Italia (R.S.I.)
RARISSIMA TESSERA BILINGUE CON FOTO IN DIVISA DI UN PARACADUTISTA DELL'APAR ( ARDITI PARACADUTISTI AERONAUTICA REPUBBLICANA ) RSI
Prezzo: venduto - cod. nr. 15372
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Cliccare sulle immagini per ingrandirle

Click on the images to enlarge them

Eccezionale tessera originale appartenuta ad un Allievo Ardito Paracadutista dell'Arma Aerea Repubblicana della Repubblica Sociale Italiana. La tessera porta i timbri del "Comando Arditi Paracadutisti Aeronautica" e la firma autografa del Comandante, il Tenente Colonnello Paracadutista Edvino Dal Mas. E' inoltre completa della bellissima foto in divisa dell'Allievo Ardito Paracadutista Gianfranco Bonini che indossa la "senza collo", sulla quale sono ben visibili le mostrine del reparto, e il maglione a collo alto d'ordinanza. Nella foto si intravvede anche, sul lato sinistro del petto, il brevetto da paracadutista, probabilmente quello da truppa ricamato in rayon su panno grigio-azzurro, adottato dall'1-1-1944 dalla Scuola di Tradate per prima.
Alcuni particolari fanno ritenere che si tratti di una delle prime tessere rilasciate, dopo il giuramento, dal Comando della Scuola Arditi paracadutisti di Tradate ( Varese ) poichè è mancante della data di rilascio e presenta un errore di stampa sulla copertina dove troviamo la denominazione "Luftwaffa" invece di quella corretta "Luftwaffe" stampata all'interno. Particolare che sarà stato sicuramente corretto in seguito su segnalazione tedesca. Due particolari quindi che la rendono, se possibile, ancora più interessante sotto il profilo collezionistico.

Negli ultimi mesi del 1943, mentre sul litorale laziale si andavano concentrando i resti delle Grandi Unità paracadutiste provenienti dalla Corsica, da Viterbo e dalla Calabria, che non avevano voluto abbandonare la lotta contro gli angloamericani, furono molti gli uomini della specialità a rispondere agli appelli del governo repubblicano.
Tra questi il Tenente Colonnello Edvino Dalmas, zaratino, valoroso combattente in Tunisia con i reparti dell'Adra ( Arditi Distrutori della Regia Aeronautica ), catturato dai tedeschi dopo l'8 settembre 1943 e liberato grazie all'intervento di un generale paracadutista germanico. Convocato al Sottosegretariato per l'Aeronautica Repubblicana, accettò l'invito del Comandante Botto a far rinascere la nel nord la Scuola Paracadutisti. Dalmas riuscì a raccogliere intorno a sè i più valenti e fidati collaboratori dei quali conosceva virtù e meriti cosicchè quasi tutti gli ADRA rimasti in Italia dopo l' armistizio seguirono nella Rsi il loro comandante, mutando il nome in ADAR
( Arditi Distruttori Aeronautica Repubblicana ). La scelta della sede ideale per la nuova Scuola cadde su Tradate ( Varese ) che disponeva di buoni collegamenti ferroviari e stradali con Milano ed era vicina ai campi di aviazione della Malpensa, di Venegono e di Lonate Pozzolo ed infine perchè tutto il territorio circostante era adatto per i lanci e le esercitazioni dei paracadutisti. Ufficialmente la Scuola nacque come Raggruppamento Arditi Paracadutisti dell'Aeronautica Repubblicana, costituito al suo comando il 1° novembre 1943 con elementi degli ADRA, della Folgore e della Nembo. Il Raggruppamento era articolato su Comando, Deposito, Servizi, Centro Istruzione Paracadutisti ed i reparti: Cp. Piloti, composta prevalentemente da accademisti, Cp. Alianti d'Assalto, Cp. Paracadutisti anziani, che comprendeva i già brevettati e tutti gli istruttori, il Btg. Allievi Paracadutisti, inizialmente denominato Arditi Distruttori Aeronautica Repubblicana (A.D.A.R.) e, dal 15 gennaio 1944, Battaglione Azzurro, per il colore dell'uniforme dell'Aeronautica.

Tradate (Varese), gennaio 1944: giovani volontari paracadutisti giungono alla sede del Raggruppamento Arditi Paracadutisti della R.S.I. per iniziare un corso di addestramento.

Tradate (Varese), marzo 1944. Un sottufficiale paracadutista firma l'atto di giuramento individuale alla RSI.

Al centro si riconosce il Tenente Colonnello Edvino Dal Mas, comandante della Scuola di Tradate.

 
   

14-10-2010