Spagna (1940-1945)
RARA BUSTINA ORIGINALE DA UFFICIALE DELLA MILIZIA UNIVERSITARIA SPAGNOLA 1941
Prezzo: Euro 350,00 - cod. nr. 19702
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
L'uniforme della Milizia Universitaria Spagnola raffigurata nel volume "Germany Spanish Volunteers 1941-1945" della Osprey
La Milizia Universitaria Spagnola venne ufficialmente creata con una legge del 1940 anche se i giovani studenti si erano già messi in evidenza nell'assedio di Toledo. Nel 1941 ricevettero la loro prima uniforme di colore grigio chiaro con mostrine rosse e bottoni dorati.
Sulla bustina era cucito il simbolo del SEU (Sindacato Espanol Universitario) che aveva fortemente voluto la sua creazione, costituito da un aquila bianca con sul petto un grande scudo a scacchi bianco celesti e, sulla testa, il simbolo della Falange.
Per gli ufficiali il fregio era più piccolo per lasciare il posto alle stelle dorate che indicavano il grado. In questo caso una stella centrale ad indicare il grado di Sottotenente.
Moltissimi di questi studenti parteciparono come volontari alla spedizione in Russia, a fianco degli alleati tedeschi, nei ranghi della Division Azul. Questa bustina apparteneva ad un giovane ufficiale dell'epoca.

Conscio del debito che aveva verso la Germania, Franco pianificò la creazione di una divisione di volontari che andassero a combattere il comunismo nella sua propria patria. Il comando della Divisione fu affidato al Generale Augustin Munoz Grandes che all'epoca aveva 45 anni ed un passato di combattente durante la Guerra Civile.
Il 25 luglio 1941 la Division Azul fu ufficialmente designata come 250.ma Divisione di Fanteria della Wermacht con un organico di 641 ufficiali, 2272 sottufficiali e 15.780 soldati. Il 31 la Divisione sfilò in parata davanti ad Hitler per prestare il giuramento che fu però modificato specificando che l'obbedienza al Fuhrer era dovuta solo "nella battaglia contro il Comunismo".
La Divisione fu inviata sul fronte russo del nord dove il Maresciallo von Leeb stava accingendosi ad accerchiare Leningrado. Ebbe il suo battesimo del sangue a Possad dove perse ben 140 uomini. Dopo esser stata impiegata in numerosi combattimenti, nel settembre del 1943 la Divisione prese posizione nei dintorni di Leningrado che resisteva all'accerchiamento tedesco dal 1941 quando Hitler aveva decretato che tutti i suoi 3.000.000 di abitanti dovevano essere sottomessi.
Verso la fine del mese il colonnello Esteban, che aveva sostituito Munoz Grandes al comando dela Divisione vene informato che i suoi uomini sarebbero stati rimpatriati per essere rimpiazzati dalla Legione Volontari Spagnoli o “Blau Legion”. Nota come Legion Espanola de Voluntarios (L.E.V.), era comandata dal colonnello Navaho e fu assegnata alla 121.ma divisione dell'esercito tedesco. Nel marzo del 1944 ,tuttavia, il governo spagnolo ordino' il ritorno in patria anche di questa forza simbolica. In circa due anni di guerra la Divisione Azul soffrì 12.726 perdite tra cui 3.934 caduti, 8466 feriti e 326 dispersi. 
 

   

29-3-2019