Germania (1919-1945)
BELLISSIMO VASSOIO IN SILVERPLATE MASSICCIO CON DUE SVASTICHE DEDICATO DALLA "6./EIS.-PI.-RGT. 68" AL LORO COMANDANTE
Prezzo: Euro 600,00 - cod. nr. 23037
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Il marhio "Quist" del fabbricante
La vecchia fabbrica "Quist" a Esslingen, oggi abbandonata.
Il Generalleutnant Hans von Donath, al quale era stato dedicato il vassoio come comandante dell'Eisenbahn-Pionier-Regiment 68.

Bellissimo vassoio in silverplate massiccio realizzato dalla fabbrica F.W. Quist Metallwaarenfabrik di Esslingen am Neckar, una località vicino a Stoccarda. Il vassoio misura 39 cm. di lunghezza e 28,5 cm. di larghezza.

La ditta fu fondata nel 1866 da Jakob Swiss Jr. Nel 1872 cambiò il nome in Actien Plaqué avendo però tra i suoi maggiori azionisti Wilhelm Friedrich Quist (1831-1903). Nei primi anni del 1890 la ditta assunse il nome di F.W. Quist Metallwaarenfabrik" e la la famiglia Quist continuò a gestirla fino al 1951. La ditta venne chiusa definitivamente nel 1981 perchè fallita.

Quist era uno dei più famosi e apprezzati fabbricanti di silverplate  di fine Ottocento e dei primi del Novecento, tanto che i suoi manufatti sono ancor oggi tra i più ricercati dai collezionisti.
Durante il periodo del Terzo Reich Quist trasformò la fabbrica iniziando la produzione bellica di elmetti di eccezionale qualità. Gli elmetti "Quist" erano riconoscibili per il guscio di grosso spessore e per la forma molto ben dimensionata che denotava una notevole abilita' artigianale. La fabbrica produceva tre tipi di elmetti, gli M1935, M1940 e M1942. Erano destinati all'Heer ( Esercito ), alla Luftwaffe ( Aviazione ), alla Kriegsmarine ( Marina ), alla Feldpolizei ( Polizia Militare ) e alle Waffen-SS ( SS Armate ) che utilizzarono un gran numero di elmetti Quist. 
Subito dopo la fine della guerra, la fabbrica fu utilizzata per fabbricare gli elmi " stile M1940" per il governo tedesco occidentale. Questi elmetti dovevano essere utilizzati dalla Polizia di frontiera lungo il confine tra Est e Ovest.


Gli ufficiali e sottufficiali della 6.Compagnia dell'Eisbahn Pionier Regiment 68 si erano evidentemente rivolti alla Quist per ordinare un regalo di prestigio per il loro comandante, scegliendo questo vassoio personalizzato con la dedica "Gewidmet  vom Uffz. Korps 6./Eis.-Pi.-Rgt. 68" accompagnata da due svastiche ai lati.

L'Eisenbahn-Pionier-Regiment 68 fu costituito   il 10 novembre 1938 a Rehagen-Klausdorf, distretto militare III.
Il reggimento era la prima associazione regimental dei pionieri ferroviari sin dall'Impero. Consisteva in una forza di 2 battaglioni in 4 compagnie e una banda cmusicale (acquisita dall'Infanterie Regiment 88) . La sede del reggimento era Rehagen-Klausdorf, il II. Battaglione era situato a Sperenberg. Durante la mobilitazione, il reggimento fu ampliato a 3 battaglioni per la costruzione di ponti ferroviari e ponti pesanti.  Il 1 ° aprile 1940, il reggimento fu ribattezzato Eisenbahn-Pionier-Regiment 3. Il III. Il Battaglione fu trasferito come 1° Battaglione al Reggimento Pioniere della Ferrovia 1.
Il comandante del reggimento, al quale era destinato questo vassoio, era l'Oberst von Donat.


Hans von Donath, era nato il 6-1-1891 a Stoccarda. Entrò nell'esercito come Fähnrich (Allievo) nel 3° Reggimento Ferroviario il 14-3-1911a 20 anni.
Per tutto il primo conflitto mondiale von Donat fu impiegato come ufficiale delle Ferrovie.   Alla fine della guerra rimase nel Reichswehr come ufficale di stato maggiore nel Pionier Batallion 2. Promosso Major, assunse il comando del Pionier Batallion "Holzminden" . Promosso Oberstleutnant (Tenente Colonnello) il 1 giugno 1935 e Oberst (Colonnello) il 1 ottobre 1937, divenne comandante dell'Eisenbahn-Pionier-Regiment 68 che mantenne fino al 10 ottobre 1939.
E' molto probabile che il vassoio sia stato donato proprio in questa data, come era usanza nell'esercito tedesco, quando i comandanti lasciavano l'unità.
Con lo scoppio della seconda guerra mondiale divenne comandante delle ferrovia militari dell'Herresgruppe Sud.
Fu promosso Generalmajor il 1 novembre 1941 e Generalleutnant il 1 gennaio 1944. Ha concluso la guerra come ispettore dei pionieri ferroviari con le truppe di riserva. Alla capitolazione fu preso prigioniero e rilasciato il 5 giugno 1947.
Dopo la guerra Hans von Donat,  visse a  Stoccarda, dove  morì l'11-06-1992 alla notevole età di 100 anni. È sepolto nel cimitero Prager di Stoccarda e a pochi passi dalle tombe dei generali della seconda guerra mondiale, Hans Speidel, aiutante di Rommel e Gustav Boehringer. Poco dopo la sua morte la famiglia disperse i suoi cimeli attraverso un'asta pubblica in Germania, nella quale fu presentato anche questo vassoio. 

 

30-1-2018