Germania (1919-1945)
FOTO CARTOLINA AUTOGRAFATA A MATITA DELL'OBERFELDWEBEL JOSEPH PORTSTEFFEN, DECORATO CON LA RITTERKREUZ NEL 1940
Prezzo: Euro 130,00 - cod. nr. 22052
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.
Portsteffen, accompagnato dal comandante del battaglione, Hauptmann Hans Mikosh, davanti al Fuehrer nel suo Quartier Generale, prima di ricevere la Ritterkreuz
Bellissima foto-cartolina autografata personalmente dall'Oberfeldwebel Joseph Portsteffen, ritratto con al collo la Ritterkreuz (Croce di Cavaliere) da lui ricevuta il 21 maggio 1940 dalle mani dell'SA Gruppenführer Wilhelm Brückne, l'aiutante di Hitler, nel primo Quartier Generale del Fuehrer, il "Felsennest" (Nido di Roccia) situato ai bordi di un villaggio nell'Eifel.
La foto-cartolina fa parte della serie "Ritterkreuztraeger" realizzata dal famoso Prof. Heinrich Hoffmann, fotografo personale di Hitler e porta il numero R 19 sul retro. 
La cartolina originale d'epoca non è viaggiata e la firma di Portsteffen è stata apposta a matita, il che fa supporre che sia stata fatto durante il periodo bellico anche se non se ne può avere la certezza, essendo Portsteffen sopravvissuto al conflitto.

Nato a Paderborn, nella Renania-Westfalia, il 4 ottobre 1913, Oberfeldwebel Joseph Portsteffensi si arruolò nel Pionier-Bataillon 51 della 4.Infanterie-Division di stanza a Rosslau prima della guerra.
Si meritò la Ritterkreuz durante l'attacco tedesco al Belgio e la Battaglia del Forte Eben Emael. Una forza d'assalto di Fallschirmjäger (paracadutisti) venne incaricata di assaltare e conquistare il forte di Eben-Emael, una fortezza belga, la cui posizione strategica e le forti postazioni di artiglieria dominavano diversi ponti importanti nel Canale Alberto, che le forze tedesche avevano intenzione di usare per avanzare in Belgio.

La battaglia fu una vittoria decisiva per le forze tedesche, con le truppe aviotrasportate atterrate in cima alla fortezza attraverso l'uso di alianti e l'uso di esplosivi e lanciafiamme per disattivare le difese esterne della fortezza. Il resto dei paracadutisti, atterrati all'esterno, presero i tre ponti e li tennero fino all'arrivo delle forze terrestri alla cui testa si trovava la compagnia dell'Oberfeldwebel Portsteffen. Questi, insieme ai paracadutisti liberati dai compiti di difesa dei ponti, attaccarono la fortezza dall'esterno e ne catturarono i difensori belgi con l'aiuto di quelli rimasti all'interno. Sopravvissuto alla guerra con il grado di Leutnant, Joseph Portsteffen è morto il 21 giugno 1974 a Lippstadt in Westfalia.
Joseph Portsteffen viene decorato con la Ritterkreuz dall''SA-Gruppenführer Wilhelm Brückne, l'aiutante di Hitler,
 
   
 

 22-4-2017