Italia (1919-1939)
BREVETTO DI VOLO PER PILOTA CIVILE CON FOTO DEL 1936
Prezzo: Euro 150,00 - cod. nr. 17718
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

"Brevetto di primo grado e licenza di pilota di veivolo" nominativo rilasciato nel 1936 con due foto e marche da bollo con relativi timbri originali.
Nel libretto di 24 pagine sono contenuti i dati del titolare due foto tessera e le due licenze: il brevetto vero e proprio (riga rossa in diagonale) e la licenza (riga blu in diagonale). Il titolare del brevetto era autorizzato a volare sul veivolo A.S.1.
Il Fiat Ansaldo A.S.1, precedentemente Ansaldo AS.1 e citato anche come Fiat AS.1, era un monomotore da turismo monoplano ad ala alta a parasole prodotto dall'azienda italiana Fiat Aviazione negli anni venti.
Nel gennaio 1928 il Ministero dell'Aeronautica emise una specifica per la fornitura di un nuovo velivolo leggero da utilizzarsi nei ruoli di aereo da turismo, da collegamento ed addestratore basico e da destinare alle scuole di volo civili, gli aeroclub e la Reale Unione Nazionale Aeronautica (RUNA), e della Regia Aeronautica.
Al bando di concorso parteciparono la quasi totalità delle aziende di produzione aeronautica del territorio nazionale, tra cui la Fiat Aviazione che presentò un modello sviluppato dalla Ansaldo prima della acquisizione della stessa da parte dell'azienda torinese, nel 1926, l'A.S.1. Alla fine furono addirittura dieci i progetti che vennero ritenuti all'altezza dei requisiti richiesti; oltre all'A.S.1, l'AVIA FL.3, il Breda Ba.15, il CAB C.4, il CANT 26, il Caproni Ca.100, l' IMAM Ro.5, il Macchi M.70, il Magni Vittoria ed il Piaggio P.9.
.

 
 
 

 19-12-2017