Italia (1940-1945)
MEDAGLIA SMALTATA 48° DIVISIONE DI FANTERIA "TARO" IN GRECIA 1940-1941
Prezzo: Euro 350,00 - cod. nr. 17380
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Bellissima medaglia realizzata in bronzo e smalti policromi, commemorativa della 48° Divisione di Fanteria "Taro". La medaglia misura 39,5 mm di diametro ed è in perfette condizioni di conservazione mostrando solo una piccolissima scalfittura nello smalto blu, peraltro quasi invisibile. E' corredata del suo nastrio bianco/azzurro originale d'epoca.
Sul dritto è raffigurata un'ampia valle circondata da montagne i cui picchi sono tutti indicati con il proprio nome greco e corrispondono ad altrettante battaglie sostenute dalla Divisione. Nella parte alta cielo bianco-azzurro a smalto. In basso il nome del fabbricante "BOERI - ROMA".
Sul rovescio in alto la corona reale con un nodo Savoia e sotto in lettere maiuscole "DIVISIONE "TARO" e "AVANTI AD OGNI COSTO".
Sul bordo corre la frse: "CAMPAGNA DI GRECIA 28-10-40-23-4-41-XIX" inclusa tra due fasci littorio.
In basso il nome dell'incisore "R.IACCARINO".

La Divisione "Taro" trae origine dalla Brigata di Fanteria "Taro" costituita a Verona il 16 aprile 1916 per far fronte alle esigenze della prima guerra mondiale che la vide impegnata nei durissimi combattimenti sul Coni Zugna, sul Passo Buole e sul Mesnjak.
Per il comportamento tenuto dalle proprie unità nel corso dei combattimenti di Passo Buole, la Brigata viene citata sul bollettino di guerra n. 371 del 31 maggio 1916.
Nel corso dell'offensiva austro-tedesca dell'ottobre del 1917, impegnata in durissimi scontri è ripetutamente costretta a ripiegare, fino a quando, travolta e fortemente decimata nella battaglia di Caporetto, viene disciolta il 21 novembre 1917. Ricostituita il 26 febbraio del 1918 è dislocata nella zona della Val Lagarina, sul Colletto Verde e sul versante orientale del Monte Grappa, dove rimane in linea fino all'armistizio del 4 novembre.Fu disciolta definitivamente nel febbraio del 1919.

Il 12 settembre 1939 con il 207° e 208° Reggimento Fanteria della Brigata "Taro" e con il 48° Reggimento Artiglieria da campagna viene costituita a Catanzaro la Divisione di Fanteria "Taro" (48^). Nel corso del secondo conflitto mondiale riceve alle dipendenze anche la 164^ Legione CC.NN. d'Assalto.
All'inizio del secondo conflitto mondiale la Divisione viene inviata nella zona di Civitavecchia. Poi nel novembre del 1940 trasferita a Bari e destinata a Durazzo in Albania. Le unità vengono subito inviate in linea alla frontiera greco-albanese, nella zona di Pogradec; il 207° Reggimento alle dipendenze della Divisione "Venezi" ed il 208° con la Divisione "Arezzo".
Il Comando della Divisione "Taro", con altre unità provvisoriamente assegnate, si schiera nell'area della Valle Shkumbini dove viene impegnata in continui ed aspri combattimenti. Nel giugno del 1941, al termine delle ostilità con la Grecia (23 aprile 1941), viene trasferita nel Montenegro e schierata a presidio delle zone di Cettigne, Antivari, Niksic, Danilovgrad, effettuando operazioni di rastrellamento e scontrandosi in intensi combattimenti contro forze partigiane.
Nell'agosto del 1942 la Divisione viene rimpatriata e dislocata nella zona di Alessandria-Novi Ligure.
Trasferita in territorio francese nel settore a nord di Tolone assume, oltre al controllo del territorio interno, anche la vigilanza della fascia costiera tra Capo Brun e Capo Cavalaire, rimanendovi fino al 1943. La Divisione "Taro" si scioglie nel settembre del 1943 in conseguenza degli eventi scaturiti dalla proclamazione dell'armistizio.
 

 9-3-2017