Germania (1919-1945)
DIPINTO A TEMPERA D'EPOCA CHE RAFFIGURA L'AEREO FIAT G55 DI UN PILOTA DELLA SQUADRIGLIA "TRE OSEI"
Prezzo: Euro 350,00 - cod. nr. 25267
Il retro del dipinto
Il Fiat G-55 "Centauro" di Angelo Battistelli

Questo dipinto originale d'epoca che misura 56 x 30 cm, raffigura un aereo Fiat G-55 con la livrea dell'Aeronautica Nazionale Repubblicana e l'emblema di una squadriglia del 2° Gruppo Caccia "Tre osei".
Alla bse del dipinto, l'autore ha scritto in stampatello e in rosso il nome "EVANGELISTI MARIO", probabilmente il pilota dell'aereo che faceva parte della squadriglia.


Il Fiat G-55 "Centauro" era costruito in alluminio, e possedeva un'estesa apertura alare e una elevata velocità che gli consentiva soprattutto ad alta quota ottime prestazioni. Il succedersi di avvenimenti e la discontinuità di produzione dovuta ai bombardamenti, sabotaggi e scioperi delle linee di montaggio fecero in modo che solo una limitata quantità fu in grado di entrare in combattimento, quando ormai la superiorità aerea era così schiacciante da non consentire il cambiamento delle fasi della guerra aerea in favore dell' Italia.


Consegnato ai reparti della Regia Aeronautica nell' Agosto del 43 fu molto apprezzato dai piloti e invidiato dai tedeschi visto che si interessarono ad un futuro acquisto di una certa aliquota dell' elegante caccia.
Nel corso del suo breve servizio operativo svolto prevalentemente sotto le insegne dell' Aviazione della Repubblica Sociale Italiana si dimostrò un valido intercettore d'alta quota.
Nei combattimenti aerei nel nord Italia fu un avversario temibile in grado di fronteggiare velivoli di provenienza alleata come i P-38 Lightning, P-51 Mustang, P-47 Thunderbolt e gli stessi Spitfire, con i quali ingaggeranno una breve e sanguinosa battaglia nei cieli della Pianura Padana.
(Foto e notizie storiche tratte dal sito KItshow.net)

 

 

17-2-2021