Germania (1919-1945)
RARISSIMA FASCIA DA BRACCIO ( WAFFEN-SS ARMELSTREIFFEN ) ORIGINALE DELLA 2./SS-STANDARTE "GERMANIA" DI PRIMO TIPO CON EXPERTISE
Prezzo: venduto - cod. nr. 20834
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

L'SS-Obergruppenfuehrer Karl Maria Demelhuber, primo comandante della SS-Standarte "Germania" quando era SS-Standartenfuehrer e soprannominato "Tosca" dai suoi uomini dal nome della sua colonia preferita
Felix Steiner in divisa da Gruppenfuhrer quando comandava la SS-Division "Wiking.  
Un SS-Unterscharfuehrer indossa una fascetta nella prima versione con lettere gotiche identica a questa.  

Rarissima fascia da braccio ( Waffen-SS Armelstreiffen ) originale appartenuta ad un membro della 2./SS-Standarte "Germania", realizzata in stile RZM con i tipici 7 fili d'argento a bordatura superiore ed inferiore con la scritta in gotico "Germania" con filo di cotone argento-bianco per sottufficiali e truppa.
All'interno della fascia è presente l'etichetta originale in stoffa posta dal fabbricante come previsto dall'RZM
( Reichszeugmeisterei ), l'Ente che autorizzava la produzione dei riconoscimenti e dei segni distintivi destinati al partito, che riporta la sigla "RZM 722/36 SS" che indica il fabbricante e l'anno di produzione.
In questo la fascetta è stata tagliata di una parte, probabilmente per essere cucita ed indossata su una uniforme, ma ha mantenuto intatta la parte finale con l'etichetta del fabbricante.

La SS-Standarte "Germania" faceva parte della SS-VT-Division ( SS-Division Verfungstruppe ), le truppe d'assalto a disposizione di Hitler e Himmler, venendo formata nell'agosto del 1934.
Era inizialmente conosciuta come  "SS-Standarte 2" delle SS-Verfungstruppen, ma venne insignita del nome onorifico di "Germania" durante le Giornate del Partito di Norimberga del 1936 quando ricevete i colori e l'autorizzazione  di indossare la fascetta da braccio con il nome dell'unità. Queste fascette di primo tipo erano state realizzate con ricamo a mano in fili di alluminio per gli ufficiali e a macchina in cotone bianco-argento per i sottufficiali e la truppa.

Nel corso della mobilitazione che precedette l'invasione dei Sudeti nell'ottobre 1938, le standarte "Deutschland" e "Germania" vennero posti sotto il comando dell'esercito e presero parte alle operazioni. Tutte le Standarten della SS-VT divennero alla fine del'anno reggimenti motorizzati e, nella primavera del 1939, vennero impiegate per completare i ranghi di un certo numero di divisioni corazzate che invasero la Cecoslovacchia. La "SS-Standarte 2" ando' a formare, con altre unita', la Panzerdivision Kempf che in futuro diventera' la 2.Panzer-Division "Das Reich".
Allo scoppio della guerra la SS-Division Verfungstruppe partecipò con i suoi tre reggimenti all'invasione della Polonia e poi alla campagna di Francia. nell'autunno del 1940, Himmler incaricò il Brigadefuehrer Felix Steiner di formare, addestrare e comandare una nuova divisione SS di volontari provenienti dall'Olanda, Danimarca, Norvegia e dalla Vallonia belga ( ai quali si aggiunsero anche i volontari finlandesi nel 1941 che formarono un battaglione nel 1942 ) che inizialmente assunse il nome di SS-Infanterie Division (mot) "Germania". Poiche' cio' creava confusione con il reggimento dello stesso nome, il 20 dicembre 1940 la divisione assunse il nome di SS-Division (mot.) "Wiking".
Il 3 dicembre 1940 la SS-Verfugungsdivision prese il nome di "Deutschland" creando evidente confusione con l'omonimo reggimento per cui il 28 gennaio 1941 venne denominata "Reich" fino al 1942 quando venne rinominata "Das Reich". Perse da subito l'SS-Standarte "Germania" che andò a formare i ranghi della "Wiking" venendo rimpiazzato dalla 11. SS-Totenkopfstandarte.
La SS-Division (mot.) "Wiking" venne .elevata al grado  di Panzergrenadier Division nel novembre 1942 ed infine ebbe la sua definitiva designazione come 5.SS-Panzer Division "Wiking" nell'ottobre del 1943. La SS-Standarte "Germania", in forza alla nuova divisione, assunse il nome definitivo di SS-Panzergrenadier Regiment 9 "Germania".

In virtù di una disposizione del Reichsfuehrer SS del settembre 1939, tutte le fasce che presentavano le iniziali "SS" a caratteri latini, dovevano utilizzare, per l'avvenire, le S runiche. Il 12 dicembre, un secondo provvedimento riguardante le sole Waffen-SS, stabilì che tutte le scritte fino ad allora realizzate in caratteri gotici da stampa, dovevano essere in futuro a caratteri romani, con la sola eccezione della fascia "Adolf Hitler" che conserverà i caratteri gotici manoscritti, cioè la scrittura "Suetterlinschrift".  La fascia ha l'etichetta "RZM" che appariva fino al 1943 sulle fasce di questo tipo prima che venissero introdotte le fasce tipo "BeVo" che segnarono anche l'abbandono delle fasce differenziate a seconda del grado.
Nel settembre del 1942 tutti i membri della Divisione "Wiking" dovevano indossare le

nuove fasce con  il nome della  divisone anche se erano stati precedentemente autorizzati ad indossare le vecchie fasce reggimentali. In realtà, come dimostrano le foto d'epoca, alcuni ufficiali e sottufficiali continuarono ad indossare la loro vecchia fascia a caratteri gotici, senza seguire le indicazioni ufficiali.


