Italia ( 1940-1945 )
RARO DISTINTIVO ORIGINALE DELLA 158° DIVISIONE DI FANTERIA "ZARA" MARCATO "LORIOLI - 121"
Prezzo: Euro 200,00 - cod. nr. 18568
Raro distintivo originale indossato dai membri della Divisione "Zara" schierata nella provincia di Zara a nord di Sebenico fino al 1943.
Il distintivo, in metallo dorato e smalti, raffigura lo stemma della Dalmazia e porta sul retro uno spillo di sicurezza applicato su una piattina rotonda sulla quale è inciso il marchio del fabbricante "Lorioli Fratelli Milano" e il numero di conio "121". Questo ne dimostra l'assoluta originalità e rarità, distinguendolo da esemplari analoghi assai più comuni. Fu distribuito ufficiosamente ai militari della 158° Divisione di Fanteria "Zara" come simbolo della regione nella quale prestavano servizio. Il distintivo misura 30 x 16 mm ed è in eccezionali condizioni di conservazione.

Il rapido e vittorioso conflitto che coinvolse le forze dell'Asse in Jugoslavia nell'aprile del 1941, permise al Regno d'Italia l'annessione dei territori di Spalato e Cattaro con la conseguente costituzione di un Governatorato della Dalmazia Italiana, ufficializzato con il D.L. del 18 maggio 1941.
Questo territorio, che comprendeva anche la provincia di Zara, annessa all'Italia già nel 1920 con il trattato di Rapallo, venne affidato al Governatore Giuseppe Bastianini, il quale iniziò immediatamente l'opera di "italianizzazione" del territorio con il risultato di veder organizzate anche bande partigiane dalla popolazione slava ostile.
Le sole forze prefettizie non erano sufficienti a fornire un'adeguata protezione nè l'esrcito poteva dirottare truppe impiegate in complesse operazioni sullo scacchiere balcanico.
Bastianin i si vide costretto aiuto a Roma che inviò, nell'estate del 1942, quattro battaglioni della M.V.S.N. per fronteggiare la guerriglia. Questi rinforzi, comandati dal Console Ivan Scalchi, costituirono il Gruppo Battaglioni Camicie Nere Squadristi "Dalmazia" con compiti di controguerriglia.
Vennero inizialmente posti alle dipendenze del Gabinetto Militare del Governatorato agli ordini del Colonnello Eugenio Morra, ma quasi subito nell'agosto del 1942, passarono al XVIII Corpo d'Armata e, dopo pochi giorni, con la trasformazione delle "Truppe di Zara" in "158° Divisione di Fanteria", vennero accorpate in questa unità rimanendo sul territorio dalmato fino al settembre 1943.
Il Gruppo Battaglioni "Dalmazia" era formato dal Battaglione "Milano", dal LXVIII "Toscano", dal XCII "Tevere" e dal CLXX "Vespri Siciliani".
Ai militari della divisione venne distribuito ufficiosamente questo distintivo che veniva indossato, alla moda tedsca, sul taschino sinistro della divisa.

( Notizie storiche tratte dall'articolo a firma di Renzo Catellani apparso sul numero 36 del febbraio 1944 della rivista "Uniformi & Armi"
Ricostruzione dell'uniforme di un Seniore del VII Battaglione "Milano", che indossa il distintivo divisionale sul taschino sinistro. ( Da Uniformi & Armi nr. 36 )
 
   

 15-8-2013