Germania (1919-1945)
MEDAGLIA AL VALORE AERONAUTICO IN ARGENTO CONFERITA AD UN PILOTA TEDESCO
Prezzo: Euro 600,00 - cod. nr. 21994

Bellissima medaglia in argento "Al Valore Aeronautico" completa del suo nastro originale  e con il nome del decorato inciso sul retro.
Il destinatario della medaglia era un pilota tedesco di nome Richard Kolb ed infatti la medaglia proviene proprio dalla Germania.
La "Medaglia al valore Aeronautico", in oro, argento o bronzo è una delle più rare in assoluto. 
Istituita con R.D. 27-11-1927, n° 2297, era destinata a chi avesse compiuto atti di coraggio e di filantropia a bordo di aeromobili in volo. 

Le medaglie d'oro e d'argento erano destinate a ricompensare coloro che, in circostanze particolarmente difficili, avevano compiuto atti di coraggio e dimostrata singolare perizia esponendo la loro vita, durante il volo, ad eccezionale pericolo.

Per la medaglia d'oro era richiesto il concorso di circostanze tali da rendere l'atto compiuto meritorio e commendevole in sommo grado e la condizione essenziale che ne fosse derivato grande onore all'Aeronautica italiana. La medaglia di bronzo era destinata a ricompensare atti di coraggio e perizia compiuti senza grave e manifesto pericolo di vita. La medaglia al valore aeronautico poteva essere concessa alla memoria di colui che avesse perduto la vita nel compiere una azione ardita e generosa a bordo di un aeromobile in volo.

Dapprima destinata esclusivamente per atti personali venne estesa nel 1939 anche ai Reparti, ai Comandi e agli Enti che "partecipando collettivamente ad imprese aviatorie particolarmente difficili, abbiano contribuite ad aumentare il prestigio dell'Aeronautica italiana".
La medaglia veniva conferita dal re su proposta del Ministro Segretario di Stato per l'Aeronautica che, all'atto del conferimento rilasciava un certificato indicante il nome del premiato, il fatto che aveva dato motivo al premio, la data e il luogo ove era avvenuto il fatto stesso.

Questa importante decorazione poteva essere rilasciata anche a piloti di altri stati e parecchie furono le medaglie assegnate a piloti tedeschi. Le medaglie al valore conferite ai tedeschi hanno caratteristiche del tutto differenti da quelle conferite nello stesso periodo ai militari italiani, i valori aereonautici in particolare se vogliamo ancor di piu' perchè non erano mai modelli Zecca ma modelli Pagani in bronzo argentato , come in questo caso, e non venivano quasi mai incise in italia ma quasi sempre in Germania. Questo spiega lo stile di incisione al pantografo che è completamente diverso da quello manuale utilizzato nelle medaglie italiane. Altra caratteristica è
l' omissione, come da regolamento tedesco, di data e luogo del fatto eroico compiuto dal decorato.
Richard Kolb doveva aver ricevuto, insieme alla medaglia, anche l'attestato ufficiale nel quale il suo grado era indicato come "Capitano" in italiano anzicchè "Hauptmann" in tedesco. La nota precisione teutonica ha fatto sì che l'incisione rispettasse quanto scritto nell'attestato, senza tradurre il grado.

Le nostre ricerche ci hanno condotto ad un Richard Kolb, maggiore della Riserva della Luftwaffe e comandante del Flak-Abteilung 91 (motorized ) che è stato decorato con la Ritterkreuz il 12 novembre 1941. Fin qui sembrerebbe poco probabile che un ufficiale al comando di una unità contraerea, seppur della Luftwaffe, abbia potuto meritare la decorazione italiana riservata al personale di volo, ma, nel volume di uno studioso tedesco, universalmente riconosciuto come "Bibbia" dei decorati con la Ritterkreuz, ci sono altre informazioni utili.

Veit Scherzer nel suo volume del 2007 "Die Ritterkreuzträger 1939–1945 Die Inhaber des Ritterkreuzes des Eisernen Kreuzes 1939 von Heer, Luftwaffe, Kriegsmarine, Waffen-SS, Volkssturm sowie mit Deutschland verbündeter Streitkräfte nach den Unterlagen des Bundesarchives", attribuisce allo stesso Richard Kolb una precedente esperienza di volo nelle seguenti unità: 1./Nahaufklärungsgruppe 2 in qualità di pilota-osservatore e 2./Fernaufklärungsgruppe 5 in qualità di pilota. Questo Gruppo di Ricognizione a breve raggio venne formato in Russia nei primi mesi del 1943 e quindi può essere probabile che abbia meritato la Medaglia al Volore Aeronautico per qualche azione congiunta con i piloti italiani della Regia Aeronautica e che all'epoca avesse il grado di Capitano. Il Flak-Abteilung 91 (motorized ) venne ricostituito nel luglio del 1944 dopo che il Le.Flak-Abt.91 fu annientato a Stalingrado. Si può supporre che il comando sia stato affidato a Richard Kolb, dopo la sua promozione a Major, richiamandolo dai ranghi del personale di volo, vista anche la scarsità di velivoli a disposizione della Luftwaffe nel luglio del 1944.

 

 1-3-2017