Italia (1914-1918)
RARO FREGIO PER IL CASCO DEGLI "AEROSTATIERI" DEL GENIO MILITARE
Prezzo: Euro 200,00 - cod. nr. 25148

Bellissimo fregio in lamierino stampato e bronzato, per il casco degli "aerostatieri" del Genio Militare, utilizzato fino al 1915.
Il fregio misura circa 70 mm per lato. E' in ottime condizioni seppur mancante dei due rebbi inferiori per il fissaggio sul casco.


Gli aerostatieri sono nati e si sono sviluppati, contrariamente a quanto si suppone, non nell'arma dell'Aeronautica Militare, ma in quella del Genio.
Il 1° novembre 1887 venne costituita presso il 3° reggimento Genio, una compagnia "specialisti" per disimpegnare i servizi aerostatico e fotoelettrico.
Il 6 novembre 1894, venne costituita a Roma una seconda compagnia di specialisti che prese il nome di "Brigata Specialisti". Il 1° settembre 1909 la Brigata Specialisti venne resa autonoma e costituita con due compagnie specialisti, una sezione radiotelegrafica, una sezione fotografica e una compagnia treno.


La legge del 17 lugiio 1910 ne mutò il nome da Brigata in Battaglione Specialisti con l'aggiunta di tre compagnie di nuova formazione.
il 28 ottobre 2010 venne costituita una sezione "Aviazione". Il R.D. del 10 marzo 1911 stabilì che il battaglione fosse composto di un ufficio comando e di quattro reparti: truppe e servizi, aviazione militare, dirigibili militari e stabilimento di costruzioni aeronautiche.
Con il R.D. 11 del 7 gennaio 1915 il Battaglione Specialisti venne soppresso. I suoi elementi passarono al Corpo Aeronautico, nel quale la specialità "aerostatieri" venne separata da quella dei dirigibilisti e aviatori e costituita in Battaglione Aerostatieri per l'impiego di aerostati liberi e frenati.
(Notizie storiche tratte dall'articolo di Renato Artesi, pubblicato sul numero 85 della rivista Uniformi & Armi)
 

 
   

12-1-2021