Italia (1919-1939)
ECCEZIONALE MEDAGLIA A FORMA DI CIONDOLO RICORDO DEL 2° REGGIMENTO FANTERIA D'ASSALTO DELLA DIVISIONE "VOLONTARI DEL LITTORIO" IN SPAGNA
Prezzo: Euro 350,00 250 - cod. nr. 20884
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
l Generale Annibale Bergonzoli detto "Barba Elettrica" ( da "Guerra di Spagna" edito da Italia Editrice )
Bellissima e rara medaglia in metallo dorato e smalti policromi realizzata a ricordo delle imprese del 2° Reggimento d'Assalto della 4° Divisione d'Assalto "Volontari del Littorio".
Questo esemplare ha forma di un triangolo con una catena fissata all'angolo superiore che ha un piccolo scudo di metallo dorato all'altro lato. Lo scudo veniva infilato nell'asola del taschino della giubba o sahariana.

La medaglia è stata coniata dalla Ditta Lorioli di Milano nel 1937 e misura 36 mm per lato. All'apice superiore è presente una piccola sbeccatura dello smalto, quasi invisibile
Sul fronte e' rappresentato un fascio littorio centrale su fondo rosso con alla base la scritta in caratteri dorati "2°Rto LITTORIO". Appena sopra la scritta, a sinistra, sono elencati i nomi delle battaglie alle quali ha partecipato il reggimento: Guadalajara, Orduna, Santander, Aragona e Monte Rey.
Sulla destra la data "A XV XVI EF" su tre righe. La parte alta del fascio è attraversata dal motto del reggimento "oso l'inosabile".
Sul retro, su fondo blu, il simbolo della Falange al centro con sotto il motto "!ESPANA! UNA GRANDE LIBRE" su due righe. Tutt'intorno ai lati del triangolo corre un motivo lineare con i colori rosso e giallo della Spagna.

La 4° Divisione Volontari "Littorio" era composta esclusivamente da volontari provenienti dal Regio Esercito. Formata nel 1937, fu sempre presente in Spagna fino all'aprile del 1939. Comandante della Divisione era il generale Annibale Bergonzoli, noto con il nomignolo "Barba Elettrica", al quale fu conferita la Medaglia d'Oro al Valor Militare per i combattimenti che portarono alla conquista di Santander il 26 agosto 1937. Si distinse particolarmente anche nella sfortunata battaglia di Guadalajara tanto che il Generale Bergonzoli fu l'unico dei comandanti di divisione a non essere sostituito da Mussolini.
Il 2° Reggimento Fanteria d'Assalto "Osa l'inosabile" era guidato dal Colonnello Ugo Sprega e costituito da tre battaglioni di Fanteria d'Assalto, una batteria d'accompagnamento da 65/17 e una sezione genio artieri. Al comando di reggimento rispondeva anche il Battaglione Mitraglieri Divisionale "Volontari del Littorio" del Maggiore Antonio Luciano.

Dal 1° al 26 luglio 1938, il C.T.V. ( Corpo Truppe Volontarie ) in Spagna venne impiegato nelle operazioni cosiddette di "Levante" con la seconda battaglia dell'Ebro. Si crearono così le premesse per la battaglia di Catalogna. Dal 19 al 22 settembre le truppe del C.T.V. ebbero modo di distinguersi nelle azioni della Sierra del Javalambre. Nel frattempo gli avvenimenti politici e militari, realativi all'appoggio internazionale dato ad entrambi i contendenti, ebbero ulteriori sviluppi.
Per quanto riguarda il C.T.V. il Generalissimo Franco emanò, in data 1° ottobre 1938, un decreto con effetto immediato con il quale ordinava il licenziamento dei Legionari italiani con più di 18 mesi di campagna. Analogamente i repubblicani avevano provveduto alla smobilitazione delle Brigate Internazionali. Il 2 dello stesso mese, presso il campo di aviazione di Logrono, Franco pronunciò un discorso, distribuì le "Medallas Militares" e passò in rassegna Generali, ufficiali, sottufficiali e truppa del C.T.V. che dovevano rimpatriare, tra cui i Generali Bergonzoli e Francisci.
Il 5 ottobre 1938 le divisioni "Volontari del Littorio" e "Fiamme Nere-XXIII Marzo" vennero considerate non più facenti parte del C.T.V.

Venne frattanto decisa la costituzione di una nuova divisione, la Divisione d'Assalto "Littorio" con reparti dell'Esercito che formarono il 1° Reggimento e con Camicie Nere non rimpatriabili della Divisione "Fiamme Nere-XXIII Marzo" e del 3° Reggimento della "Volontari del Littorio" che andarono a formare il 2° Reggimento su quattro battaglioni.  Alla battaglia di Catalogna, dal 23 dicembre 1938 all'8 febbraio 1939, partecipò tutto il C.T.V.
Il 25 gennaio venne occupata Barcellona, mentre il 4 febbraio vi fu l'occupazione di Gerona. Il 21 febbraio si svolse a Barcellona una grande parata militare alla cui testa, per volere di Franco, sfilarono le rappresentanze di tutte le unità del C.T.V.
Il Corpo Legionario terminò le operazioni il 29 marzo con l'occupazione di Albacete da parte della Divisione d'Assalto "Littorio". Il 30 raggiunse Alicante, ultima meta mediterranea. Il 1 ° aprile 1939 la Guerra Civile di Spagna terminava. Era iniziata il 18 luglio 1936.
( Notizie storiche tratte dal volume "Il Corpo Volontario Italiano durante la Guerra Civile Spagnola 1936-1939" di Ernestino Chiappa ). 
 
   
 

1-8-2015