Germania (1919-1945)
I valori stimati, laddove pubblicati, sono quelli risultanti da un'indagine conoscitiva svolta sui prezzi medi spuntati nelle transazioni effettuate sui mercati internazionali negli ultimi sei mesi da oggetti analoghi e non hanno alcun valore commerciale.
Maggiori informazioni sulla reperibilità e disponibilità dei singoli oggetti, nel rispetto delle vigenti leggi in materia, verranno fornite su richiesta.
RARISSIMA "SS DIENSTDOLCH" (DAGA DI SERVIZIO DELLE SS ) MODELLO 1933" DEL PRIMO TIPO MARCATA "BOEKER ", NUMERATA E CON IL FILE DELL'SS-STANDARTENFUEHRER PROPRIETARIO
Valore stimato: fornito su richiesta - cod. nr. 23957
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
La daga completa del suo attacco corto originale
La guardia inferiore incisa con il numero di iscrizione nelle SS (1672)
Il marchio del famoso fabbricante "Boker" di Solingen, uno dei pochi autorizzati a produrre le daghe d'onore di Ernst Rohm
Il file con le fotocopie di tutti i documenti ritrovati nella ricerca effettuata sul possessore della daga, l'SS-Oberfuehrer Robert Wagner
La tessera di Robert Wagner con il grado di Standartefuehrer  contenuta nel file allegato alla daga
Il bottone con le rune SS perfettamente fissato al suo posto con la piccola scheggiatura dell'impugnatura
L'aquila in nickel posizionata al centro dell'impugnatura in ebano 
Sarà ben difficile per qualsiasi collezionista che ama gli accessori da parata delle SS, entrare in possesso di un'altra daga come questa che racchiuda tutti gli elementi che ne fanno un vero "oggetto del desiderio.
Non solo è in ottime condizioni di conservazione ma
si tratta di una daga "ufficiale", che presenta punzonato sul retro della guardia bassa, il numero "1672", cioè quello assegnato al suo possessore al momento dell'entrata nei ranghi delle SS. Questo numero di iscrizione accompagnava il membro delle SS per tutta la sua carriera militare e lo si ritrovava su tutti i documenti che lo riguardavano.
La daga è completa del suo attacco corto marcato sul cuoio "...30/41 e sulla parte metallica RZM "M5/71" ad indicare il fabbricante OLC (Overhoff & Cie. di Lüdenscheid), perfettamente funzionante.

Arriviamo adesso all'altra eccezionale caratteristica di questa daga: il marchio  posizionato sul lato posteriore della lama, del fabbricante "Heinrich Boeker" di Solingen, uno dei sei soli fabbricanti autorizzati all'epoca a produrre le famose daghe d'onore SS con dedica autografa di Rohm.
Il marchio veniva posizionato molto vicino alla guardia per lasciare lo spazio alla dedica autografa di Ernst Rohm "In herzlicher Kameradschaft" (Con cordiale cameratismo) seguita dalla firma "Ernst Rohm", all'epoca capo delle SA e delle SS. In questo caso la dedica è stata completamente abrasa mentre è rimasta ben visibile ilmarchio.
Gli esemplari di questo tipo ancora oggi esistenti, sono conosciuti nel mondo collezionistico con il nome di "Ground Rohm" (Rohm abraso), se il marchio è ancora presente, o "Totally Ground" se è stato completamente cancellato.

Nel XVII secolo a Solingen esisteva un grande noce frondoso che forniva ombra alla piccola fabbrica della famiglia Boeker. Nel 1829 i proprietari, Hermann e Robert Boeker, decisero di aggiungere alla loro produzione, che impiegava ben 64 operai, anche le sciabole militari.
Nel 1869 la ditta assunse il nome di "HEINR. BÖKER & CO" e la sua produzione di primo livello divenne famosa nel mondo.
Nel 1925, durante un violento temporale, un fulmine colpì il noce e lo distrusse. Un maestro incisore della fabbrica realizzò un disegno stilizzato dell'albero che divenne il marchio di fabbrica.
Dopo le rovine della guerra la fabbrica venne lentamente ricostruita e la produzione indirizzata soprattutto negli USA dove il marchio chiamato "Arbolito" è diventato oggi conosciutissimo e sinonimo di grande qualità.

