazione all’Italia pesava 23,3 Kg era appoggiata su un treppiede del peso di 26,5 kg . I mitraglieri armati con le Saint Etienne si distinguevano per le mostrine bianco-azzurre, mentre i mitraglieri armati con le Fiat avevano mostrine bianco.rosse.
Questo tipo di arma venne utilizzata anche durante la seconda guerra mondiale e fu assegnata in dotazione a reparti della DICAT o per usi territoriali.

Fronte
Retro
 
   

3-5-2019