Italia (1919-1939)
BELLISSIMA MEDAGLIA ORIGINALE IDEATA DA D'ANNUNZIO PER LA LEGIONE DEL CARNARO "FIUME 12 IX - ZARA 14 XI" 1919
Prezzo: venduto - cod. nr. 16045
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
La compagnia "Bersaglieri di Fiume"

Bella e rara medaglia in bronzo di forma irregolare avente sul dritto gli stemmi di Fiume e Zara, inclinati ad accostarsi al centro, appoggiati su foglie di alloro e quercia. Lungo il bordo corre la scritta "LEGIONE DEL CARNARO - FIUME 12 IX - ZARA 14 XI" mentre sotto gli stemmi si legge l'anno "MCMXIX" ( 1919 in numeri romani ).
Sul rovescio un'aquila ad ali aperte volta a destra sopra il capitello di un'alta colonna scanalata. Ai lati, in basso, un fascio littorio e lo stendardo della Dalmazia con alla sinistra il leone di San Marco, pure stante su una colonna e volto a sinistra, e a destra un cippo con la scritta in lingua greca "Prendi la Vittoria", sormontato da due stendardi. In basso si intravedono altri particolari non ben comprensibili. Lungo l'orlo a destra la firma dell'autore "G.Picchiani". La medaglia misura 31 mm di diametro ed è completa del suo nastro d'epoca blu, giallo e carminio.

D'annunzio, nel suo "Disegno di un nuovo ordinamento dell'esercito liberatore" del 1920, scriveva:
"I reparti prendono il nome di Legioni; e ciascuna Legione è posta sotto il vocabolo d'un eroe sacrificato, o d'un campo di battaglia, o d'un luogo di vittoria o d'una potenza ideale. La prima legione è formata dai Granatieri; e si chiama Legione di Ronchi"
.
La Legione del Carnaro riguardava le città di Fiume e Zara, come dall'intestazione della medaglia.
D'Annunzio giunse a Zara da Fiume il mattino del 14 novembre 1919 sul cacciatorpediniere Nullo, assieme alla nave Cortellazzo e 600 legionari imbarcati nel presidio fiumano.
Il Comandante venne accolto come un eroe; il giorno successivo rientrò a Fiume con parte dei suoi uomini. Rimase di presidio a Zara la Legione del Carnaro, acquartierata presso la caserma San Domenico, e composta dalla compagnia Randaccio, da quella dei Bersaglieri di Fiume e dalla compagnia Arditi di Sernaglia.  

 
   

21-7-2011