Italia (1940-1945)
RARISSIMA BUSTA RACCOMANDATA SPEDITA NEL 1939 AL "FUEHRER UND REICHSKANZLER ADOLF HITLER"
Prezzo: Euro 200,00 - cod. nr. 25107
La parte che si voleva tagliare

Come accadeva anche in Italia, molti cittadini scrivevano al Fuehrer per chiedere aiuti o segnalare cose che non andavano, ma pochissime sono le buste con l'indirizzo di Adolf Hitler, che si sono salvate dalla furia iconoclasta sviluppatasi nei suoi confronti dopo la caduta del Terzo Reich.


Anche questa busta si è salvata per miracolo, pur avendo subito una sforbiciata per metà, che aveva sicuramente lo scopo di tagliar via il nome incriminato.
Fortunatamente l'opera distruttrice non è stata terminata e la busta presenta solo quel taglio netto di forbice sul fronte, praticamente invisibile.


E' stata spedita il 17.1.1939 da Teplitz-Schoenau (una città dei Sudeti, il cui territorio era appena stato annesso alla Germania, pochi mesi prima), affrancata con tre francobolli della serie "Deutsches Reich" annullati in prima emissione, come posta raccomandata e indirizzata al "Fuehrer u. Reichskanzler Adolf Hitler - Berlin - Kanzlei".
Sul retro è presente il nome del mittente e il timbro dell'ufficio postale di Berlin W8 che l'aveva ricevuta il giorno dopo. E' molto probabile che contenesse una lettera di ringraziamento al Fuehrer, per aver finalmente riportato il territorio dei Sudeti entro i confini della madrea patria tedesca, dato anche il cognome decisamente germanico del mittente.

 


21-12-2020