Altri Paesi (U.S.S.R.)
USSR RARA MEDAGLIA PER LA DIFESA DI LENINGRADO 1942 CON FOTO E ATTESTATO ORIGINALE
Prezzo: venduto - cod. nr. 17126
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Eccezionale lotto di oggetti appartenuti ad un marinaio sovietico che parteciò alla difesa di Leningrado nel 1942, costituito dall'attestato di conferimento originale del 1943, dalla sua foto in divisa con sul petto appuntata la medaglia e dalla medaglia originale.
Questa medaglia fa parte della serie delle medaglie della “Difesa del Territorio Sovietico” emesse dall’USSR, durante la seconda guerra mondiale. Istituita il 22 dicembre 1942 per premiare coloro che avevano partecipato alla difesa della città di Leningrado per tutto il periodo dell'assedio tedesco.
La medaglia veniva concessa dal Presidio del Soviet sulla base di documenti attestanti la reale partecipazione alla difesa della città. Era riservata ai soldati dell'Armata Rossa, ai marinai, ai membri dell'NKVD ed anche ai semplici cittadini che avevano partecipato direttamente alle operazioni di difesa.Ne sono state assegnate circa 1470.000.

Sul fronte sono riprodotti tre combattenti: un soldato, un marinaio,un partigiano che avanzano con le baionette in canna e una donna, con il Palazzo d’Inverno stilizzato sullo sfondo. Una stella, in alto al centro, divide le parole russe in cirillico “Per la Difesa di Leningrado”. Sul retro al centro la frase russa, comune a tutte le medaglie di questa serie, ”Per la nostra Madrepatria Sovietica” con in alto il simbolo della falce e martello. 
La medaglia in bronzo dorato misura 32mm di diametro ed è del 1°tipo, conosciuto come "variazione 1" con l’anello saldato al corpo della medaglia e quindi riconoscibile come originale dell’epoca.
Il nastro era di color verde chiaro attarversato da una banda verticale azzurra, montato su l'abituale sospensione a 5 punte, ma il tempo trascorso ne ha sbiadito i colori. La medaglia è accompagnata dall'attstato di conferimento rilasciato nel 1943 che al centro riporta in rosso e in caratteri cirillici, la scritta "PER LA DIFESA DI LENINGRADO". Completa il lotto la foto del decorato in divisa da marinaio con la medaglia in evidenza, scattata nel 1943 come indica la data appuntata sul retro, probabilmente subito dopo aver ricevuto la decorazione.

L'assedio di Leningrado oggi San Pietroburgo (in russo: la difesa di Leningrado), durante la seconda guerra mondiale, durò dal 8 settembre 1941 al 27 gennaio 1944, data in cui si celebra ufficialmente la liberazione della città, mentre l'assedio ebbe termine il 18 gennaio 1944. L'ultimo collegamento ferroviario con Leningrado, prima dell'assedio, venne effettuato il 30 agosto 1941, quando i soldati tedeschi raggiunsero il fiume Neva. 
Le forze armate tedesche avevano invaso l'URSS durante l'Operazione Barbarossa il 22 giugno 1941, data che segnò l'inizio ufficiale del conflitto tra Germania e Unione Sovietica. Un secondo fronte bellico era stato anche aperto il 25 giugno quando i sovietici bombardarono alcune città della Finlandia segnando di fatto la continuazione della guerra Finno-Sovietica. Nel mese di agosto i finlandesi avevano riconquistato l'istmo di Carelia avvicinandosi a Leningrado da ovest e avanzando attraverso la Carelia a est del lago Ladoga per avvicinarsi alla città anche da nord. Da parte sua la Wehrmacht fece degli avanzamenti più rapidi ed in settembre giunse alle porte di Leningrado; nello stesso tempo i loro alleati avanzarono sino al fiume Svir, raggiunto nel mese di dicembre, a 160 chilometri a nord-est della città. L'armata tedesca si trovò ad assediare Leningrado, senza riuscire a conquistarla, per 900 giorni.
Le forze tedesche accerchiarono la città bloccando tutte le vie di rifornimento. Rimase aperto solo un piccolo corridoio verso il lago Ladoga che prese il nome di "Strada della Vita".
Il tentativo di conquista continuò con la denominazione di Operazione Spark, un'offensiva su larga scala partita il 12 gennaio 1943 contro le truppe russe, ma dopo cruente e feroci battaglie, l'armata rossa riuscì a distruggere le fortificazioni tedesche ed aprire un corridoio stradale sicuro verso il lato meridionale del Ladoga, riuscendo il 18 gennaio a far giungere rifornimenti alla città assediata.
Nel gennaio 1944 una decisa controffensiva russa riuscì a cacciare i tedeschi dalla zona sud della città ponendo di fatto termine al lunghissimo assedio; più tardi, nella stessa estate del '44 anche le truppe finlandesi vennero ricacciate al di là della Baia di Vyborg e del fiume Vuoski. In virtù del suo eroismo e delle sue vittime, Leningrado fu la prima città dell'Unione sovietica ad ottenere il titolo di Città eroina, conferitole nel 1945.

Manifesto di propaganda sovietico con quasi la stessa immagine riprodotta più yardi sulla medaglia.
Il testo dice: "Difenderemo la città di Lenin"
Cecchini russi prendono posizione sulle sponde del fiume
Prigionieri tedeschi vengono fatti sfilare per le vie della città
 

 11-7-2012