MyMilitaria

Cartoline e Buste Militari (1249)

Military Postcards and Covers

Austria fino al 1918 (35)Germania fino al 1918 (89)Germania (1919-1945) (529)Italia fino al 1913 (24)
Italia (1914-1918) (43)Italia (1919-1939) (136)Italia (1940-1945) (152)Italia R.S.I. (84)
Croce Rossa (21)Altri Paesi (71)Francobolli (29)Cartoline non militari (25)
 
Prezzo acendente discendente
Cerca:
Data acendente discendente

CARTOLINA RITRATTO "KRONPRINZ RUPPRECHT VON BAYERN"

Cartolina in buono stato di conservazione non viaggiata con un ritratto di Kronprinz Rupprecht von Bayern (Principe ereditario Rupprecht di Baviera). La cartolina n.41 è stata emessa per la raccolta fondi a favore dei feriti (ciechi) dell'esercito tedesco e della marina (Wohlfahrtskarte herausgegeben zur Sammlung eines Kapitals zur Unterstützung erblindeter Krieger des Landheeres und der flotte). Rupprecht di Baviera (Kronprinz Rupprecht von Bayern), fu l'ultimo Principe della Corona di Baviera. Comandò la 6ª Armata tedesca allo scoppio della Prima guerra mondiale in Lorena. Rupprecht riuscì a contenere l'offensiva francese dell'agosto 1914, lanciò quindi una controffensiva nello stesso mese; le sue truppe non riuscirono però a sfondare le linee francesi e si trovarono bloccate sul fronte occidentale in un'impasse che durò sino alla fine della guerra. Rupprecht raggiunse il grado di feldmaresciallo nel 1916 e assunse il comando del gruppo d'armate che da lui prese il nome. È stato considerato uno dei migliori comandanti dell'esercito imperiale tedesco della Prima guerra mondiale. Rupprecht sposò nel 1900 la duchessa Maria Gabriella in Baviera, e in seconde nozze, nel 1921, la principessa Antonia del Lussemburgo figlia del granduca Guglielmo IV. Perse il diritto a regnare sulla Baviera quando questa divenne una repubblica nella rivoluzione seguita alla fine della guerra. Rupprecht si oppose al regime nazista e fu costretto all'esilio in Italia nel 1939, risiedendo a Roma e a Firenze. Nell'ottobre 1944, quando la Germania occupò l'Italia, Rupprecht sfuggì all'arresto ma la moglie e i figli vennero catturati, ed imprigionati prima a Sachsenausen e quindi a Dachau, da cui furono liberati nell'aprile 1945 dall'esercito USA.

Prezzo: Euro 17692 (cod. 17692)

"PANZERSCHIFF DEUTSCHLAND" LOTTO MEDAGLIA COMMEMORATIVA E CARTOLINA VIAGGIATA

Lotto composto da una cartolina postale viaggiata nel 1934 e dalla medaglia commemorativa della "Panzershiff Deutschland", una delle tre "corazzate tascabili" come la Deutschland, l'Admiral Scheer e la Admiral Graf Spee erano soprannominate dagli alleati. La medaglia, realizzata in metallo pesante brunito, ha un diametro di 58 mm. e un peso di 71 gr. Sul fronte è rappresentata la corazzata "Deutschland" in navigazione mentre sul retro è raffigurata il "Marine-Ehrenmal", la torre commemorativa dei marinai caduti in mare, alta 85 metri e costruita nel periodo 1927-36 a Laboe, vicino alla base navale di Kiel, la cui prima pietra fu posata l'8 agosto 1927 dall'Admiral Scheer. Sul bordo corrono le parole "Marine-Ehrenmal Laboe an der Kieler Foerde" ( Il Sacrario della Marina a Laboe nella baia di Kiel ). La corazzata "Deutschland" venne varata il 1 aprile 1933. Era lunga 187,9 metri e larga 20,69 metri con un'altezza di 12,4 metri. Aveva una stazza di sole 15.000 tonnellate da cui il soprannome di "corazzata tascabile ". Affidata inizialmente al comando del Kapitän zur See Hermann von Fischel, nel 1935 questo venne assunto dal Kapitän zur See Paul Fanger con il quale la corazzata venne destinata a pattugliare le coste spagnole durante la guerra civile. Il 29 maggio 1937, mentre si trovava alla fonda nella rada di Ibiza, la corazzata-tascabile “Deutschland” venne attaccata da due aerei repubblicani “Katiushka “ che lanciarono diverse bombe, tre delle quali la colpirono provocando la morte di 31 marinai e il ferimento di altri 80. Dopo aver subito l’attacco la corazzata venne dirottata su Gibilterra dove gli inglesi dettero sepoltura ai caduti. Succesivamente il comando tedesco ordinò che le salme fossero trasportate in patria per i funerali ufficiali. A ricordo dei caduti venne eretto un monumento funebre a Kiel.