A questo, che già sarebbe un elemento di eccezionale interesse collezionistico, si aggiunge il particolare che, grazie al numero inciso sulla guardia, siamo in grado di conoscere il nome, il grado e la carriera del suo originario possessore. l'SS-Oberfuehrer (Colonnello) Robert Wagner, nato il 7 aprile 1902 a Rehau in Baviera. La sua carriera nelle SS fu molto rapida: entrato nel corpo con il numero di iscrizione "1672", il 18.2.1932 fu promosso Sturmfuehrer (Sottotenente) e Obersturmfueher (Tenente) poco dopo. L'11 aprile 1932 era già Sturmhauptfuehrer (Capitano) e il 30.1.1933 Sturmbannfuehrer (Maggiore). Circa un anno più tardi, il 24.12.1933 raggiunse il grado di Obersturmbannfuehrer (Tenente Colonnello) assumendo il comando della 68.SS-Standarte di Amberg che mantenne fino al 27 gennaio 1938. Il 9.11.1934 venne promosso Standartenfuehrer (Colonnello) e successivamente SS-Oberfuehrer (Colonnello comandante di Brigata). Con il grado di Standartenfuehrer assunse il comando della 1.Stab des SS-Oberabschnitte Nord, cioè della compagnia comando dell'unità.
L'organizzazione delle Allgemeine-SS copriva tutto il territorio della Germania e dell'Austria con comandi regionali denominati SS-Oberabschnitte.
L'SS-Oberabschnitte Nord venne creata il 20 aprile 1940 e successivamente rinominata XIII SS-Oberabschnitt Ostsee a Stettino e XV SS-Oberabschnitt Nordsee ad Altona.

Le SS sono nate nel 1925 dalla fusione delle “Stabswache”, un’organizzazione di Guardie del Nazismo, con le “Stosstruppe”, le truppe d’urto, diventando il braccio armato d’elite del Partito Nazista.
A ciascun membro veniva assegnato un numero di iscrizione così che è possibile stabilire la data di arruolamento partendo dai primi numeri (Julius Shaub n.7 nel 1925, 1386 il 1 aprile del 1929, 4367 il 15 marzo 1930, 6123 il 16 marzo 1931, 36075 il 7 aprile 1932, 66769 il 18 giugno 1933) per arrivare al 463093 del 1 luglio 1943 e oltre. Possiamo quindi supporre che il possessore di questa daga sia entrato a farne parte tra la fine del 1929 e l'inizio del 1930.
Del resto le caratteristiche della daga la attribuiscono sicuramente al primo periodo di fabbricazione che va dal 1933 al 1935.

L’impugnatura in legno d'ebano naturale ospita il simbolo runico delle SS nella parte alta e l’aquila nazista in solido nickel argentato al centro. Presenta una piccola scheggiature vicino alla guardia superiore.
Il "bottone" con le rune delle SS, collocato in alto sull'impugnatura, ha lo smalto perfetto ed e' posizionato ad ore 12.00, come in tutta la produzione Boeker marcata con il simbolo dell'albero di noce. Le due rune piuttosto "grasse" che non toccano il cerchio interno, ne sono una evidente conferma.
L'aquila centrale e' realizzata in nickel argentato e presenta una fattura di eccezionale bellezza malgrado il lungo uso quotidiano della daga.

Il "cappuccio" e le due "guardie" che contengono l'impugnatura , sono realizzati in solido nickel (come tutte quelle delle daghe del primo tipo costruite dal 1933 al 1935) con superficie liscia e perfette scanalature e quindi non presentano punti di corrosione. Sul retro della guardia inferiore e' inciso il numero "1672" cioè quello assegnato a Robert Wagner al momento della sua iscrizione nelle SS.
La lama in acciao inossidabile riporta sul dritto l’incisione "Meine Ehre heisst Treue" (Il mio onore si chiama fedelta'). Le lettere dell'iscrizione sono ben dettagliate e profondamente incise, anche se hanno perso la colorazione scura iniziale derivante dall'acido usato nel procedimento di incisione all'acquaforte. Sui bordi delle singole lettere sono ancora visibili alcuni piccolissimi punti luccicanti (effetto "pimpling" in inglese) caratteristici di certa produzione di Boeker, come riportato a pagina 56 del volume "Exploring The Dress Daggers and Swords of the German SS" di Thomas T.Wittmann, forse il maggior esperto mondiale del settore. Sul retro sono ancora ben visibili le tracce della dedica di Rhom e della sua firma.
Come in tutti gli esemplari del primo tipo la "spina" centrale, che corre al centro della lama per tutta la sua lunghezza, e' assai poco pronunciata. Il codolo della lama, che si inserisce senza problemi all'interno dell'impugnatura, presenta un simbolo costituito da due frecce contrapposte che indicava il forgiatore della lama. La lama misura 22 cm mentre la lunghezza complessiva della daga nel fodero è di 37 cm. L'ingresso della lama nel fodero avviene in maniera perfetta senza alcuna difficoltà.
 

Il fodero e' realizzato in lamierino di ferro anodizzato come in tutte le daghe del primo tipo che si presenta leggermente opacizzato come accadeva molto spesso, ma senza alcun difetto. Il puntale del fodero e l'imboccatura sono realizzati anch'essi in nickel lucidato e saldamente rivettati con i rivetti a testa tonda. Una sola vite è stata sostitita. La gola d'ingresso della lama nel fodero e' nettamente definita. Molto ben costruito e proporzionato l'anello di sospensione. La "palla" in fondo al fodero non ha subito colpi, come invece si ritrova spessissimo in molti foderi delle daghe SS e SA a causa di cadute.
 
Le tracce ancora visisbili sul retro della lama della dedica di Rhom abrasa