Germania fino al 1918
"EISERNEKREUZ 2.KLASSE" ( CROCE DI FERRO 2.CLASSE ) MARCATA "K.O." CON RARO ATTESTATO DEL 1916
Prezzo: Euro 240,00 (attestato + croce ) - cod. nr. 23416
L'anello marcato "K.O." ad indicare il fabbricante "Königliches Münzamt Abteilung Orden" di Stoccarda
Il Generalleutnant Ernst von Hoeppner, comandante della 75.Reserve-Division
Eccezionale combinazione di oggetti di grande interesse storico-militare: una "Eiserne Kreuz 2.Klasse" (Croce di Ferro di 2.Classe) della prima guerra mondiale, marcata "K.O." in eccezionali condizioni di conservazione, e soprattutto il raro attestato di conferimento della decorazione rilasciato il 16 agosto 1916 e firmato a penna comandante della 7.Komp. Res. Infanterie Regiment  Nr. 251 (7. compagnia del 251. Reggimento di Riserva di fanteria) .
L'attestato riporta anche il timbro originale a tampone del reggimento ed è stato emesso Im Felde (O.U.), cioè sul campo di battaglia in località sconosciuta. presso il Comando del reggimento. Destinatario della decorazione era l'Unteruffizier Albert Karl Schubries
appartenente alla 7°compagnia del Reserve Infanterie Regiment N° 251 che faceva parte della 75.Infanterie Division del Generalleutnant Ernst von Hoeppner.
Il comandante del Reggimento era il Major von Thadden.

Ernst Wilhelm Arnold von Hoeppner era nato il 14 gennaio 1860 a Tonnin, nell'isola polacca di Wollin che divide, assieme alla vicina isola di Usedom, la laguna di Stettino dal mar Baltico.
Dopo aver frequentato la scuola per cadetti di Potsdam, nel 1879 entrò a far parte del Magdeburgische Dragoner-Regiment Nr. 6 a Stendal con il grado di Sottotenente. Dopo aver frequentato la Scuola di Equitazione di Hannover e l'Accademia Militare divenne ufficiale di stato maggiore come capitano di uno squadrone di dragoni. Promosso Major nel 1903 e Oberstleutnant nel 1906, assunse il comando del 1. Kurhessische Husaren-Regiment "König Humbert von Italien" Nr. 13.
Promosso Oberst nel 1909, divenne Generalmajor nel settembre 1912 e comandante della 4. Kavallerie-Brigade.

Nell'agosto del 1914 divenne Capo di Stato Maggiore della 3a Armata sotto il generale Max von Hausen, in seguito sotto il generale Karl von Einem. Il 14 febbraio 1915 fu nominato comandante della 17.Reserve Division. Promosso a Generalleutnant, Hoeppner era a luglio capo dello stato maggiore della 2.Armee Nell'aprile 1916 fu trasferito alla guida della 75.Infanterie Reserve Division.

Il 12 novembre 1916 su incarico del Kaiser Guglelmo II, divenne "Kommandierenden Generals der Luftstreitkräfte“ (Comandante Generale delle Forze Aeree). Per i suoi servizi venne decotrato con l'Ordine Pour le Merit.

Dopo la rivoluzione di novembre, Hoeppner fu, dall'aprile 1919, comandante generale del XVIII. Corpo d'Armata. Con il suo scioglimento, il 30 settembre 1919, Hoeppner si ritirò dal servizio militare attivo e fu nominato General der Kavallerie della riserva. Hoeppner ritornò nella sua tenuta a Gross-Mokratz sull'isola di Wollin, dove scrisse le sue memorie e vi morì tre anni dopo (il 26 Settembre 1922) di influenza spagnola.


