Italia (1872-1913)
RARA CROCE DI CAVALIERE MERITO DEL LAVORO 1901 DI GRANDI DIMENSIONI CON SCATOLA ORIGINALE
Prezzo: venduto (decorazione + scatola ) - cod. nr. 20695
L’Ordine Cavalleresco al “Merito del Lavoro” risale al 1901. Vittorio Emanuele III con Decreto n.168 del 9 maggio, istituiva su proposta del Presidente del Consiglio, Giuseppe Zanardelli, l’Ordine al “Merito del Lavoro” che conferiva il titolo di Cavaliere del Lavoro.
Era un riconoscimento basato su criteri di grande selettività e permeato di stimoli e valori eccezionali, riservato ai protagonisti del mondo del lavoro distintisi per spirito di iniziativa, coraggio, e intelligenza imprenditoriale.
I settori di attività per la concessione dell’Onorificenza erano l'agricoltura, l'industria e il commercio.

La decorazione consisteva in una croce greca d’oro piena, caricata di uno scudo tondo, smaltata in verde, recante su un lato le iniziali "VE" incrociate e sull’altro, la dicitura “Al Merito del Lavoro – 1901”. La croce si portava attaccata al lato sinistro del vestito, con un nastro verde listato, al centro, da una banda color rosso. Il nastro poteva essere portato anche senza decorazione.

Questo esemplare esula completamente dalle misure ufficiali della decorazione portativa. La croce in argento punzonata "800" misura infatti 80 mm di altezza, ed attaccata ad un grosso nodo Savoia in argento ( 115 mm di lunghezza e 37 mm di altezza ) appoggiato ad un fiocco con i colori dell'Ordine.
Il tutto è contenuto in un cofanetto color rosso con il monogramma coronato di Vittorio Emanuele III in metallo sul cofanetto. Nella parte interna del coperchio è stampato il marchio "MOSCHINI - Succ. A Santi fu A - VENEZIA" attribuibile al gioielliere che l'aveva venduta o addirituura prodotta.

L'ipotesi più probabile è che si tratti di un oggetto fatto realizzare da un insignito dell'Ordine affinchè fosse esposto nel suo ufficio o bottega rendendo così visibile a tutti la decorazione ricevuta e il nuovo stato sociale raggiunto.
Si tratta di un oggetto estremamente raro non avendo avuto notizia di reperimenti simili in epoca o dopo.
Cofanetto e decorazione sono in condizioni eccezionali di conservazione.
 
 

 30-3-2016