Italia (1919-1939)
RARA CROCE COMMEMORATIVA DEL XXXII BATTAGLIONE ZAPPATORI ARTIERI IN AFRICA ORIENTALE ITALIANA
Prezzo: Euro 600,00 400 - cod. nr. 23654
 
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Questa è sicuramente una delle più rare medaglie commemorative realizzate per le nostre unità dislocate in Africa Orientale Italiana.
La croce è stata infatti realizzata dalla ditta Johnson di Milano nel marzo del 1937 per gli appartenenti al "XXXII Battaglione Zappatori Artieri AO".


La croce è stata realizzata in bronzo con smalto rosso-amaranto e scritte in rilievo dorato. Sul dritto, al centro, il fregio del Genio Militare con sotto, su tre righe, "AO/1935/46-37" e, nel braccio supeiore, su tre righe "XXXII/BTG:/Z.A.".
Al rovescio sui due bracci verticali i nomi di tutte le battaglie alle quali il XXXII Battaglione del Genio Zappatori ha partecipato: "NAI ENDA / BARIA / MAI CIO / MAI SCIANA' /AGUSSE' / ADUA / AXUM / SELACLACA / ENDA SELASSIE / GHIRGHIZIA / EDDAGA SCIAHA / MAI ZEBRI / INZO' / GLIMA' / ZERIMA".
La croce è completa del suo nastro rosso/amaranto originale d'epoca in condizioni perfette. Presenta solo una piccolissima scheggiatura dello smalto ai lati delle lettere "Z.A." sul dritto.


La figura dello Zappatore è ben tratteggiata nell'edizione 1940 nel "Manuale per il Graduato di Fanteria e le sue Specialità" edito dal Ministero della Guerra che spiega come sono specificate le istruzioni sui lavori da zappatore che comprendono un lungo elenco di mansioni generiche, nonchè altre specifiche sul campo di battaglia, tra le quali: Lavori per ostacolare i movimenti del nemico quali ostruzioni, danneggiamenti a cose...Scavi di buche e trincee per i tiratori...Mascheramente, protezioni, reticolati...
Dopo la seconda guerra mondiale non si parla più degli Zappatori, una figura ormai desueta nell'Esercito Moderno.
 

 

 
   

 22-9-2008