Italia (R.S.I.)
RARISSIMA CARTOLINA STAMPATA NEL 1944 PER L'ARRUOLAMENTO NELLA G.N.R. E NELLE SS ITALIANE 
Prezzo: Euro 150,00 - cod. nr. 23175
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Autoritratto caricaturale eseguito da Daniele Fontana negli ultimi anni della sua vita, dopo aver essere stato colpito da paresi
Bellissima ed estremamente rara cartolina originale stampato a cura del Nucleo Propaganda della Repubblica Sociale Italiana nell'aprile 1944 per l'arruolamento volontario nella Guardia Nazionale Repubblicana e nelle SS italiane. I
La cartolina non è firmato ma è stato disegnato da Daniele Fontana, uno tra gli artisti più famosi impiegati a fini di propaganda durante il periodo della seconda guerra mondiale.
E' in eccezionali condizioni di conservazione, senza macchie, scolorimenti o altri difetti.
E' stata probabilmente stampata negli stabilimenti poligrafici del Resto del Carlino a Bologna dove è stato stampatoa anche il manifesto con lo stesso soggetto in 50.000 copie, a partire dall'aprile del 1944 quando iniziò l'opera di arruolamento di volontari nell diverse forze armate della RSI.

La cartolina raffigura in primo piano due soldati dei due eserciti alleati, un tedesco delle Waffen-SS e un milite della G.N.R., che vanno insieme all'assalto. In alto le parole "Onore, Combattimento, Vittoria" e, a destra, i fregi stilizzati delle due unità di appartenenza.
La sua funzione era evidentemente quella di invitare i giovani ad arruolarsi nella G.N.R. o nelle nuove formazioni delle SS italiane.  Lo stesso soggetto è stato riprodotto per intero all'interno del volume "Repubblica Sociale - I Manifesti" pubblicato da Novantico Editrice a cura di Ernesto Zucconi. Si tratta sicuramente, insieme con le cartoline delle SS italiane e delle Brigate Nere, di una delle più rare tra quelle del periodo RSI.

Il Minculpop (Ministero della Cultura Popolare) della R.S.I., guidato da Mezzasoma, gestiva ideazione e produzione dei messaggi propagandistici attraverso il Nucleo Propaganda, diretto da Giorgio Almirante in qualità di Capo di Gabinetto del Ministro, che scelse di concentrare gli sforzi su manifesti e volantini mobilitando grafici, illustratori, compositori e addetti stampa.
La riorganizzazione dello stato nella nuova repubblica fascista sul finire del 1943, forniva i canali indispensabili per la diffusione capillare e tempestiva in tutte le città e province della grande mole di materiale eterogeneo di propaganda edito dal Ministero e dalla "Propaganda Staffel" tedesca sotto forma di manifesti murali, volantini, opuscoli, cartellini, cartoline, calendari, libri, giornali, ripiegati, numeri unici e persino giochi, mobilitando grafici, illustratori, compositori e addetti stampa.


Daniele Fontana era nato a Milano nel 1900. E' stato disegnatore, illustratore e pittore. Ha lavorato spesso a Roma, dividendosi tra l’attività di disegnatore satirico e illustratore e quella di pittore figurativo e di genere. In queste vesti ha partecipato all’Esposizione Nazionale di Milano (1923, 1925), all’Esposizione Sindacale (1928, 1932), diventando ospite fisso alla rassegna de La Permanente.
Grande caricaturista ha collaborato a "Il Travaso delle idee" e con il Bertoldo realizzando tra il 1930 e il 1935 insieme a Petronio e Braghi i primi cortometraggi a cartoni animati pubblicitari come Cuor Contento. Sua è però anche la raffigurazione di "donna turrita" dell’Italia, per anni simbolo ufficiale del governo e dello stato italiano. Colpito da paresi, trascorse un lungo periodo di sofferenza. E' morto a Sala Comacina, Como, nel 1984.
Pochi mesi dopo, quasi tutta la sua produzione, nella ristrutturazione dei locai, viene gettata via. Destino comune a molti, e che ha portato a perdere la maggior parte della produzione satirica e pubblicitaria italiana di quegli anni. ( Notizie biografiche ricavate dal sito "Il Museo Immaginario" )

 
   

13-11-2018