Germania (1919-1945)
RARISSIMO ATTESTATO PER UN "ERINNERUNGSABZEICHEN DER EINSATZSTAFFEL DER DM. IN BRONZE" ( DISTINTIVO IN BRONZO DEI VOLONTARI CROATI DELLE SS ) ORIGINALE 1944
Prezzo: venduto - cod. nr. 13947
Occasione irripetibile di aggiudicarsi uno dei più rari distintivi commemorativi dei volontari croati di razza tedesca delle Waffen-SS accompagnato dal suo, forse ancor più raro, attestato originale di assegnazione emesso il 25 aprile 1944 ad Esseg e firmato dall'ES Hauptmann, capo del posto di reclutamento della DM ( Deutsche Mannshaft ).

Il 10 aprile 1941 la Croazia viene dichiarata "Nezavisne Drzave Hrvatske - NDH" ( Libero Stato Indipendente di Croazia ) sotto la guida di Anton Pavelic. In quello stesso anno vivevano nell'ex Regno di Jugoslavia. circa 600.000 individui di razza germanica, di cui circa 180.000 in Croazia e 30.000 in Bosnia. I tedeschi di Croazia provenivano dalla Swabia e si erano insediati in territori appartenenti all'allora Impero Asburgico di Maria Teresa.
Prima della seconda guerra mondiale quei tedeschi si trovavano organizzati in un gruppo originariamente chiamato "Schwaebische-Deutsche Kulturbund" ( Unione culturale svevo-tedesca ), diretto da Sepp Janko dal 1939 e sciolto nell'aprile 1941 dopo l'attacco tedesco alla Jugoslavia.
Il 13 aprile 1941, solo tre giorni dopo la costituzione dell'NDH, Braminir Altgayer venne nominato a capo del nuovo gruppo di etnia tedesca, chiamato in un primo momento "Deutsche Volksgruppe in Jugoslawien" ( Gruppo etnico tedesco in Jugoslavia ). Altgayer si trasferì da Berlino a Osijek per prendere possesso del suo nuovo ruolo di Fuhrer del "Deutschen Volksgruppe im Unabhaengigen Staate Kroatien". Il 21 giugno 1941 Pavelic emanò una legge che garantiva un temporaneo stato legale alla minoranza germanica dell'NDH. Il Gruppo etnico tedesco in Croazia era organizzato come uno Stato nello Stato, con una rappresentanza delle rpincipali organizzazioni del Terzo Reich. Le divise del partito NSDGK
( Nationalsozialistische Deutsche Gefolgschaft in Kroatien ) sono simili a quelle del NSDAP, ma la svastica sul bracciale della manica sinistra è inserita in un rombo a sfondo bianco anzicchè in un cerchio e Altgayer porta la runa Odal sulla mostrina sinistra del bavero.

Il 21 giugno del 1941 una milizia armata di volontari provenienti dal Gruppo Etnico, costituita da uomini tra i 18 e i 45 anni di età, venne formata sulla falsariga delle Allgemeine-SS, sotto un SS-Obersturmfuehrer di nome Jacob Lichtenberg. Questa milizia assunse il nome di "Deutsche Mannshaft - DM" ( Forza Tedesca ). Le due principali funzioni della DM erano quelle di proteggere la comunità etnica tedesca e di combattere i partigiani. Altgayer pensò che il suo Gruppo Etnico avrebbe potuto creare qualcosa di simile all'unità di volontari SS poco prima costituitasi in Slovenia con elementi della minoranza tedesca.
Dopo una visita a Berlino, e poichè esisteva già la DM come forza armata, egli fu costretto ad attendere l'approvazione di Pavelic che arrivò il 31 luglio 1941 quando venne decretata la crazione degli "Einsatzstaffel" o "ES" ( Gruppi d'intervento ) all'interno della MIlizia Ustasha croata.
Gli ES vennero costituiti con gli uomini migliori della DM e il loro motto era "In Treue Fest" ( Saldi nella Fede ). Gli ES erano ufficialmente una componenete della MIlizia Ustasha croata e i loro membri prestavano uno speciale doppio giuramento di fedeltà, ad Adolf Hitler come Fuehrer e ad Ante Pavelic come Poglavnik ( Duce ). Tuttavia gli ES rimasero per tutta la durata della loro esistenza sotto il comando militare e l'autorità politica dei tedeschi.

