Germania (1919-1945)
I valori stimati, laddove pubblicati, sono quelli risultanti da un'indagine conoscitiva svolta sui prezzi medi spuntati nelle transazioni effettuate sui mercati internazionali negli ultimi sei mesi da oggetti analoghi e non hanno alcun valore commerciale.
Maggiori informazioni sulla reperibilità e disponibilità dei singoli oggetti, nel rispetto delle vigenti leggi in materia, verranno fornite su richiesta.
RARA "SS DOLCH" DAGA DI SERVIZIO ORIGINALE DELLE SS "MODELLO 1933" DEL PRIMO TIPO MARCATA "BOEKER"
Valore stimato: non disponibile - cod. nr. 23617
 
Il marchio del fabbricante sulla lama
Raro esemplare di"SS Dolch” (Daga di servizio delle SS - Schutzstaffel), modello 1933, in eccellenti condizioni di conservazione. La daga, introdotta ufficialmente il 15 dicembre 1933, è anche conosciuta come “Holbein Dolch” data la sua somiglianza con una daga svizzera del sedicesimo secolo riprodotta in un dipinto del pittore Hans Holbein.
L’impugnatura in ebano ospita il simbolo runico delle SS nella parte alta e l’aquila nazista in solido nickel argentato al centro. La lama in acciao inossidabile riporta sul dritto l’incisione "Meine Ehre heisst Treue" (Il mio onore si chiama fedelta') e sul rovescio, sotto l’elsa, il marchio del fabbricante "Boeker" di Solingen, uno dei sei soli fabbricanti autorizzati all'epoca a fabbricare le famose daghe d'onore SS con dedica autografa di Rohm.

Nel XVII secolo a Solingen esisteva un grande noce frondoso che forniva ombra alla piccola fabbrica della famiglia Boeker. Nel 1829 i proprietari, Hermann e Robert Boeker, decisero di aggiungere alla loro produzione, che impiegava ben 64 operai, anche le sciabole militari.
Nel 1869 la ditta assunse il nome di "HEINR. BÖKER & CO" e la sua produzione di primo livello divenne famosa nel mondo.
Nel 1925, durante un violento temporale, un fulmine colpì il noce e lo distrusse. Un maestro incisore della fabbrica realizzò un disegno stilizzato dell'albero che divenne il marchio di fabbrica.
Dopo le rovine della guerra la fabbrica venne lentamente ricostruita e la produzione indirizzata soprattutto negli USA dove il marchio chiamato "Arbolito" è diventato oggi conosciutissimo e sinonimo di grande qualità.

L'impugnatura in legno d'ebano naturale ha un contorno particolarmente liscio e piacevole al tatto con pochi segni d'uso. Il "bottone" con le rune delle SS, collocato in alto sull'impugnatura, e' posizionato ad ore 12.00, come in tutta la produzione Boeker, ed ha mantenuto tutta la smaltatura. L'aquila centrale e' realizzata in nickel argentato e presenta una fattura di eccezionale bellezza con dettagli perfetti.
L'impugnatura aderisce perfettamente alle guardie senza lasciare spazi cosi' come la guardia inferiore aderisce perfettamente alla bocca del fodero. 
Le "guardie" e il "cappuccio" sono stati realizzati in nickel lucidato e quindi non presentano punti di corrosione. La vite del cappuccio presenta i bordi ancora intatti e affilati il che lascia intendere che non sia mai stata svitata. Questo particolare, per molti collezionisti americani, è sufficiente ad accrescerne notevolmente il valore.  
La lama in acciao inossidabile riporta sul dritto l’incisione "Meine Ehre heisst Treue" (Il mio onore si chiama fedelta'). Le lettere dell'iscrizione sono ben dettagliate, anche se leggermente scure a causa dell'acido usato nel procedimento di incisione all'acquaforte e profondamente incise. Il marchio del fabbricante, posto appena sotto la guardia sulla faccia posteriore, e' assai definito e perfettamente leggibile ( Un bellissimo esempio della qualità espressa dal marchio "Boeker" con l'"Arbolito" è visibile a pagina 376 del 2° volume della serie "German Daggers of World War II" di Thomas S. Johnson ). Come in tutti gli esemplari del primo tipo la "spina" centrale, che corre al centro della lama per tutta la sua lunghezza, e' assai poco pronunciata.
Il puntale del fodero e l'imboccatura sono realizzati anch'essi in nickel lucidato e saldamente rivettati con i rivetti a testa tonda. La gola d'ingresso della lama nel fodero e' nettamente definita. Molto ben costruito e proporzionato l'anello di sospensione. Il fodero e' realizzato in lamierino di ferro verniciato di nero ed e' ben conservato (solo sui margini la vernice è in parte mancante per l'usura ).

Le caratteristiche costruttive della daga la indicano come sicuramente appartenente al "primo tipo" ( 1933-1934 ) anche se il fodero è verniciato invece che anodizzato. Trattandosi di una daga acquistata privatamente ( in quanto mancante del numero romano inciso sul retro della guardia inferiore che stava ad indicare che la daga aveva passato l'ispezione di uno dei tre centri di controllo delle SS ) è molto probabile che il suo possessore originale abbia preferito dotarla di un fodero verniciato che sicuramente garantiva una maggior lucentezza durante le parate. 
La lama misura 22 cm mentre la lunghezza complessiva della daga nel fodero è di 37 cm.
La daga è completa della cinghietta di sospensione originale realizzata in cuoio nero. Sulla fibbia metallica invece e' ben visibile la sigla "D.R.G.M" (Deutsches Reich Gebrauchsmusterschut) che stava per "Ufficio del Registro Tedesco" e il marchio "A" del fabbricante Assmann.
In conclusione una daga originale di eccezionale qualità, garamtita al 100% e un accessorio, altrettanto originale, in un'unica rara combinazione.
Cliccare sulle immagini per ingrandirle       ( Click on the images to enlarge them )
Vista frontale dell'impugnatura Vista posteriore dell'impugnatura
Bottone con le rune delle SS Aquila nazionale in nickel argentato
La perfetta chiusura tra la guardia e il fodero Puntale del fodero
Cappa del fodero in nickel argentato e attacco corto in cuoio Vista posteriore della cappa e attacco marcato Assmann
Il motto inciso sulla lama Il cappuccio