Italia (1919-1939)
MEDAGLIA DI GRATITUDINE NAZIONALE ALLE MADRI DEI CADUTI IN GUERRA 1921 TIPO A ON SCATOLA ORIGINALE
Prezzo: Euro 90,00 - cod. nr. 24109
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Questa medaglia venne istituita con il Decreto Reale n.800 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 maggio 1919. L'articolo 1 di questo decreto stabiliva che la medaglia venisse assegnata solo alle madri, sia legittime che naturali purchè avessero riconosciuto il figlio, che avevano perso il figlio in azione di combattimento contro il nemico o a causa delle realtive ferite riportate  nello svolgimento delle operazioni durante la Guerra 1915-18..
Il segno d'onore, modellato dallo scultore Giovanni Prini, era costituito da una medaglia coniata nel bronzo dei cannoni catturati al nemico con attacco del nastro a staffa.
La medaglia ha un diametro di 32mm e sul dritto raffigura in basso una figura maschile morente mentre al suo fianco una figura femminile gli mette in mano una corona di fiori. A sinistra in secondo piano una seconda figura femminile in atteggiamento dolente. Sul retro sono incise su otto righe le parole di un verso di Gabriele d'Annunzio: "IL FIGLIO/CHE TI NACQUE/DAL DOLORE/TI RINASCE 'O BEATA'/NELLA GLORIA/E IL VIVO EROE/'PIENA DI GRAZIA'/E' TECO".
La medaglia era sospesa mediante una staffa con un nastro grigio verde da 37 mm con al centro ricamato un piccolo tricolore. Con la successiva circolare  Ministeriale n. 184 del 23/3/1921 venne stabilito che il nastro fosse tramezzato i palo tra tre righe verticali di 2 mm di larghezza ciascuna nei colori nazionali italiani verde, bianco e rosso. La circolare sancì altresì che venisse posta simmetricamente sul nastro della decorazione, una coroncina in bronzo per ogni figlio caduto in guerra.

La coniazione della medaglia venne affidata, tramite appalti, alle imprese private più rappresentative del settore, le quali apposer al verso il loro marchio. Le ditte appaltatrici erano: Sacchini Milan, Stefano Johnson e la Fabbrica Medaglie Lorioli & Castelli (F.M.L. & C.). Questa medaglia è stata coniata da Johnson ed è classificata come "Tipo A" dal Brambilla. La medaglia è contenuta nella rara scatola dell'Associazione Nazionale Madri e Vedove dei Caduti, fornita dalla Casa di Benvenuto Cellini di Firenze. (Notizie storico collezionistiche tratte dall'articolo di Alberto Menichetti apparso sul nr. 71 della rivista Uniformi e Armi)
 
     

18-10-2019