Nel maggio del 1942 Himmler chiese di far entrare nelle Waffen-SS i membri di tutte le forze militari e paramilitari di etnia tedesca presenti in Croazia. Non tutti i membri degli ES approvarono questo cambiamento e il malcontento si diffuse in tutto l'apparato degli ES, in particolare da parte dei comandanti del battaglione di complemento di Osijek. Nonostante questi contrasti, nella primavera del 1943 gli ES finirono sotto la giurisdizione delle Waffen-SS.
Il 4 aprile 1943 la maggior parte dei loro uomini più giovani e capaci venne usata per rinforzare la SS-Freiwilligen Gebirgs-Division der SS "Prinz Eugen". Ma non fu la fine della loro storia perchè una parte del loro personale, venne trattenuto in Osijek, organizzato in una sola compagnia e nella banda di reparto. Il Comando dell'unità era conosciuto sia come "Kommando der Einsatzstaffel der DM" sia come Stab ed era responsabile della distribuzione di ordini e decorazioni, compito esercitato fino al 1945. Il 1° maggio 1943 Altgayer emise un decreto istitutivo del distintivo commemorativo degli ES.
Anton Gasser, ES-Hauptmann, firmò i certificati di attribuzione ( Besitzzeugnisse ) come "Leiter der Verwaltungsstabes" ( Capo Amministrativo) dal 19 giugno 1943 al 17 febbraio 1945 sebbene esista un certificato ( proprio questo ) emesso il 25 aprile 1945 che ha il ruolo e il nome di Gasser cancellati e sostituiti da un timbro a inchiostro che dice "Leiter der Ergaenzungsstelle der DM" ( Capo del posto di reclutamento della DM ), suggerendo una revisione che sembra essere confermata dal timbro tondo recante i "Wolfsangeln" ( lo speciale fregio che richiama gli uncini usati anticamente per catturare i lupi ) e la scritta "Ergaenzungsstelle der Einsatzstaffel der DM - Esseg". La firma a matita colorata illegibile è quella di un altro ES-Hauptmann del quale non si conosce il nome.
Questo rarissimo documento è stato pubblicato sul numero 153 della rivista "Uniformi e Armi" del gennaio 2009 nel bellissimo articolo sugli ES scritto da Hugh Page Taylor. La didascalia della foto lo attribuisce all'archivio di Stéphane Pauli ma in realtà appartiene all'archivio di MyMilitaria e ,in futuro, a chi saprà aggiudicarselo .

L' "Erinnerungsabzeichen der Einsatzstaffel der DM" ( Distintivo commemorativo dell'Einsatzstaffel ), riprodotto sull'attestato, veniva attribuito in due classi, argento e bronzo, e veniva portato sulla tasca sinistra della giubba. L'allegoria del distintivo riprende la simbologia della fibbia dell'uniforme: sopra a tutto c'è l'aquila le cui ali ricurve si collegano con la corona di foglie di quercia. L'aquila si appoggia su uno scudo con una svastica, a sua volta collegato con i Wolfsangeln.
Il grado argento era riservato a tutti i membri degli ES che avevano partecipato alla loro formazione, che avevano frequentato il primo corso ufficiali a Zagabria, che avevano prestato servizio continuativo negli ES per almeno 18 mesi o che erano stati feriti in combattimento. Il grado bronzo era riservato a quelli che avevano prestato servizio negli ES almeno per sei mesi.
L'SS-Sturmbannführer der Reserve Branimir Altgayer (a sinistra), l'SA-Obergruppenführer Siegfried Kasche e il Poglavnik dr.Ante Pavelic. ( Foto tratta da  http://forum.axishistory.com )
 

 4-2-2009