U.S.A.
BRACCIALETTO RICORDO "SICILY 1944 " ORIGINALE D'EPOCA APPARTENUTO AD UN SOLDATO AMERICANO SBARCATO IN SICILIA CON L'OPERAZIONE "HUSKY"
Prezzo: venduto - cod. nr. 16278
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Tutte le tappe dell'avanzata alleata in Italia

Questo braccialetto ricordo, realizzato in maniera artigianale, porta incisa sulla piastrina di alluminio la scritta "Sicily 1944". E' completo della sua catena a maglie metalliche d'uso a quell'epoca.
E' stato sicuramente realizzato da o per conto di un soldato americano
( proviene infatti dagli Stati Uniti ) della 7° Armata del Generale George S. Patton che, con l'8° Armata britannica, sbarcò in Sicilia tra il 9 e il 10 luglio 1943. E' probabile che il nostro G-men sia rimasto con le forze di occupazione in Sicilia durante il 1944 e che abbia voluto portare con sè un ricordo tangibile dell'impresa effettuata. Questo tipo di oggetti ricordo della Campagna d'Italia ( anelli, bracciali, ciondoli, ecc... ) era assai comune tra i soldati americani tanto che molti sono stati ritrovati lungo la linea Gotica e nei luoghi dove si sono svolte le più dure battaglie.
Le forze armate alleate che parteciparono alla Campagna d'Italia partirono dalla Tunisia per sbarcare in Sicilia nel luglio del 1943. La storia dell'avanzata alleata prosegue con lo sbarco sulle spiagge di Paestum e Salerno alle 0330 del 9 settembre 1943, lo sbarco di Anzio, la battaglia di Montecassino, la presa di Roma fino all'armistizio incondizionato delle forze tedesche. 

 

 

 

 
 

 25-11-2011