Prezzo: Euro 230,00 (cod. 19016)

KAPITÄNLEUTNANT PAUL BRASACK

Questa foto postbellica riproduce una immagine bellica del Kapitänleutnant Paul Brasack inizialmente arruolatosi nella Luftwaffe e successivamente trasferito presso la Kriegsmarine dove prese il comando dell'U-737 (dopo aver partecipato a due missioni di guerra a bordo dell'U-590). Brasak fu decorato con la Croce di Ferro anche se non ha mai affondato naviglio nemico. Ha però comandato le operazioni dei Branchi di Lupo contro il Convoglio JW 56B. Durante questa operazione cercò più di una volta di affondare degli incrociatori nemici non riuscendoci, ma questa operazione tenne impegnate le due navi nemiche. 
Nel dopoguerra Brasack ha autografato questa foto, in buono stato di conservazione. Sul retro troviamo i dati di Brasack.

Prezzo: Euro 230,00 (cod. 19383)

ONORE - CARTOLINA ORIGINALE NON VIAGGIATA

Cartolina originale, non viaggiata, e realizzata dall'Ufficio Stampa e Propaganda della RSI per essere utilizzata in franchigia da tutti i militari. La cartolina, stampata negli anni 1944/45 riproduce la figura di una mano che impugna un Gladio su cui sulla lama è scritta la parola ONORE. Il Gladio è apposto sopra una bandiera italiana. La cartolina, e' in perfette condizioni di conservazione, non e' viaggiata ed ha il retro bianco

Prezzo: Euro 200,00 (cod. 18237)

R.S.I. - CARTOLINA "FRATELLI D'ITALIA - L'ITALIA S'E' DESTA!"

Cartolina viaggiata a colori, riproducente Goffredo Mameli che guida la riscossa delle truppe italiane del 1849 e del 1944. Sopra la figura dell'eroe due scritte: "Fratelli d'Italia L'Italia s'è desta!" e sotto "1849-1944 Lo spirito di Goffredo Mameli difenderà la Repubblica Sociale Italiana". Sul retro vediamo che la destinataria è una impiegata alla sezione matricole di qualche ufficio (per dirla come ai giorni nostri). Dallo studio del numero della posta da campo "873" scopriamo che il numero era assegnato al comando della Marina da Guerra di Montecchio Maggiore (Vicenza). Prima sede del Sottosegretariato di Stato per la Marina fu Belluno ma, verso la fine del 1943, il comando della Marina da Guerra del Reich in Italia fece sapere al governo della RSI che, per l'istituzione in Alto Adige della zona operativa "Voralpen-Tirolenland" sotto controllo militare germanico, la presenza dell'organismo repubblicano non era opportuna. Agli inizi del 1944 pertanto il sottosegretariato venne trasferito a Vicenza e di qui, poco dopo, a Montecchio Maggiore. In quello stesso periodo assunse la carica di Sottosegretario il Contrammiraglio Giuseppe Sparzani che mantenne fino al febbraio 1945 quando si dimise per il continuo peggioramento dei suoi rapporti con i tedeschi. Questa cartolina di propaganda della RSI, insieme a diverse altre, proviene dal cassetto di una ex-insegnante di Valdastico che, giovanissima, si era impiegata presso l'Ufficio Matricola del Comando Generale della Marina Repubblicana dislocato a Montecchio (Vicenza). Le cartoline erano state gelosamente conservate come ricordo di quei giorni ed alcune portano sul retro le firme di ufficiali in visita al comando. E' ovviamente garantita come originale d'epoca al 100%.

Prezzo: Euro 200,00 (cod. 16828)

CARTOLINA "CAMPO AVANGUARDISTA DUX" VIAGGIATA 1930

Cartolina postale viaggiata in data 3 maggio 1930 del "Campo Avanguardista DUX" di Roma dell'aprile del 1930 (A. VII. E.F.), dell'Opera Nazionale Balilla. L'Opera Nazionale Balilla (ONB) fu un organo del Partito Nazionale Fascista (PNF) a carattere parascolastico e paramilitare. Fondata nel 1926 come ente autonomo, l'ONB confluì, insieme ai Fasci giovanili di combattimento, nella GIL (Gioventù Italiana del Littorio) a partire dal 1937. La denominazione fu ispirata alla figura di Giovan Battista Perasso detto "Balilla", il giovane genovese che secondo la tradizione avrebbe dato inizio alla rivolta contro gli occupanti austriaci nel 1746: un'immagine di modello rivoluzionario cara al regime fascista. Invece gli avanguardisti facevano parte dell'organizzazione giovanile fascista e raccoglievano i ragazzi tra i 12 e i 18 anni. Sul retro è ancora presente a sinistra in alto il logo dell' O.N.B. e il francobollo originale dell'epoca.