La fascia delle Waffen-SS era destinata al personale militare di ogni grado, facente regolarmente parte della formazione considerata, fatta eccezione per le reclute recentemente incorporate. In tempo di pace il distintivo aveva lo scopo di sanzionare il compimento dell'addestramento e di sottolineare l'onore di appartenere a un corpo d'elite a pieno titolo. In tempo di guerra l'attribuzione avveniva al termine del periodo di istruzione, svolto in un reparto di guarnigione o al momento della destinazione. Nel caso di personale già incorporato in una unità operativa, il conferimeneto aveva luogo in forma solenne, ove le circostanze lo consentivano.
La fascia era portata con tutte le uniformi del tempo di pace, cucita sulla parte inferiore della della manica sinistra. In tempo di guerra, nell'ambito delle Waffen-SS, figurava solo sulla giubba feldgrau o nera per gli equipaggi dei blindati, cucita a 14,5 cm. dall'orlo della manica e sul cappotto feldgrau. Ne era consentito l'uso anche su di un capo da ufficile, la giubba estiva bianca. .

La fascia è accompagnata dall'expertise con Garanzia di Autenticità rilasciata dal Prof. Antonio Scapini, studioso e ricercatore del periodo, autore di libri sulla militaria tedesca e moderatore del prestigioso forum americano "Wehrmacht Awards Forum, che ha saputo raccogliere intorno a sè un nucleo di esperti italiani, europei e americani che, di volta in volta, mettono a disposizione la loro specifica conoscenza dell'oggetto sotto esame. Essendosi dedicato per anni allo studio di questa particolari reperti storici, confrontandosi con i più famosi collezioinisti mondiali, Scapini è oggi il più autorevole esperto italiano del settore.
 
La SS-Division "Wiking" venne ufficialmente formata nel dicembre 1940 sotto il comando del Brigadefuhrer Felix Steiner. Inizialmente fu chiamata "Germania" ma il nome venne modificato in "Wiking" nel gennaio 1941. La divisione fu pronta per l'azione in aprile del 1941 ed ebbe il suo battesimo di fuoco il 29 giugno a Tarnopol in Galizia come parte dell'Heeresgruppe Sud. In agosto la divisione combatte' sul fiume Dnieper nel tenativo di stabilire una testa di ponte. Subito dopo si mosse verso Dniepropetrovsk e poi fino a Rostov.
Nell'inverno 1941 la divisione fu rimandata indietro sulla linea del fiume Mius dove trascorse i mesi invernali. Durante l'offensiva tedesca della primavera del 1942 la Wiking combatte' nel Caucaso spingendosi profondamente a sud e rimanendo in questa regione fino alla primavera del 1943 quando venne rinominata SS-Panzergrenadier-Division "Wiking" passando al comando dell'Obergruppenführer Herbert Gille. Nell'ottobre 1943 la divisione assunse il nome definitivo di 5.SS-Panzer-Division "Wiking". Durante l'estate e la fine del 1943 la divisione combatte' su posizioni difensive nell'area di Kharkov e del fiume Dnieper. Quando i sovietici lanciarono la loro massiccia offensiva contro l'Heeresgruppe Mitte nel giugno 1944, la rapidità dell’avanzata sovietica provocò l’accerchiamento di un gran numero di truppe della Wermacht. La Divisione Wiking e la Brigata Wallonien, guidata da Leon Degrelle, furono intrappolate nella sacca di Korsun-Cherkassy in un episodio simile a quello di Stalingrado, ma riuscirono a sfondare pur perdendo il 60% degli uomini. Per questa azione Gille ricevette, primo uomo delle Waffen-SS, la Croce di Cavaliere con foglie di quercia e spade. I resti della divisione vennero organizzati in un Kampfgruppe che fu presto trasferito in Polonia per ricostituire la divisione sotto il comando dell'Oberführer Edmund Deisenhofer che lo tenne solo pochi mesi lasciandolo allo Standartenführer Rudulf Mühlenkamp fino al 10.9.1944 quando ne assunse il comando il suo ultimo comandante l'Oberführer Karl Ullrich. Durante questo periodo i sovietici erano avanzati verso la Vistola e Varsavia.
La ricostituita Wiking prese parte ai disperati tentativi di bloccare l'avanzata russa insieme con la 3.SS.Panzer-Division "Totenkopf" e la 19.Panzer-Division. La Wiking riusci' a respingere le forze avversarie fuori da Varsavia e oltre la Vistola dove il fronte si stabilizzo' fino al gennaio 1945. Nel dicembre 1944 la divisione era gia' stata trasferita a sud nel tentativo di liberare i 45.000 tedeschi che erano circondati a Budapest. I tentativi della Wiking andarono avanti per due settimane ma non riusci' a raggiungere la citta' per la forte opposizione sovietica cosi' non le rimase che ritirarsi verso ovest dove si arrese alle truppe alleate a Freistadt in Austria il 5 maggio 1945.
La Wiking, che e' stata riconosciuta come la miglior formazione combattente di tutto il secondo conflitto mondiale, si guadagno' il rispetto del nemico tanto che si racconta della seguente esclamazione di un generale russo: "Se il nemico e' una divisione SS allora dobbiamo inviargli contro un Corpo d'Armata, se e' la Wiking e' meglio inviare un'Armata". .

I comandanti della 5.SS-Panzer Division "Wiking"  ( Foto tratta dal sito Foro della Segunda Guerra Mundial )

 20-3-2057