Germania (1919-1945)
"STURMABZEICHEN" (DISTINTIVO DI ASSALTO GENERICO) CON ATTESTATO FIRMATO DAL GENERALOBERST VON WEICHS COMANDANTE DELLA 2.ARMEE
Prezzo: Euro 300,00 (attestato+Distintivo ) - cod. nr. 23377
Il Generalfeldmarschall Maximilian Freiherr von Weichs, primo comandante della 2.Armee e firmatario dell'attestato con il grado di Generaloberst
Il generale von Weichs in Francia insieme al Feldmarschall von Rundstedt
I generali Wilhelm List e Maximilian von Weichs al processo di Norimberga
 
Questo raro lotto comprende un documento firmato da uno dei protagonisti dell'assedio di Stalingrado e della sconfitta germanica che segnò le sorti della seconda guerra mondiale. Il lotto è, infatti, costituito da un esemplare originale in ottimo stato dello "Sturmabzeichen" (Distintivo di Assalto Generico) insieme con l’attestato di conferimento firmato a penna dal Generaloberst von Weichs, Oberbefehlshaber der 2.Armee (Comandante in Capo della 2°Armata).
Il distintivo è stato conferito il 10 marzo 1942  al Oberegefreiten (Caporalmaggiore) Willi Buchmann in forza alla 1./Pi.Btl.654   (1° Compagnia del Battaglione Pionieri 654).
Il documento risulta essere stato emesso "A.H. Qu." (Quartier Generale d'Armata ) e porta il timbro del l'Armee Oberkommando 2 (Comando Generale della 2° Armata).
Nel marzo 1942 la 2.Armee era stata assegnata all'Heeresgruppe Sud e partecipava alle battaglie difensive nell'area di Kursk. E' quindi probabile che la decorazione sia stata assegnata per merito durante queste battaglie.

Il Pionier Batallion 654 venne costituito il 25 gennaio 1940 a Beelitz nel Wehrkreis III su tre compagnie. Fu creato come battaglione alle dipendenze dirette di un Heersgruppe, ricevendo gli effettivi da altre unità. Inizialmente il battaglione venne inviato sul fronte occidentale ma, dal 1941, prese parte alla Campagna di Russia come unità della 2.Armee dell'Heersgruppe Sud. Comandante del Battaglione era l'Hauptmann (Capitano) Karl Kallinowsky, successivamente trasferito al comando del Pionier Batallion 37 ed infine promosso Oberst (Colonnello) il 9.11.1944.
Per tutto il 1942 la 1./Pi.Btl.654 fu assegnata all'Infanterie Division 45 che faceva parte delle unità alle dipendenze della 2.Armee. Nel 1944/45 il Pionier Batallion 654 combattè inizialmente sulla Vistola e più tardi sull'Oder con la 9.Armee.

La 2.Armee o AOK 2 ( Armee Oberkommando 2) venne costituita il 20 ottobre 1939 rinominando l'AOK 8 durante il trasferimento dalla Polonia al confine occidentale. Durante la campagna di Francia, sotto il comando del General der Kavallerie Maximilian Freiherr von Weichs, e alle dipendenze dell'Heeresgruppe A, avanzò attraverso il Lussenburgo e il Belgio fino alla Francia del Nord. Qui rimase come forza di occupazione e controllo fino al 2 luglio quando venne richiamata in patria. . 
Dal 28 marzo al 18 aprile 1941 partecipò alla Campagna dei Balcani, rimanendo poi come forza di occupazione in Yugoslavia fino al 13 giugno 1941.
Il 2 luglio 1941 entrò in combattimento sul fronte orientale partecipando alla battaglia di Bialystock-Slonim. In agosto fu posta alle dipendenze dell'Armeegruppe Guderian partecipando alle battaglie di Kiev, Vyazma e Bryansk e prendendo parte alla Battaglia di Mosca. All'inizio del 1942 fu assegnata all'Heeresgruppe Sud partecipando alle battaglie difensive nell'area di Kursk. Dal 4 giugno al 19 luglio 1942 assunse temporaneamente il nome di Armeegruppe Weichs, che ne aveva riassunto il comando dopo un mese di pausa. Il 15 luglio l'armata passò sotto il comando del General der Infanterie Hans von Salmuth e, fino a metà novembre partecipò alle battaglie difensive nell'area di Voronezh e del Don.
Il 4 febbraio del 1943 venne posta alle dipendenze dell'Heresgruppe Mitte e il comando venne assunto dal General der Infanterie Walter Weiss, mentre l'armata era impegnata nelle battaglie difensive d'inverno. Da quel momento l'armata partecipò a tutte le battaglie difensive nel settore dell'Heeresgruppe Mitte fino al 12 marzo 1945 quando il comando passò al General der Panzertruppen Dietrich von Saucken mentre combatteva a Danzica e Weichsel. Fino al 5 marzo prese parte alla difesa di Graudenz per poi ritirarsi in Prussia orientale combattendo a Hela, Weichsel Delta e Samland, prima di arrendersi alle forze russe l'8 maggio 1945.

