Germania (1919-1945)
FOTO ORIGINALE D'AGENZIA DI VON RIBBENTROP AMBASCIATORE A LONDRA NEL 1936
Prezzo: Euro 120,00 - cod. nr. 24757
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Bellissima foto di agenzia di Joachim Ribbentrop, scattata a Londra, quando era l'ambasciatore della Germania nazista. La foto, è stata scattata dal fotografo dell'agenzia Baratt's, probabilmente durante un ricevimento all'ambasciata visto l'abbigliamento formale di Ribbentropp in abito da sera con sulla giacca le sue decorazioni in formato mignon. Misura 12 x 16 cm..
Ribbentrop conobbe Hitler nel 1929, ma si unì al Partito Nazionalsocialista solo nel 1932. Grazie alla sua conoscenza degli affari esteri venne fin dall'inizio adibito ad incarichi di carattere diplomatico all'interno del partito. La presa del potere da parte di Hitler fu resa possibile anche grazie a Ribbentrop, il quale convinse il suo amico Franz von Papen ad accordarsi con i nazisti.
Ribbentrop fu incaricato da Adolf Hitler di creare una sorta di "ministero della propaganda segreto", con il compito di divulgare l'ideologia nazista nei "salotti bene" nella Germania degli anni trenta.

Il primo incarico diplomatico ufficiale di rilievo lo ricevette nel 1935 quando negoziò con il Belgio il trattato di neutralità del paese. Nel 1936 fu incaricato di recarsi a Londra per impedire all'Inghilterra di intervenire in favore della regione della Renania, appena occupata dall'esercito tedesco. Divenne ministro degli esteri nel 1938 in sostituzione di von Neurath, nell'ambito di una radicalizzazione in senso anti-britannico della politica estera tedesca, e conservò tale carica fino alla fine della seconda guerra mondiale. Nel 1939 Ribbentrop ottenne quello che sarebbe stato il suo più grande successo diplomatico. Nell'agosto di quell'anno si reca in Unione Sovietica per ottenere un patto di "non aggressione" tra la Germania nazista e Stalin. L'impresa riesce, il 23 agosto il ministro degli esteri sovietico Molotov firma il trattato. Ribbentrop rientra in patria con un prezioso documento che consentirà ad Hitler di potere preparare con calma la guerra contro le democrazie occidentali, dopo aver temporaneamente allontanato la minaccia dell'Unione Sovietica.
Il 1º settembre la Wehrmacht entra in Polonia, comincia così la seconda guerra mondiale. Con l'acuirsi del conflitto, il ruolo della diplomazia conosce un forte declino. Il colpo di grazia alla carriera diplomatica glielo fornisce proprio colui che lo aveva elevato ad un rango politico così elevato: Adolf Hitler. Nel giugno del 1941 parte l'invasione dell'Unione Sovietica. Il Patto Molotov-Ribbentrop non ha più valore, la più grande vittoria diplomatica di Ribbentrop sparisce per sempre.
 
 

2-8-2020