Italia (1919-1939)
BELLISSIMO ANELLO ORIGINALE DEL REGNO D'ALBANIA ITALIANO
Prezzo: Euro 240,00 - cod. nr. 24374
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
La pagina della rivista "Militaria" del giugno 1994 dedicata all'Albania con la foto di un anello identico
Bellissimo e raro anello originale con lo stemma dell'Albania italiana cioè quello del Regno Albanese nato il 16 aprile 1939 quando Re Vittorio Emanuele III ne assunse il trono e lo mantenne fino all'8 settembre 1943 quando Zog I fu restaurato formalmente come re, pur non facendo mai più ritorno in Albania, che fu soggetta all'occupazione tedesca del Regno d'Albania.
L'anello, realizzato in metallo bianco e smalti, ha una misura interna di circa 18/19 mm, quindi adatto ad una mano maschile di taglia media.
La definizione dei particolari dello stemma con corona reale e fasci littorio è eccezionale ad indicarne la realizzazione da parte di un produttore italiano
L'Albania venne occupata dall'Italia nella primavera del 1939 e il Console Generale della Milizia, Ettore Muti, fu il primo a giungere sulla costa albanese a Durazzo il 7 aprile 1939. Alcuni reparti rimasti fedeli al Re Zog tentarono di opporsi alle nostre truppe, ma in soli 10 giorni l'intero territorio venne occupato e il territorio annesso all'Italia.
Muti, appena sceso a terra, si diresse su di un mezzo corazzato verso la reggia di Tirana che, fra lo sbalordimento della Guardia Reale albanese (che cedette le armi senza sparare un colpo), occupò issando la bandiera italiana al posto di quella albanese, bandiera che poi donò alla Federazione Fascista di Ravenna. Per questa operazione venne decorato con l'ennesima medaglia d'argento al valore.

Poco dopo la reggia venne presidiata dal 3°Reggimento Granatieri di Formazione che era stato aviotrasportato a Tirana, prima e unica operazione del genere effettuata dal Regio Esercito.
Immediatamente dopo Mussolini inviò in Albanbia un corpo di spedizione composto di 12.000 uomini, 60 cannoni e 200 carri armati che in soli sei giorni prese possesso di tutti centri principali del territorio. Subito dopo l'Albania venne unita al Regno d'Italia.



14-2-2020