Italia (1940-1945)
GALEAZZO CIANO: "DIARIO" 1939-1943 ( 2 VOLUMI DEL 1950 )
Prezzo: Euro 130,00 - cod. nr. 14503
La prima edizione del "Diario" di Galeazzo Ciano in due volumi venne  pubblicata da Rizzoli Editore - Milano nel 1946. Ottenne un immediato successo di lettori tanto che nel 1948 erano già cinque le edizioni ristampate. Questi due volumi, in eccezionali condizioni di conservazione, fanno parte della 6° edizione del 1950. Sono brossurati ed hanno ancora intatta la sovraccoperta e il cofanetto in cartone che li contiene. All'interno numerose foto in b/n. Il diario di Ciano, ad oltre 50 anni dalla pubblicazione di questa edizione, continua ad essere un documento di grande interesse ed importanza per la ricostruzione e la comprensione di quel fenomeno socio politico che fu il Fascismo. Figlio di Costanzo Ciano, riceve un'educazione cattolica tradizionale e frequenta da ragazzo ambienti estranei al Fascismo. Si considera un conservatore borghese, tipico esponente della nuova aristocrazia al potere. Abile, intelligente ed ambizioso, ama la mondanità e la bella vita. Intraprende la carriera diplomatica e a 26 anni fa la mossa vincente: sposa Edda, figlia di Mussolini. Il matrimonio gli spiana la via per una folgorante carriera che a soli 33 anni lo porta a diventare ministro degli esteri. Diventa uno degli uomini più potenti del Regime, ma la rapida ascesa gli crea intorno un cerchio di servilismo cortigiano ma anche di odio ed invidia. In politica, devoto e fedelissimo di Mussolini, ne asseconda abilmente la politica ed è inizialmente favorevole all'alleanza con la Germania, che intimamente detesta. Ciano per l'intera durata del suo ministero, dal 10 giugno del ' 36 all' 8 febbraio del '43, scrive un diario e raccoglie documenti diplomatici, soprattutto verbali di colloqui che gli serviranno per scrivere le memorie. Teneva moltissimo al suo diario e non ne faceva mistero, lo mostra ai giornalisti amici, anche Mussolini ne è a conoscenza. Quando la sua stella inizia ad impallidire, per i suoi sentimenti anti tedeschi, provvede a spostare il diario dalla cassaforte del suo ufficio in un luogo sicuro, nel timore che i tedeschi o la polizia italiana possano metterci il naso. Caduto il fascismo la moglie in Svizzera riesce ad affidare le agende dal '37 al '43, ad agenti del servizio segreto alleato. A Norimberga il Diario, di cui i Tedeschi hanno cercato in tutti i modi di impadronirsi, sarà una prova d'accusa contro la Germania e contribuirà alla condanna capitale del suo odiato collega tedesco Ribbentropp. Ciano fissa quotidianamente, sempre a caldo, i fatti e gli avvenimenti di cui è protagonista con rapidi commenti, note brevi, giudizi, stati d'animo, espressi in uno stile semplice, discorsivo, più portato all'osservazione che alla riflessione. A parte alcuni ritocchi inseriti postumi per attenuare il suo coinvolgimento specie nella guerra balcanica, nella prefazione scritta nel carcere di Verona dichiara che il suo racconto è tutto vero.  
  • Titolo:   "Diario"
  • Autore: Galeazzo Ciano
  • Editore: Rizzoli Editore - Milano
  • Finito di stampare il 9 marzo 1950 ( 6° Edizione in due volumi )
  • Pagine: 340 con 13 foto in b/n ( Primo Volume ) 278 con 21 foto in b/n ( Secondo Volume ) e Indice completo dei nomi citati
  • Formato:  cm. 21 x 13 brossurati con sovraccoperta e cofanetto in cartone
  • Condizioni di conservazione: ottime