Italia (1919-1939)
BELLISSIMA MEDAGLIA MAURIZIANA ORIGINALE PER UFFICIALI INFERIORI MODELLO 1920
Prezzo: Euro 950,00 - cod. nr. 18803
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
La firma dell'incisore Giuseppe Ferraris

Bellissimo esemplare originale della "Medaglia Mauriziana" modello 1920 per gli Ufficiali Inferiori, coniata dalla Zecca romana con il diametro di 37 mm. La medaglia è completa del suo nastro verde scuro marezzato originale d'epoca.
Nella sua versione originale, la “Medaglia Mauriziana per dieci lustri di carriera militare” ( il cui disegno fu realizzato dal noto incisore Giuseppe Ferraris, autore di molte medaglie e monete del periodo da Carlo Alberto a Vittorio Emanuele II ) riportava sul fronte l’immagine di S. Maurizio a cavallo circondato dall’iscrizione “S. Maurizio protettore delle nostre armi” e sul retro l’iscrizione “Al cavaliere mauriziano- seguita dall'incisione del nome dell’insignito - per dieci lustri nella carriera militare benemerito”.
Il nastro della decorazione era lo stesso dell’Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro, in verde scuro ( la decorazione veniva infatti assegnata solo a coloro che avessero già ricevuto anche il conferimento dell’Ordine ). La medaglia era realizzata in oro e fu coniata inizialmente dalla Zecca di Torino, per poi passare dopo l’Unità d’Italia alla Zecca di Roma.
La decorazione era realizzata in due modelli: uno di grandi dimensioni per gli ufficiali generali da indossare al collo (52 mm.) ed uno più piccolo per gli ufficiali inferiori da 37 mm. Quest'ultima andava portata appesa "all'occhiello dell'abito", ovvero con le altre decorazioni alla sinistra del petto sulla divisa.
Le ristrettezze economiche causate dalla Grande Guerra determinarono l’impossibilità di continuare a produrre queste decorazioni in oro, e con Atto Ministeriale del 9 maggio 1918 ne venne quindi sospesa la coniazione. Il successivo Regio Magistrale Decreto del 25 marzo 1920, dispose la ripresa della produzione ma d’ora in avanti nel bronzo dei cannoni austriaci tolti al nemico nella guerra 1915-18.
La nuova versione in bronzo, invariata al dritto ( con la firma di Ferraris inserita nella base del cavallo ), riporta nel rovescio di entrambe i modelli l’iscrizione nel cerchio esterno della decorazione “Medaglia coniata con bronzo dei cannoni tolti al nemico 1915-1918 – R. D. 25 marzo 1920”. Mentre il nome dell’insignito veniva ora impresso in rilievo nella formella centrale. Fu realizzata ancora in due modelli: per Ufficiali Generali ( 52 mm. ) e Ufficiali Inferiori ( 37 mm. ) come questo esemplare. Queste medaglie hanno continuato ad essere coniate dalla Zecca fino all’introduzione dei nuovi modelli dopo l’avvento della Repubblica nel 1954, quando Le legge n. 203 del 7 maggio 1954 ha modificato la denominazione dell’insegna in “Medaglia al merito di dieci lustri di carriera militare”, anche se ovviamente la medaglia ha continuato ad essere identificata come “Medaglia Mauriziana”.
( Notizie storico-collezionistiche tratte dal sito "I nostri Avi" )

 
   

 7-10-2013