Germania (1919-1945)
"KRIMSCHILD" (SCUDETTO DELLA BATTAGLIA DI CRIMEA) ORIGINALE CON ATTESTATO FIRMATO DAL GENERALFELDMARSCHALL VON MANSTEIN NEL 1942
Prezzo: Euro 320,00 - cod. nr. 13959
In order to translate from Italian, please, choose your preferred language from the Google Translator Menu at the bottom.

Il Generalfeldmarschall Erich von Manstein
Questo splendido esemplare del "Krimschild" (Scudetto della Battaglia di Crimea) è completo del suo supporto di stoffa per l'applicazione alla giubba o al cappotto dell'Heer (Esercito).
Sul retro è ancora presente il foglio di carta grigia di protezione che lascia chiaramente intravedere la presenza dei quattro rebbi regolamentari.

Il bellissimo scudetto è accompagnato dal "Besitzzeugnis" (Certificato) originale di assegnazione 
all'Obergefreiten Erwin Schwarz appartenente alla 13.(J.G.)/J.R. 121 in forza alla 50.Infanterie Division, redatto presso il Comando dell'11. Armee il 1 settembre 1942. Il documento porta la firma a tampone del famosissimo Generalfeldmarschall Erich von Manstein e il timbro originale del suo Oberkommando.
L'Obergefreiten Erwin Schwarz   era già stato decorato con Croce di Ferro di 2.Classe il 17 marzo 1942 durante la riconquista della penisola di Kerch in Crimea.
Questa decorazione fu introdotta il 25 luglio 1942 con un telegramma del Fuhrer indirizzato al generale von Manstein per complimentarsi dei successi ottenuti nelle battaglie di Crimea con la distruzione di Kertsch e il superamento delle difese di Sebastopoli.
Il riconoscimento era destinato alle truppe impegnate in operazioni in quella zona durante il periodo 21 settembre 1941 - 4 luglio 1942. Si stima che ne siano stati conferiti circa 100.000.

All'inizio del giugno 1942, dopo la riconquista della penisola di Kerch e l'accerchiamento delle quattro armate sovietiche del Fronte Sud che determino' entro il 28 maggio la cattura di 240.000 uomini e la distruzione di 1200 carri armati e 2600 cannoni, il Generaloberst von Manstein dette inizio, il 7 giugno, all'attacco contro la fortezza di Sebastopoli. Con il supporto dell'artiglieria pesante inizialmente costruita per i forti della Linea Maginot ( in particolare gli obici da 420 e da 600 Karla e Gamma, e il cannone Dora da 800 millimetri ) che inizio' a martellare Sebastopoli dal 2 giugno, il 7 prese il via l'attacco contro il settore nord della fortezza, subito seguito da un altro attacco nel settore meridionale e poi nel settore centrale.
Entro il 27 giugno l'intero settore settentrionale, fino alla baia di Severnaja che guardava a nord, era conquistato ed entro il 1 luglio i tedeschi erano ormai ai margini della citta', sfondata anche l'ultima linea di difesa. La resistenza di Sebastopoli fini' il 4 luglio, dopo che i difensori avevano ormai esaurito le munizioni e tutte le riserva di cibo e acqua e dopo che l'evacuazione di parte della guarnigione era stata avviata gia' il 30 giugno. Con Sebastopoli cadde l'ultima grande fortezza sovietica sul mar Nero e costo' ai sovietici oltre 90.000 uomini. Per questa operazione von Manstein ricevette da Hitler la promozione a Generalfelmarschall il 1 luglio 1942

L'Infanterie Regiment 121 nasce come Grenz-Infanterie-Regiment 121 (Reggimento di Frontiera) il 10 novembre 1938 nel Weherkreis III (3° Distretto). Durante la mobilitazione per la seconda guerra mondiale alla fine dell'estate del 1939, il reggimento fu rinforzato e diviso in 18 compagnie. Nella primavera del 1940, il reggimento fu schierato nella campagna occidentale. All'inizio del 1941, il reggimento fu trasferito in Romania con la 50.Infanterie Division. Nella primavera del 1941, il reggimento fu utilizzato nella campagna balcanica. All'inizio dell'estate del 1941 fu quindi utilizzato nella campagna orientale nella parte meridionale del fronte.
La 50. Infanterie Division fu costituita il 26 agosto 1939 a Kustrin. Ha partecipato all'invasione della Polonia per essere poi trasferita sul fronte occidentale nel giugno del 1940. Spostata nuovamente in Polonia nel settembre 1940 venne assegnata all' XI.Armee dell'Heeresgruppe Sud nel giugno del 1941 sotto il comando del Generaloberst Karl Adolf Hollidt combattendo aspramente in Crimea e sul Caucaso fino alla fine del 1942.
I comandanti della divisione furono in questo periodo il Generalleutnant August Schmidt (dal 31 gennaio 1942 ) e il Generalleutnant Friedrich Schmidt (dal 1 marzo 1942). Rimase impiegata come parte dellla 17.Armee del Heeresgruppe A nella zona di Kuban, Krim e Sevastopoli fino all'aprile del 1944 quando, sotto il comando del Generalleutnant Paul Betz venne decimata a Sevastopoli e ricostituita in Romania nel maggio. Il 5 giugno 1944, al comando del Generalmajor Georg Haus fu trasferita nella Prussia Orientale per l'ultima difesa contro i sovietici dove il 18 aprile 1945 Haus cadde in combattimento e la divisione fu annientata.

 
 
   
 

11-12-2019