Germania (1919-1945)
LUFTWAFFE "FRONTFLUGSPANGE FUR AUFKLAERER IN SILBER" (BARRETTA PER EQUIPAGGI DEI RICOGNITORII IN ARGENTO) ORIGINALE CON RARO ATTESTATO DELLA STAFFEL "KROATIEN"
Prezzo: Euro 600,00 - cod. nr. 24849
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Il Generalmajor Walter Hagen, firmatario dell'attestato
Eccezionale lotto costitutito da una "Frontflugspange fur Aufklaere in Silber" (Barretta per equipaggi dei ricognitori in argento), originale e in condizioni perfette, e l'attestato di conferimento firmato di suo pugno dal Generalmajor Walter HagenDer Fliegerfuehrer Kroatien (Comandante della Luftwaffe in Croazia) e decorato con la Ritterkreuz e le Foglie di Quercia.
La decorazione era stata attribuita all'Unteroffizier Gerhard Riemenschneider che apparteneva alla Nahaufklaerer Staffel Kroatien.

Walter Hagen era nato a Kiel (Germania settentrionale) il 16 marzo 1897. Arruolatosi volontario durante la prima guerra mondiale, combattè inizialmente nell'Husaren-Regiment 13. Promosso Wizewachmeister fu nominato comandante di plotone, carica che mantenne fino al 23 novembre 1917, quando andò a frequentare un corso per piloti della Reichsmarine. Combattè fino al 30 maggio 1918 con il 1.Seefliegerabteilung (1°Gruppo di piloti navali) nelle Fiandre. Partecipò in seguito ad alcuni corsi di addestramento dino al 2 dicembre 1918 quando si ritirò dal servizio attivo.
Dopo la guerra Hagen lavorò come pilota collaudatore presso la fabbrica di aerei Junkers fino al 1926 e poi per altri due anni presso la fabbrica Severa. Nel 1935 fu uno dei primi piloti ad unirsi al RLM (Reichsluft Ministerium) con il grado di Hauptmann (capitano).
Divenne subito il responsabile delle prove di volo degli idrovolanti a Travermuende e quindi della sicurezza aerea presso l' RLM a Berlino. Appena costituita la Luftwaffe  fu inviato a frequentare un corso di addestramento per la fanteri a Koenigsberg.
Promosso Major il 1 febbraio 1938, il 15 novembre 1938 divenne comandante del Stukagruppe 186 con il quale partecipò alle campagne di Polonia e Francia. Per i risultati conseguiti nel suo ruolo di comandante, il 22 giugno 1940 fu decorato con la Ritterkreuz e il 1° luglio promosso Oberstleutnant (Tenente Colonnello). Al termine della campagna di Francia assunse il comando del Stuka-Geshwaders 1 (1.Squadrone da bombadamento) di stanza nel Mediterraneo, cordinando gli attacchi a Malta e Tobruk. Con l'attacco alla Russia, lo squadrone venne ristribuito su più fronti e il 17 febbraio 1942, Hagen ricevette la Foglie di Quercia per la sua Ritterkreuz. e poco dopo, la nomina a Oberst (Colonnello) il 1° aprile 1942.

