Italia (1919-1939)
BELLISSIMO BREVETTO DA UFFICIALE PILOTA DELLA REGIA AERONAUTICA ANNI VENTI
Prezzo: Euro 400,00 - cod. nr. 21905
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Bellissimo esemplare  originale del brevetto previsto dal 16 luglio 1920 per i piloti aviatori della Regia Aeronautica, realizzato in metallo argentato.
Il brevetto da petto, riservato agli ufficiali,  raffigura un'aquila con la testa rivolta a destra e sormontata da una corona reale unita al corpo dell'aquila con una robusta prolunga che la tiene "sollevata". La corona è stata lucidata nella parte frontale  così da creare un effetto cromatico eccezionale. Sul retro è presente un robusto spillo orizzontale con chiusura a stantuffo. Il brevetto misura 60 mm di larghezza e 30 mm di altezza.

L'Italia fu la prima nazione al mondo ad utilizzare il volo militare durante la Guerra italo-turca del 1911-12, arrivando poi alla Grande Guerra, con due distinte gestioni di utilizzo: una della Regia Marina ( Forza Aerea ) e una del Regio Esercito ( Corpo Aeronautico Militare ). Per una serie di ragioni politiche e organizzative, nel 1923 vennero sciolte le due Forze Aeree e istituita una nuova Arma: la Regia Aeronautica ( Regio Decreto 645 del 28 marzo 1923 ).
Molti tra i piloti in attività indossarono così la nuova divisa, ma altri rimasero nei ranghi di origine anche se privi del volo. L'aquila da pilota rimase comunque un distintivo in vigore per gli Ufficiali brevettati esplicanti il servizio aereo. Questo modello rimase in vigore fino al 1937 quando venne rinnovato nel disegno con un tipo più stilizzato e con il fascio littorio. 

 

4-2-2017