Italia (1919-1939)
RARO PIN DEL MOVIMENTO FASCISTA DEI PRIMI ANNI VENTI CON SPILLO LUNGO
Prezzo: Euro 250,00 - cod. nr. 21514
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Questo distintivo appartiene al primo periodo del movimento fascista caratterizzato ancora dal fascio primigenio. I distintivi di questo primo periodo non presentano mai le iniziali del P.N.F. , perchè il movimento si trasforma in partito solo successivamente.

Lo caratterizza in particolare il tricolore smaltato in diagonale, cosa estremamente rara, sul quale è applicato il fascio primigenio dorato. La mancanza di marchi sul retro ci impedisce di indentificarne il fabbricante e stabilirne la destinazione. Un distintivo simile è pubblicato a pagina 12 del nr. 98 della rivista "Uniformi & Armi" nell'articolo "Squadristi a noi!". E' in eccezionali condizioni di conservazione, misura 11 mm di diametro ed è dotato di un lungo spillo posteriore zigrinato per l'uso sulla cravatta.

Il 23 marzo 1919 Benito Mussolini fondò a MIlano il primo Fascio Italiano di Combattimento, subito seguito da quelli di Torino, Verona e di moltissime altre città italiane. In pochi mesi i Fasci si moltiplicarono, il numero degli aderenti aumentò tanto che alla fine del 1921 erano circa 300.000 gli iscritti ai Fasci di Combattimento. L'8 novembre 1921, in occasione del congresso tenutosi a Roma, il movimento fu trasformato in Partito Nazionale Fascista ( PNF ). Anche i distintivi di appartenenza si modificarono di conseguenza negli anni seguenti inserendo le sigle PNF vicino al fascio, prima "primigenio" e poi "littorio" a partire dal 1928. 

 

9-11-2016