Italia (1919-1939)
I valori stimati, laddove pubblicati, sono quelli risultanti da un'indagine conoscitiva svolta sui prezzi medi spuntati nelle transazioni effettuate sui mercati internazionali negli ultimi sei mesi da oggetti analoghi e non hanno alcun valore commerciale.
Maggiori informazioni sulla reperibilità e disponibilità dei singoli oggetti, nel rispetto delle vigenti leggi in materia, verranno fornite su richiesta.
PUGNALE D'ASSALTO DI UN ARDITO ITALIANO COMPLETO DEL RARO FODERO ORIGINALE IN CUOIO NERO
Valore stimato: non disponibile - cod. nr. 12693
Cliccare sulle foto per ingrandirle
( Click on the images to enlarge them )

Raro "pugnale d'assalto" appartenuto ad un ardito italiano della prima guerra mondiale, realizzato con la parte terminale della lama della baionetta austriaca Vetterli 1870.
Ha guancette in legno naturale con due rivetti in ferro, protettte superiormente  da un disco di lamiera di ferro brunita  e leggermente bombato. La crocera è costituita da un semplice elemento in lamiera d'acciaio, appena sagomata e con i due elsi leggermente incurvati verso la lama.
La lama è dritta a due fili e punta, con in basso visibile, verso la lama, l'ultima parte della sgusciatura della vecchia lama.
Il pugnale è completo dell'ancor più raro fodero in cuoio nero ricavato dall'accorciamento di quello della baionetta Vetterli, chiuso all'estramità inferiore da due rivetti verniciati di nero. Il pugnale corrisponde esattamente alla descrizione fornita da Cesare Calamandrei a pagina 165 del suo famoso volume "Armi bianche militari italiane 1814-1950".