Italia (1940-1945)
RARISSIMO DISTINTIVO "PUNEMAIU?" DELL'AUTOAEREOGRUPPO DI MANOVRA C.S.I.R. IN RUSSIA
Prezzo: Euro 1200,00 - cod. nr. 20912
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Questo distintivo è uno dei più misteriosi e poco conosciuti da quasi tutti i collezionsiti, pochi dei quali hanno avuto l'opportunità di vederlo e ancora meno sono quelli che lo possiedono. E' stato realizzato dalla ditta milanese Fratelli Lorioli nel 1942, partendo da un bozzetto inviato da un loro vecchio dipendente che in quel momento si trovava sotto le armi in Russia nelle file dell'Autoaereogruppo di Manovra - C.S.I.R. della Regia Aeronautica.
Il distintivo è stato realizzato in metallo argentato e smaltato, a forma di scudo con spilla posteriore e copri spilla ritondo con il marchio della Lorioli. Sul fronte è rappresentata una ruota di autocarro con la scritta "AUTOAEROGRUPPO MANOVRA - C.S.I.R". Dalla parte superiore della ruota sorgono: un'ala che fuoriesce dallo scudo, una svastica, un fascio littorio la cui scure spezza una falce e martello. Nella fscia superiore dello scudo una scritta in maiuscolo: "PUNEMAIU?".
Il distintivo misura 30 mm di altezza e 22 mm di larghezza.

Si trattava dell'aviere scelto autista Cesare Cinquini,che nel febbraio del 1942 ordinava alla sua ditta, con il beneplacito del suo Comandante che evidentemente ne conosceva i trascorsi civili, un distintivo da distribuire al personale del reparto. L'dea gli era venuta rientrando alla sede del reparto, come dice in una sua lettera, dopo "...4o giorni fuori per percorrere solo 300 chilometri..." (in Russia, in febbraio) in modo da avere un distintivo di reparto che distinguesse i suoi appartenenti "in un eventuale rientro in patria".
Cinquini ordina subito 600 pezzi inviando uno splendido bozzetto a colori che i grafici della Lorioli provvedono solo a ridurre per renderlo della dimensione voluta. Complessivamente ne furono ordinati 900 pezzi, 600 il 24.2.1942 e gli ultini 300 il 6.7.1942.
Oggi, sotto il profilo collezionistico, questo quantitativo limitatissimo ne determina la rarità ma, allora, sembravano forse troppi per un reparto tutto sommato abbastanza piccolo.
In realtà questi autogruppi di manovra dell'Aeronautica erano costituiti per esigenze logistiche in zona d'operazioni, di solito con aerei BA 65 e autocarri Lancia 3RO. Il personale di rotazione era numeroso, tra equipaggi di volo e di strada, quindi il numero di 900 era più che adeguato.

Infine, quello che rende misterioso questo distintivo è quella parola strana "PNEMAIU?" con il punto di domanda alla fine. La parola è scritta con lettere dell'alfabeto latino ma in russo si pronuncia "PANIMAIU?" E vuol dire "Hai capito?".
I nostri soldati in Russia avevano un libretto che distribuiva il comando supremo di lessico Russo-Italiano. La frase "Hai capito?" doveva essere detta mille volte al giorno per comunicare con la popolazione russa, tanto da rappresentare un qualcosa di talmente importante in quel periodo della loro vita da volerlo ricordare sul distintivo. Cinquini riuscì a tornarea casa dalla Russia e continuò a lavorare per la sua ditta.

( Informazioni storiche e collezionistiche tratte dall'articolo di Carlo Andrea Castellina pubblicato sul nr. 88  della rivista "Uniformi & Armi" del luglio 1998
 

 5-9-2015