Italia (1940-1945)
DISTINTIVO NUMERATO DEL RAGGRUPPAMENTO DIVISIONI PATRIOTI "CISALPINO" CON "CERTIFICATO AL PATRIOTA" ( BREVETTO ALEXANDER )
Prezzo: venduto - cod. nr. 20607
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Bellissimo lotto composto dal distintivo originale rilasciato ai membri del Raggruppamento Cisalpino "Divisioni Patrioti" del Corpo Volontari della Libertà accompagnato dal "Certificato di Patriota" rilasciato al partigiano Luigi Bosio.

Il Certificato al Patriota (in inglese Patriot Certificate), noto anche come Brevetto Alexander, era un riconoscimento ufficiale conferito dalle forze alleate durante il corso della seconda guerra mondiale ai patrioti italiani che si erano distinti per la diretta collaborazione con le stesse forze alleate. Consisteva in un diploma numerato ( Nr. 240766 in questo caso ) e scritto in lingua italiana indicante nome e cognome (ed eventuale nome di battaglia) del patriota, il testo prestampato dell'encomio e la firma del maresciallo H. R. Alexander, comandante in capo delle Forze Alleate in Italia, controfirmato da un ufficiale alleato e dal comandante ("capo della banda") dell'organizzazione partigiana di cui faceva parte il patriota. Esso venne conferito per la prima volta dallo stesso Alexander al partigiano Nello Iacchini, che il 26 agosto 1944 salvò la vita dello stesso maresciallo e del primo ministro britannico Winston Churchill durante un sopralluogo di quest'ultimo in Italia nell'imminenza dell'attacco alleato alla Linea Gotica.
Questo diploma porta la firma del Capitano E. Bocks e il suo timbro come Ufficale responsabile provinciale della Sicurezza del Governo MIlitare Alleato. La provincia di riferimento era quella di Brescia come si deduce dai timbri e firme apposta sul retro del documento: il timbro del Delegato Militare del "Patriot Branch", il Conte Eros Compagnucci Compagnoni e quello dell'Ufficio Distaccato di Brescia con la firma illegibile del responsabile. Sotto vi è anche la firma di Ugo Rossi che probabilmente era il capo della banda partigiana alla quale apparteneva Luigi Bosio.

Il distintivo rotondo del del Raggruppamento Divisioni Patrioti "Cisalpino" ha lasciato la sua impronta sul documento a dimostrazione che entrambi gli oggetti appartenevano allo stesso Bosio e da lui sono stati accuratamente conservati.
Realizzato in alluminio, di forma circolare, sul dritto presenta un tricolore centrale con, in rilievo, il nome del Raggruppamento e un secondo cerchio esterno nel quale corrono le parole "C.V.L.-LA VITA PER L'ITALIA E PER LA LIBERTA' ". E' leggibile con un pò di difficoltà il marchio del fabbricante "Fratelli Gerosa" di Milano a rilievo, posto tra lo spillo e il numero "20582".
Questi distintivi vennero consegnati a tutti i partigiani combattenti del Raggruppamento Divisioni Patrioti Cisalpino, spesso insieme ad un "Certificato di Patriota" , come in questo caso.  
 
     

 11-4-2015