Prezzo: Euro 180,00 (cod. 16672)

MAJOR HEINZ LANGE

Questa foto postbellica riproduce una immagine bellica del Major Heinz Lange asso della Luftwaffe e decorato con Croce di Cavaliere della Croce di Ferro (ottenuta il 18 Novembere 1944 come Hauptmann e leader del IV./Jagdgeschwader 51 "Mölders"). Nella sua carriera di pilota Lange ha volato per 628 missioni e gli sono state accreditate 70 vittorie nel corso del periodo tra il 1937 e il 1945. Ha partecipato alla campagna di Polonia, alla battaglia della Francia, a quella dell'Inghilterra, nei Balcani e all'operazione Barbarossa. Nel dopoguerra Lange ha autografato questa foto, in buono stato di conservazione dal retro bianco.

Prezzo: Euro 180,00 (cod. 19381)

MAJOR HANS-EKKEHARD BOB

Questa foto postbellica riproduce una immagine bellica del Major Hans-Ekkehard Bob asso della Luftwaffe e decorato con Croce di Cavaliere della Croce di Ferro. Nella sua carriera di pilota Hans-Ekkehard ha volato per circa 700 missioni e gli sono state accreditate 60 vittorie: 37 di queste le ha ottenute sul fronte orientale. Durante la sua carriera Hans-Ekkehard ha avuto anche la possibilità di pilotare i nuovi aerei Me262; infatti nell'Agosto del 1942 fu trasferito al Erprobungskommando 262 dove imparò a pilotare gli Me262. Nel dopoguerra Hans-Ekkehard ha autografato questa foto, in buono stato di conservazione dal retro bianco.

Prezzo: Euro 180,00 (cod. 19382)

FOTO SAVOIA PER LA NASCITA DEL "PRINCIPE DI NAPOLI" NEL 1937 CON FIRMA DEL GENERALE AYMONINO AIUTANTE DI CAMPO DI UMBERTO I

Foto originale per la nascita del Principe di Napoli. Acclamato alla nascita "Principe dell'Impero", Vittorio Emanuele ricevette dal nonno il titolo di Principe di Napoli, come d'uso in Casa Savoia per i principi ereditari e loro primogeniti in alternanza con quello storico di Principe di Piemonte, allora attribuito al padre Umberto, in quel momento erede al trono. Migliaia furono i telegrammi e le lettere di felicitazioni inviate da tutt'Italia ai reali genitori e tra esse sicuramente quella dell'insegnante di questa classe alla quale, come era d'obbligo, il Primo Aiutante di Campo, Generale di Corpo d'Armata Aldo Aymonino inviò questa foto del Principe di Napoli con i rigraziamenti dei Principi di Piemonte. La foto verrà inviata in una cartelletta di plastica rigida trasparente da collezione.

Prezzo: Euro 150,00 (cod. 15668)

RARA CARTOLINA "DUE POPOLI UNA VITTORIA" SPEDITA NEL 1943 DA STAMPALIA NEL DODECANNESO (GRECIA)

Esemplare viaggiato in ottime condizioni di una cartolina, del P.N.F. di Pavia, realizzata per esaltare l’alleanza italotedesca: due soldati sono pronti al combattimento con sullo sfondo una parte della cartina europea con evidenziata l'Inghilterra e un una parte del territorio africano; sotto troviamo la scritta "DUE POPOLI UNA VITTORIA - ZWEI VOLKER, EIN SIEG". Quello che rende estremamente interessante, sotto il profilo collezionistico, questa cartolina è il fatto che sia stata spedita l'8 maggio 1943 con Posta Militare 550, da un mitragliere della 4° Compagnia Mitraglieri del 10° Reggimento Fanteria della Divisione "Regina" impegnata nelle isole greche del Dodecanneso. La Posta Militare 550 era infatti assegnata al Comando Superiore FF.AA. dell'Egeo (inizio attività il 25.6.1940 a Rodi e termine il 9.9.1943). In particolare lo studio del numero della posta da campo 550, effettuato da Giuseppe Marchese nel suo volume "La posta militare italiana 1939-1945", ci permette di scoprire che i militari della Compagnia Mitraglieri del 10° Reggimento erano di stanza nell'isola di Stampalia, la più occidentale del Dodecanneso.

Prezzo: Euro 150,00 (cod. 17581)
Pagine: 86 - 1 2 3 4 5 6 successivo fine