La 75.Infanterie Division faceva parte della 10.Armee al momento dello scoppio della prima guerra mondiale con la quale fu schierata sul fronte orientale il 3 febbraio 1915 partecipando all'offensiva invernale in Masuren. L'offensiva invernale fu una vittoria tedesca, e fu anche usata propagandisticamente nel Reich tedesco. Ma, misurato sulle aspettative di Ludendorff, fu solo un successo parziale. Il capo di stato maggiore del Fronte Orientale aveva pianificato di distruggere completamente la 10a Armata russa in una seconda Tannenberg, per poi avanzare attraverso lo spazio nemico fino a Bialystok. Sebbene la decima armata russa fosse stata sconfitta, fu in grado di evitare l'accerchiamento completo. I tedeschi erano avanzati fino a 150 km e quindi avevano espulso le ultime truppe russe dal territorio tedesco, ma la capacità offensiva delle forze russe era rimasta ancora consistente.
Per tutto il 1915 la divisione continuò a combattere sul fronte orientale a Narew-Bobr, Grodno, e Wilna. Nel 1916, dal 4 agosto al 31 ottobre, venne impegnata nella battaglia di Kovel. La Russia aprì la cosiddetta offensiva di Brusilow contro il fronte orientale delle potenze centrali nel giugno del 1916. Uno dei loro obiettivi era conquistare l'importante nodo ferroviario di Kovel. Tuttavia, questo attacco fu respinto con grandi perdite. Proprio durante questi combattimenti l'Unteroffizier Albert Karl Schubries ricevette la sua Croce di Ferro di 2.Classe. Il 12 novembre 1916 il Generalleutnant von Hoeppner lasciò il comando della divisione al Generalleutnant Arthur von Eisenhart-Rothe.

Alla fine di giugno del 1917, il ministro della guerra russo Alfred Kerensky aveva convinto la maggior parte dei soldati russi della necessità di una nuova offensiva. L'offensiva che progettava era di iniziare contro il sud-ovest del Fronte Orientale, dove l'offensiva di Brussilow non aveva avuto successo un anno prima. Dal momento che i tedeschi avevano anche ritirato le truppe dalla loro ala meridionale per la cattura pianificata di Riga, un'offensiva russa sembrava avere molte probabilità di successo.  L'obiettivo dell'offensiva era la conquista di Lemberg, che era già stata l'obiettivo dell'offensiva Brussilow dell'anno precedente.
Il fallimento di questo piano fu il presupposto per l'avvio dei negoziati di pace di Brest-Litovsk e la premessa per la Rivoluzione di Ottobre.
Il 1° settembre 1917 la divisione fu impegata nella conquista di Riga e subito dopo trasferita sul fronte occidentale come riserva della 7.Armee.  Dal 21 marzo al 9 aprile 1918 partecipò alla grande offensiva in Francia partecipando poi alle battaglie della Somme e dell'Oise, lungo la linea Sugfrido, nella Champagne e del Maas per ritornare infine in patria il 12 novembre.


La Croce di Ferro è forse la più conosciuta e storicamente ricca delle decorazioni tedesche. La sua tradizione inizia quando, nel 1813, il Re Federico Guglielmo III di Prussia, la istituì durante la Guerra di Liberazione contro Napoleone. Benchè fosse una decorazione di campagna militare, essa fu nuovamente istituita nel 1870 durante la guerra franco-prussiana e di nuovo nel 1914 per la Prima Guerra Mondiale.
Sul dritto è riprodotta la corona di Prussia, una grande W centrale e l'anno 1914 in basso. Sul rovescio ancora la corona con le iniziali del Re, le foglie di quercia el'indicazione dell'anno di creazione dell'onoreficienza, il 1813, sul braccio inferiore. E’ costruita in tre pezzi: il ferro centrale e due bordi di “German Silver” (una lega di rame, zinco e nickel) saldati insieme cosi' da lasciare visibile solo una sottilissima linea di congiunzione che ,oggi, ne attesta l'originalita' insieme con il numero di perline presenti su ogni bordo affilato della croce. Questo esemplare, magnetico e assolutamente originale, e' in eccezionali condizioni di conservazione cosi' come il pezzo del nastro di sospensione che la accompagna, essendo entrambi databili al periodo bellico. E' marcato sull'anello con la sigla "K.O." che sta ad indicare il fabbricante "Königliches Münzamt Abteilung Orden" di Stoccarda
.

. 

 6-1-2018