Germania ( 1919-1945 )
RARO DOCUMENTO UFFICIALE FIRMATO DAL GAULEITER DI DRESDA MARTIN MUTSCHMANN NEL 1937
Prezzo: Euro 140,00 - cod. nr. 17978
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Il Gauleiter di Dresda Martin Mutschmann, firmatario del documento
Le foto segnaletiche scattate nel carcere della Lubjanka a Mosca prima del processo e della sua esecuzione
Martin Mutschmann è stato uno dei più importanti Gauleiter del Terzo Reich, avendo governato, per volere di Hitler, la Sassonia dal 1924 fino alla caduta del Reich. Nato il 9 marzo 1879 a Hirschberg in Turingia, si trasferì giovanissimo con la famiglia a Plauen in Sassonia. Qui fece studi commerciali lavorando poi in diverse fabbriche di pizzi e tessuti di lino a Plauen, Herford e Colonia. Dopo aver completato il servizio militare dal 1901 al 1903, fondò una propria fabbrica di merletti a Plauen alla quale se ne aggiunsero in seguito altre.
Nel 1922 partecipò alla Giornata di Coburg del 14 ottobre, quando Hitler, alla testa di 800 uomini della SA arrivò in città per una manifestazione del suo partito. Qui ebbero luogo violentissimi e sanguinosi combattimenti con i dimostranti filocomunisti che si risolsero con la vittoria dei nazisti. Da allora in poi questa data venne celebrata come "Giornata tedesca di Coburgo". Mutschmann finanziò il Nsdap con i suoi proventi industriali per i primi anni finchè ottenne da Hitler la nomina a Gauleiter della Sassonia, una delle regioni più grandi e ricche della Germania. Il 1° agosto 1930 fondò un giornale di partito "Parteizeitung Der Freiheitskampf".
A causa del suo impegno economico personale e della Grande Depressione, i suoi affari andarono male e le sue fabbriche andarono incontro al fallimento nel 1931. Quando però Hitler prese il potere due anni dopo, le sue sorti personali si ripresero immediatamente. Dopo aver vinto una lotta intestina contro il primo ministro della Sassonia, Manfred von Killinger caduto in disgrazia dopo l'uccisione di Rohm, il 5 maggio 1936 prese il suo posto diventando "Reichsstatthalter" ( Primo MInistro o Governatore ) della Sassonia.
Era un fanatico sostenitore dell'ideologia nazista ed aveva sviluppato un particolare odio verso gli ebrei e le istituzioni democratiche. Utilizzò il suo potere per distruggere i suoi nemici, anche se erano conoscenze personali, come nel caso di Hermann Liebmann, ex ministro degli interni della Sassonia e presidente dell'SPD di Lipsia, che fece incarcerare e torturare a morte.
La sua figura tozza, il suo carattere irascibile e l'uso scurrile del dialetto sassone ne fecero l'eroe di un fumetto satirico che lo identificava come Re Mu. Mutschmann era anche un appassionato cacciatore e fu anche capo dell'Associazione Cacciatori della Sassonia per la quale fece costruire una "Guest House" che fu conosciuta come "Villa Mutschmann".
Durante la guerra trascurò la costruzione di rifugi per la popolazione civile, ma nel 1943 si fece costruire un bunker privato presso la sua residenza privata di Dresda. Fu ritenuto responsabile per non aver provveduto a difendere la città di Dresda dal terribile bombardamento del 13 e 15 febbraio 1945.
Il 1° maggio 1945 Mutschmann era a Dresda e cercò di organizzare una giornata di lutto per la morte di Hitler. Fuggito pochi giorni dopo attraverso i monti dell'Erzgebirge, trovò rifugio presso un contadino del posto. Il 16 maggio 1945 venne arrestato a Tellerhaeuser dalla polizia locale e consegnato alle autorità militari sovietiche che lo trasferirono nella prigione della Lubjanka a Mosca dove venne processato da un tribunale militare il 20 gennaio 1947 e impiccato il 14 febbraio. Durante il processo negò tutti i capi di imputazione meno quello di essere stato responsabile dell'uccisione di 13.720 persone con gravi difetti fisici e mentali, avvenuta nel sanatorio "Sonnnestein" di Pirna tra il 1940 e il 1941 ( oggi monumento pubblico ) che riteneva essere stato un "sollievo per la nazione".

Il documento in questione, firmato a penna da Martin Mutschmann e redatto su carta intestata ufficiale con l'emblema rotondo del Terzo Reich in rilievo, è una lettera di promozione di un insegnante di primo livello al grado di Rettore delle scuole elementari della Sassonia e recita: "Ho nominato l'insegnante superiore Erich Kurt Braeuer, nato il 18 novembre 1896 a Crottendorf i.Erzg., Rettore della Scuola Elementare sassone. Emetto questo documento nella convinzione che l'incaricato, per fedeltà al suo giuramento, eserciterà la sue funzioni fedelmente e all'altezza della fiducia che gli viene concessa da questo atto. Egli può godere della speciale protezione del Fuehrer e Cancelliere del Re. Dresda, 15 novembre 1937. In nome del Fuehrer e Cancelliere, per conto del Ministro della Scienza, Educazione e Cultura. Il Governatore della Sassonia Martin Mutschumann".
 

Mutschmann vicino ad Hitler durante una manifestazione del Nsdap a Dresda

( Foto di Steffen George tratta dall'album Wirtschaftspolitik Sachsens in der NS-Zeit 1933-1945 )

Reichsparteitag 1936 fuori della Luitpoldhalle in attesa del Führer: da destra il Ministerpräsident Göring, il Reichsleiter Schwarz, il Reichsminister Dr. Goebbels, il Reichsstatthalter Mutschmann e il Reichsorganisationsleiter Dr. Ley.
 
   

 22-3-2013