Germania (1919-1945)
I valori stimati, laddove pubblicati, sono quelli risultanti da un'indagine conoscitiva svolta sui prezzi medi spuntati nelle transazioni effettuate sui mercati internazionali negli ultimi sei mesi da oggetti analoghi e non hanno alcun valore commerciale.
Maggiori informazioni sulla reperibilità e disponibilità dei singoli oggetti, nel rispetto delle vigenti leggi in materia, verranno fornite su richiesta.
"SA DOLCH" DAGA DI SERVIZIO ORIGINALE DELLE SA "MODELLO 1933" DEL TIPO TRANSIZIONALE MARCATA "ANTON WINGEN" CON ATTACCO COMPLETO
Valore stimato: Euro 650,00 - cod. nr. 24138
Raro esemplare di “SA Ehrendolch” (Daga da divisa delle SA - Sturmabteilung ) ufficiale, modello 1933 del tipo transizionale, in ottime condizioni di conservazione e (cosa rara) completa del suo attacco originale in tre pezzi.
La daga, introdotta ufficialmente il 15 dicembre 1933 dopo che Hitler ne aveva commissionato il progetto al Prof. Paul Woenne della Fachschule ( Scuola Tecnica ) di Solingen, è anche conosciuta come “Holbein Dolch” data la sua somiglianza con una daga svizzera del sedicesimo secolo riprodotta nel dipinto del pittore Hans Holbein jr realizzato nel 1533 e conosciuto con il nome "Gli Ambasciatori".

La daga è marcata sulla lama "RZM M7/51 1939" ad indicare il prestigioso fabbricante "Anton Wingen Jr. " di Solingen. Sotto al codice assegnato dall'RZM (Reichszeugmeistere), l'Ente che autorizzava la roduzione dei riconoscimenti, dei segni distintivi e del materiale destinato al partito, vi è anche il simbolo del fabbricante costituito da un antico guerriero con l'armatura.
Questo elemento, unito alle caratteristiche costruttive di questa daga, la attribuiscono al tipo "transizionale" anche se la data del 1939 la classificherebbe come "terzo tipo". E' molto probabile che il fabbricante abbia utilizzato componenti del primo periodo pur dovendo marcarla secondo le disposizioni dell'RZM.
Nel settembre 1940, a causa delle peggiorate condizioni economiche del paese in guerra, la produzione ufficiale di daghe da parata delle SA e delle SS di fatto cesso' anche se alcuni altri esemplari furono realizzati fino al 1942.


Le due guardie che contengono
l'impugnatura in legno  sono realizzate in solido nickel argentato (come tutte quelle delle daghe del primo periodo costruite dal 1933 al 1935 e alcune del secondo costruite nel 1936) con superficie liscia e perfette scanalature.


L'impugnatura, in legno di noce naturale, è in condizioni perfette. Il "bottone" in ottone con le rune delle SA, collocato in alto, ha mantenuto tutta la lucentezza originale. L'aquila nazista, collocata al centro dell'impugnatura, e' realizzata in nickel argentato ( come di regola nelle daghe del primo periodo ) e presenta una fattura con dettagli perfetti.


Il fodero, in lamiera di ferro verniciata e rifinita in color marrone scuro, ha mantenuto il colore originale al 100%.  L'imboccatura e il puntale del fodero sono realizzati in nickel cromato  sui quali sono presenti alcune piccole "bolle" usuali nelle daghe del terzo tipo a causa della cromatura.  Evidentemente il fodero, che veniva ordinato ad un fornitore terzo è quello dell'ultimo periodo. Il puntale presenta alcune "bozze" come spesso accade nella maggior parte degli esemplari. 
A tutto ciò si aggiunga la presenza dell'attacco in cuoio, completo di moschettone, cinturino di bloccaggio dell'impugnatura e passante per l'applicazione al cinturone della divisa, che da solo ne aumenta considerevolmente il valore collezionistico


La lama in acciao inossidabile riporta sul dritto l’incisione “Alles fur Deutschland” (Tutti per la Germania).   Le lettere dell'iscrizione sono ben dettagliate e profondamente incise, anche se hanno perso la colorazione scura iniziale derivante dall'acido usato nel procedimento di incisione all'acquaforte. E' ancora in ottime condizioni, lucidata e incisa profondamente. Presenta  alcuni punti di ossidazione che però possono essere agevolmente puliti. Come in tutti gli esemplari del primo tipo la "spina" centrale, che corre al centro della lama per tutta la sua lunghezza, e' assai poco pronunciata. Misura 22 cm mentre la lunghezza complessiva della daga nel fodero è di 37 cm. L'ingresso della lama nel fodero avviene in maniera perfetta senza alcuna difficoltà.