Germania fino al 1918
DISTINTIVO DA BRACCIO DEL "FREIKORPS EPP" CON IL RARO ATTESTATO FIRMATO DALL'SS-OBERFUHERER REINHARD NEL 1936
Prezzo: venduto - cod. nr. 15477
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Il Generalleutnant Franz Ritter von Epp

Rarissimo attestato di appartenenza al Freikorps "Epp" rilasciato il 23 aprile 1936 al Leutnant d.R. Hanns Marklstetter in Marktredwick, firmato
dall'SS-Oberfuerher Wilhelm Reinhard, Bundesfuhrer della "Deutschen Reichskriegerbund- Kyffhauserbund" (Associazione Kyffhauser ) che raccoglieva tutti gli ex combattenti della prima guerra mondiale. Il colonnello Reinhard, nato nel 1869, proveniva dalle file dell'Esercito dove aveva eroicamente combattuto durante la prima guerra mondiale tanto da meritarsi la piu' alta onoreficenza militare prussiana: l'Orden "Pour le Merit". Reinhard, spreco' gran parte delle sue indubbie attitudini militari, nel tentativo di difendere il Kyffhauserbund dalle interferenze del Partito e per salvarne l'esistenza anche quando venne nominato prima Gruppenfuhrer e poi Obergruppenfuhrer delle SS. I suoi sforzi vennero vanificati nel 1943 quando Hitler sciolse di autorita' il Kyffhauserbund dopo la sconfitta di Stalingrado, volendo cosi' dimostrare tutto il suo disprezzo per i "militari" che nella sua mente lo avevano tradito.
Il bellissimo attestato è decorato con l'immagine stilizzata del famoso "Kyffhäuser-Denkmals", ancora oggi visibile  sui monti della Turingia, vicino alla citta' di Kassel, dove la leggenda collocava la tomba dell'imperatore Federico Barbarossa, che lì riposa pronto a svegliarsi quando la Germania chiama.


Il documento attestava l'appartenenza del Leutnant Marklstetter al Freikorps "Epp" dal nome del suo comandante, il Generalleutnant Franz Ritter von Epp. 
I Freikorps erano organizzazioni paramilitari composte da veterani della guerra organizzati in bande per combattere le sempre più frequenti rivolte comuniste che sconvolgevano la Germania nell'immediato dopoguerra. I Freikorps riuscirono a domare queste insurrezioni e la maggior parte dei loro membri andarono poi a comporre il nucleo delle Camicie brune, l'esercito del Partito nazista.


Il 10 febbraio 1919 Epp fu incaricato da Gustav Noske, membro del Consiglio dei Commissari del Popolo e poco dopo Ministro della Difesa del Reich, di istituire un Corpo libero bavarese per la guardia della frontiera orientale, ma il governo bavarese si oppose e ne proibiì la costituzione. Quando il governo socialista di maggioranza sotto Johannes Hoffmann dovette fuggire a Bamberg alla proclamazione della Repubblica Bavarese Sovietica il 7 aprile, 1919, il Freikorps von Epp aveva raggiunto la forza di un reggimento di 700 uomini.
Il 27 aprile il Freikorps von Epp si unì ad altre formazioni di volontari, tra le quali quella comandata da Erwin Rommel, e attaccò le Guardie Rosse. Già la sera del 2 maggio Monaco era stata completamente occupata e poco dopo la Reichswehr-Brigade 21 München del Generalleutnant Franz Ritter von Epp, forte di 30.000 uomini, mise praticamente fine alla neonata Repubblica Socialista Bavarese in un bagno di sangue che vide piu' di 600 militanti comunisti e socialisti uccisi. 

Il distintivo da braccio dei membri del Freikorps "Epp" con il leone bavarese, simbolo dell'unità
La firma autografa SS-Oberfuerher Wilhelm Reinhard,

 6-2-2019