Maximilian Freiherr von Weichs era nato il 12 November 1881 a Dessau in Sassonia, da una famiglia aristocratica. Entrato a far parte del 2.Reggimento di Cavalleria bavarese nel 1900, frequentò la Scuola Di Guerra di Monaco nel 1910 e partecipò alla prima guerra mondiale come ufficiale di Stato Maggiore. 
Rimasto nell'esercito, nel 1927 divenne ufficiale di stato maggiore, mentre nel 1930 ottenne il grado di colonnello. Nel 1933 fu promosso Generalmajor e gli fu assegnato il comando della 3ª divisione di cavalleria, che divenne poi nel 1935 la prima formazione corazzata della Wehrmacht: la 1. Panzer-Division. Nel 1938 fu promosso Generaleutnant e divenne comandante del XIII Corpo d'armata che guidò in Austria durante l'Anschluss, in Cecoslovacchia e successivamente nella campagna di Polonia.
Dopo la resa della Polonia venne nominato comandante in capo della 2.Armee con la quale prese parte alla Campagna di Francia, al termine della quale fu decorato con la Ritterkreuz e promosso Generaloberst. Sempre con la 2.Armee partecipò all'occupazione dei Balcani nell'aprile 1941 e all'Operazione Barbarossa, inserito nell'Heersgruppe Mitte. La 2.Armee combattè vittoriosamente a Kiev, Smolensk, Wyazma e Bryansk, ma nel momento di massimo sforzo von Weichs si ammalò e dovette abbandonare il comando fino al gennaio 1942.
Il 13 luglio 1942, nell'ambito dell'operazione "Fall Blau" von Weichs assunse il comando dell'Heeresgruppe B con il compito di catturare l'area manifatturiera di Stalingrado. L'offensiva si arrestò ai sobborghi della città e il 19 novembre i sovietici lanciarono una controffensiva che portò all'accerchiamento della 6.Armee di von Paulus. Il 27 novembre von Weichs venne sostituito dal Feldmarschall von Manstein e trasferito all'Heeresgruppe Don di nuova costituzione. Il 16 dicembre i russi lanciarono una nuova poderosa offensiva che investì le truppe di von Weichs, tra le quali l'8.Armata italiana che fu costretta ad una ritirata rovinosa. Il 24 gennaio 1943 l'Armata Rossa lancò una nuova offensiva che disfece le ultime difese tedesche: gli unici a sfuggire all'accerchiamento furono i resti della 2.Armee. L'heeresgruppe Don non esisteva più e fu sciolto ufficialmente il 12 febbraio 1943. Maximilian von Weiche, appena nominato Feldmarschall insieme a Paulus, Ewald von Kleist e Ernst Busch, fece una visita di congedo ad Hitler e venne posto nella Riserva in attesa di un nuovo incarico. Dopo circa 6 mesi si vide assegnare il comando dell'Heeresgruppe F , di stanza in Jugoslavia e Grecia, con il compito di combattere i partigiani e difendere la penisola balcanica da un eventuale sbarco alleato. Il suo ultimo compito fu quello di guidare la ritirata dei suoi uomini fino alla resa avvenuta il 25 marzo 1945 in mano agli americani. Arrestato, fu accusato di crimini di guerra nei confronti della popolazione jugoslava e greca. Durante il processo di Norimberga, a causa delle sue precarie condizioni di salute, gli fu evitata la detenzione e fu allontanato prima che venisse emessa la sentenza. Morì a Burg Rosberg, vicino a Bonn, il 27 settembre 1954.

Questo distintivo non è marcato ma è un raro esemplare originale conosciuto nel mondo collezionistico anglo americano come "Deep Pan" (Padella profonda) nella versione stampata. Ancora oggi non è stato possibile individuare il fabbricante.

Disegnato dall'atelier di Wilhelm Ernst Peekhaus a Berlino, l' "Allgemeine Sturmabzeichen" fu istituito dal Generaloberst von Brauchitsch il 1 giugno 1940. Originariamente era stato pensato come distintivo riservato ai pionieri ma fu ben presto esteso alle truppe di artiglieria e alle unita' anti-tank e anti-aeree che partecipavano ad un assalto in funzione di appoggio delle truppe di fanteria e corazzate. A questi si aggiunsero anche gli infermieri in azione durante l'assalto. I criteri per l'assegnazione erano i seguenti:
1) Non essere insignito del Distintivo d'Assalto della Fanteria
2) Aver preso parte a tre assalti in tre giorni differenti
3) Essere stati feriti durante l'assalto.
Per gli artiglieri e i Panzerjaeger il criterio di assegnazione richiedeva che essi fossero stati attivamente partecipi di un assalto o direttamente responsabili della rottura delle linee nemiche.
A differenza degli altri distintivi di combattimento, lo Sturmabzeichen solo raramente e' stato marcato dai numerosi fabbricanti con il loro logo o con il numero di LDO ( una L seguita da un numero ) corrsipondente e solo un fabbricante l'ha marcato con il numero di Praesidialkanzlei.
La firma autografa del Generaloberst Maximilian Freiherr von Weichs, comandante della 2.Armee
Il Generaloberst Hans von Salmuth, secondo comandante della 2.Armee Il Generaloberst Walter Weiss, terzo comandante della 2.Armee
 
Il General der Panzertruppen Dietrich von Saucken, ultimo comandante della 2.Armee  
 
   

31-12-2018