Italia (1940-1945)
BELLISSIMA CARTOLINA SATIRICA "PATTO TRIPARTITO" VIAGGIATA NEL 1942
Prezzo: Euro 120,00 - cod. nr. 24447

Esemplare in perfette condizioni di una delle più curiose cartoline  realizzate per esaltare il "Patto Tripartito" tra Italia, Germania e Giappone.


Il disegno satirico riproduce tre soldati con le uniformi italiana, tedesca e giapponese che, tirando ciascuno la loro bandiera, strangolano Churchill e Roosvelt.
La cartolina è stata spedita il 26 maggio 1942 dalle Officine Elettro-Ferroviarie "Tallero" di Milano ai Grandi Magazzini "Cav. Marzocchi" di Bologna, per confermare il ricevimento di una lettera del 22 maggio. Oltre ad essere una bellissima cartolina satirica del periodo è anche una testimonianza dell'attività di due tra le imprese più importanti del Paese in quegli anni. Da notare come la cartolina porti il timbro e la firma del Consigluere Deelegato Emilio Tallero.


L'Emporio Marzocchi è ancora attivo a Bologna nello stesso palazzo dove il Cav. Giuseppe Marzocchi dette vita alla sua tività commerciale di articoli casalinghi alla fine dell'ottocento. Ecco come veniva descritto nella "Guida illustrata di Bologna" del 1892: "L'immenso Emporio di specialità del Cav. Giuseppe Marzocchi ha dodici vetrine, parte su via Farini, parte su via Castiglione, che presentano, dietro gli ampi cristalli, tale una varietà di oggetti utili, eleganti, artistici, che in un volume non si riuscirebbe a descrivere...La Casa Marzocchi più che sul lavoro della piazza, conta su una vasta clientela sparsa per tutt'Italia ed all'Estero. Gli attuali magazzini misurano 1600 m.q. di area e s'estendono anche ai piani superiori, cui s'accede a mezzo d'una sontuosa scala emblematica".


Le Officine Elettro-Ferroviarie Tallero erano una fabbrica italiana di materiale meccanico, elettrico e rotabile per ferrovie e tranvie con sede a Milano. La sede era in via Giambellino 115 su un'area di 140 000 m² collegata allo scalo ferroviario di Milano Porta Genova e alla rete tranviaria.
Le officine nel corso degli anni avviarono la produzione di numerose tipologie di rotabili tranviari e ferroviari, di autobus e di filobus. Furono realizzate anche opere di carpenteria metallica e perfino aeroplani. La Tallero produsse anche attrezzature per lo Sport, su tutti: tennis (la racchetta "Super Torneo", sci e sport acquatici. Nel 1933, in omaggio al transatlantico REX, che guadagnò il Nastro Azzurro, commercializzò un particolare modello di racchetta da tennis denominata appunto Nastro Azzurro, riportando la decalcomania del mitico vessillo. E' quasi certo che i contatti tra l'Emporio Marzocchi e le Officine Tallero si riferisse a questa loro particolare produzione. Gli impianti vennero danneggiati dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale. Nel dopoguerra, dopo le riparazioni, riprese la produzione con crescita fino all'inizio degli anni cinquanta. Entrata in crisi economica, venne posta in liquidazione il 24 febbraio 1954. (Notizie storiche tratte dal sito "Storia e Memoria di Bologna" e da Wikipedia)

 
 
 
   

 6-4-2020