Italia ( 1919-1939 )
STUPENDA CROCE DELLA TERZA ARMATA CON "MEDAGLIETTA IN BRONZO "ARDISCO NON ORDISCO" PER GLI ARDITI E I LEGIONARI DI FIUME
Prezzo: venduto - cod. nr. 24668
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Bellissima croce della Terza Armata completa di nastro originale e rara medaglietta commemorativa in bronzo del diametro di mm. 22 appartenuta sicuramente ad un ardito del IX Reparto di Assalto che ha seguito D'Annunzio nell'impresa di Fiume.

La medaglia, coniata dalla fabbrica S. Johnson di Milano, è stata disegnata da G. Goletti che l'ha firmata sul fronte. Raffigura sul dritto la testa elmata di un Ardito con uno sfondo di fiamme. Sul retro il motto "ARDISCO NON ORDISCO" circondato dalla scritta "ARDITI D'ITALIA XXIV-V-MCMXV  IV-XI-MCMXVII".


"ARDISCO NON ORDISCO" era il motto di battaglia degli Arditi fiumani lanciato da Gabriele D'Annunzio nel corso di un discorso tenuto all'Augusteo di Roma il 4 maggio 1919 contro le condizioni di pace fissate dal presidente americano Wilson che voleva negare Fiume all'Italia.


La croce della Terza Armata non presenta marchi sul retro dove è visibile la scritta "A RICORDO E RICONOSCENZA". L'appiccicagnolo è coniato con la croce ed è dotato da una olivetta lunga e saldata all'anello che ospita il nastro. La qualità di questo esemplare è eccezionale come appare dalla definizione della placchetta argentata posta all'incrocio dei bracci.
Emessa alla fine della I Guerra Mondiale ed ufficialmente distribuita dal Duca d'Aosta, comandante dell'Armata, era ritenuta una ricompensa semi ufficiale e veniva quasi sempre portata da coloro che l'avevano ricevuta. Si può considerare la più vecchia croce commemorativa italiana, ed una delle poche ufficialmente concesse quale ricompensa. Fu l'unica croce commemorativa della Grande guerra data subito dopo la fibne. Se ne conoscono diversi modelli, marcati e non marcati come questo esemplare che difficlmente potrà essere superato in bellezza e qualità.

 

 29-7-2020