Italia (1872-1913)
MEDAGLIA COMMEMORATIVA DELLA CAMPAGNA IN ESTREMO ORIENTE "CINA 1900-1901" CON RARA FASCETTA
Prezzo: venduto - cod. nr. 14014
Un alpino del contingente italiano con al petto la medaglia ( Foto da "Uniformi & Armi" nr. 36 )
Rarissima medaglia ricordo riservata ai partecipanti della spedizione punitiva organizzata dalle potenze occidentali, Italia compresa, per soffocare la "Rivolta dei Boxer" e proteggere le Legazioni dei diversi paesi a Pechino nel 1900.
La medaglia porta sul fronte l'immagine di Vittorio Emanuele rivolta a sinistra circondata dalle parole "VITTORIO EMANUELE III RE D'ITALIA". In basso, sotto il busto, il marchio del fabbricante, la "Regia Zecca". Sul retro a rilievo le parole "CINA" e "1900-1901" circondate da una corona di foglie d'alloro. La medaglia ha un diametro di 31,55 mm ed un peso ( nastro compreso ) di 18,80 grammi.
Il nastro della medaglia e' quello originale di sette righe, quattro azzurre e due gialle alternate e una riga gialla piu' grande al centro. Sul nastro è applicata la fascetta originale istituita con Regio Decreto 15-3-1908 n° 96 per poter distinguere questa medaglia da quella concessa nel 1903 per i servizi prestati in Cina dopo la cessazione dello stato di guerra.
Questa medaglia e' quella ufficiale prodotta dalla Regia Zecca nel 1901. E' stata istituita con R.D. 23-6-1901 n. 338 ed era destinata ai militari e al personale della Regia Marina e del Regio Esercito che, inquadrati in un contigente di due battaglioni, parteciparono con il Corpo di Spedizione Internazionale alla difesa delle legazioni straniere a Tien-Tsin dalla primavera del 1900 fino alla conclusione delle ostilita' nel novembre 1901, durante la cosiddetta "Rivolta dei Boxers".

Nel 1899, in risposta allo strapotere acquisito negli ultimi anni dalle rappresentanze straniere sul suolo cinese, alcune associazioni patriottiche tra le quali quella dei "Boxer" ( cosi' chiamati dal pugno che era il loro simbolo ) si rivoltarono contro gli occidentali uccidendo numerosi missionari e civili, portando via le donne bianche e distruggendo le proprieta' degli europei. Le potenze occidentali decisero di intervenire per proteggere i propri cittadine e le proprieta' ma soprattutto i loro traffici commerciali con la Cina.
Alla fine di maggio del 1900 le navi di Inghilterra, Italia e Stati Uniti erano alla fonda a Taku, il porto piu' vicino a Pechino e un contingente armato composto da francesi, tedeschi, austriaci, russi e giapponesi era in marcia verso la Cina.
In giugno il governo cinese invio' le proprie truppe in supporto dei boxers contro gli invasori stranieri. Allargandosi cosi' il conflitto vennero immediatamente inviati rinforzi da parte degli occidentali cosi' che alla fine di ottobre la rivolta fu soffocata e nel marzo del 1901 le flotte lasciarono la Cina.

Tutti i partecipanti all'impresa ricevettero dai loro rispettivi paesi una medaglia commemorativa oggi estremamente rara. Risultano concesse 2.325 medaglie ufficiali italiane e questa è una di quelle.  
 
Cliccare sulle immagini soprastanti per ingrandirle                                      Click on the images above to enlarge them
 
La firma "Regia Zecca " del fabbricante sul dritto della medaglia  
La fascetta ufficiale istituita con Regio Decreto 15-3-1908 n° 96 per poter distinguere questa medaglia da quella concessa nel 1903 per i servizi prestati in Cina dopo la cessazione dello stato di guerra
 

 22-9-2008