Germania (1919-1945)
FOTO AUTOGRAFATA DAL GENERALE KARL RODENBERG COMANDANTE DELLA 76.INFANTERIE DIVISION DISTRUTTA A STALINGRADO
Prezzo: Euro 120,00 - cod. nr. 23926
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Un gruppo di generali tedeschi subito dopo la loro cattura a Stalingrado. Si riconoscono da sinistra il General der Artillerie Max Pfeffer, il Generalmajor Ulrich Vassol o Generalmajor Hans Wulz, il Generalmajor Hans Georg von Leyser, il Generalleutnant Heinrich-Anton Deboi, il Generalleutnant Arno von Lenski e il Generalleutnant Carl Rodenburg
Rara foto del Generalletnant Karl Rodenberg autografata dopo il 1955 quando fu rilasciato dalla prigionia russa dopo la sua cattura a Stalingrado.
Karl Rodenberg era nato il 17 maggio 1894 a Geestemünde b. Bremerhaven. Il 1° ottobre 1913 si arruolò come volontario nell'esercito del Ducato di Wuerttemberg diventando Leutnant del 5. Badisches Infanterie-Regiment Nr. 113.
Dopo la prima guerra rimase nell'esercito di Weimar. Nel 1925 fu trasferito al 14.Infanterie Regiment e nel 1927 promosso Hauptmann e comandante di compagnia. Rimase in questo reggimento per diversi anni con il gradi di Major fino al 1 aprile 1937 quando fu promosso Oberleutnant e comandante della scuola di fanteria di Doeberitz.

Il 1° gennaio 1940 fu nominato Oberst e comandante dell'Infanterie Regiment 203 con il quale partecipò alla Campagna di Occidente. e dal giugno 1941 a quella orientale.
Nominato Generalmajor il 1° aprile 1942 assunse il comando della 76.Infanterie Division. Per la sua guida durante l'offensiva del Volga fu insignito della Ritterkreuz l'8 ottobre 1942, venendo promosso Generalleutnant il 1° dicembre. Il 31 gennaio 1943 ricevette le Foglie di Quercia per la sua Ritterkreuz e nello stesso giorno fu catturato dai russi a Stalingrado. E' stato rilasciato dalla prigionia il 10 gennaio 1955 ritirandosi a Lubecca dove è morto il 5.11.1992.
Stalingrado 1943: il feldmaresciallo Paulus (a destra) firma la capitolazione di fronte al generale Rokossovsky e al maresciallo Voronov ( Foto tratta da Wikipedia )
 
 

14-6-2019