Nel gennaio del 1943 assunse il comando del Fliegerfuehrer 1 in Africa. Il 30 marzo il suo areo fu abbattuto e Hagen fu ricoverato nell'ospedale della Marina di Kiel. Dopo la sua guarigione assunse il comando del Fliegerfuehrer Albanien (Comando della Luftwaffe in Albania)  e il 30 aprile 1943 del Fliegerfuehrer Kroatien. Il comando venne ribattezzato Fliegerfuehrer Norbalkan il 29 agosto 1944 (pochi giorni dopo aver apposto la sua firma su questo documento), dopo che Hagen era stato promosso Generalmajor il il 1°luglio. Rinominato 17.Fliegerdivision il 1 febbraio 1945. ne assunse il comando che mantenne fino alla fine della guerra quando fu fatto prigioniero dagli americani e rinchiuso nel Camp PWE 8 a Garmisch. Fu rilasciato nel 1947. E' morto a Kiel il 24 novembre 1963.
Il Fliegerfuehrer Kroatien fu costituito nell'aprile 1943 presso il Luftwaffenkommando Suedost (Comando generale della Luftwaffe di Sud-Ovest) di Zagabria. Viene alle volte indicato come Luftwaffenstab Kroatien ( Stato maggiore dell'Aviazione croata). Controllava, infatti, diverse unità tedesche e le poche unità croate ancora attive.
La Nahaufklaerer Staffel Kroatien era dislocata a Zagabria fin dal 31 agosto 1943 e utilizzava aerei Henschel 126 B-1 e Dornier 17P-2. Corrispondente al Dornier 17M da bombaramento, la versione P fu realizzata per compiti di ricognizione. Ogni velivolo poteva essere equipaggiato con una coppia di apparecchiature fotografiche  e per i voli notturni era previsto l'impiego di "bengala", trasportati in rastrelliere subalari.  L'Henschel Hs 126 era un aereo da ricognizione e osservazione aerea monomotore, biposto e monoplano. Fu utilizzato dalla Luftwaffe per tutta la seconda guerra mondiale.

Nel febbraio del 1944 la Nahaufklaerer Staffel Kroatien fu trasferita a Lucko e dotata di Dornier 217 (il Dornier Do 217 era un bombardiere bimotore multiruolo ad ala alta ed impiegato principalmente nelle sue versioni come bombardiere notturno, caccia notturno ed aereo d'attacco anti nave). In aprile fu trasferita a Banja Luka e Bihac con i Dornier 17 e nel settembre ritornò ad operare da Zagabria.
La "Frontflugspange fur Kampfflieger in Silber"
( Barretta per equipaggi dei bombardieri in argento ) è marcata con l'inconfondibile trifoglio del fabbricante Brueder & Schneider, Wien ( BSW ) del quale presenta tutte le caratteristiche costruttive.
La barretta in zinco argentato misura 77 mm di lunghezza e 26mm di altezza. Lo spillo posteriore misura 67 mm e il peso e' di circa 16 grammi.
Il distintivo ha la forma di una ghirlanda rotonda di foglie di alloro con una svastica alla base. Da ogni lato si dipartono sette gruppi di foglie, con due bacche a fianco della giuntura della foglia centrale. Le punte delle foglie si incontrano alla sommita' insieme a 2,3 o 4 bacche a seconda del metodo di fabbricazione ( BSW utilizzavano appunto solo due bacche ). Ai lati della ghirlanda ci sono due ramoscelli di foglie di quercia formati da due file di tre foglie, una fila di due e infine un'unica foglia in cima. Nel punto in cui i gambi delle foglie si uniscono alla ghirlanda ci sono due spazi vuoti tra un gambo e l'altro. Questi fori possono prendere diverse forme e in alcuni casi essere del tutto assenti. Tutta questa parte del distintivo conserva ancora gran parte dell'argentatura originale.
Il motivo centrale, che serviva a distinguere la specialita', e' in questo caso costituito da una bomba con due ali. E' realizzato in metallo bianco annerito e applicato sopra la base della barra con un rivetto centrale. Il fermaglio e' liscio, largo e panciuto. Il gancio e' del tipo piatto a "C" saldato su una base circolare inserita nella base del distintivo.
Il distintivo fu introdotto il 30 gennaio 1941, progettato dal Prof. von Weech di Berlino, in tre gradi e il colore della spilla indicava il grado o categoria.
Cosi' la categoria in bronzo veniva conferita per 20 missioni, quella in argento per 60 e quella in oro per 110 operazioni. Le missioni erano considerate "operative" solo se il nemico era stato ingaggiato o lo spazio aereo nemico era stato violato oltre una certa distanza. Se la missione durava un certo numero di ore allora poteva valere piu' di un unico volo. 
 
 
   
 

7-10-2020