Germania (1919-1945)
"KRIEGSABZEICHEN FUR MINENSUCH" (DISTINTIVO DI GUERRA PER DRAGAMINE) IN TOMBAK CON ATTESTATO DEL 1940 FIRMATO DA UN UFFICIALE DELL'EMDEN E FOTO DEL MATRIMONIO
Prezzo: Euro 360,00 - cod. nr. 20698

Un sottufficiale insignito del "Kriegsabzeichen fur Minensuch"

Bellissimo lotto appartenuto ad un marinaio imbarcato su un dragamine della 4.Sicherungs-Division e decorato con il "Kriegsabzeichen fur Minensuch-U-boots-Jagd und Sicherverbande" (Distintivo di Guerra per Dragamine, Cacciasommergibili e Aiuto Scorta), il 15 ottobre 1942. Del lotto, oltre al distintivo e all'attestato di conferimento, fa anche parte la foto d'epoca del suo matrimonio incorniciata.
L'attestato di conferimento rilasciato al Matrosen di 2° Classe Willi Wuerms il 15.10.1942 è firmato dal Kapitan zur See Anselm Lautenschlager, comandante della 4.Sicherungs-Division. L'attestato è stato ritrovato strappato in più pezzi dal collezionista che lo possedeva e che lo ha sapientemente ricostruito incollandolo su un foglio bianco visibile sul retro.
Il distintivo è stato realizzato in "Tombak" (una lega non ferrosa a base di zinco simile all'ottone) e successivamente bagnato nell'oro. Il distintivo ha mantenuto inalterata la gran parte dell'argentatura e tutta la doratura originale della ghirlanda.
Non è marcato sul retro ma è stato realizzato dal fabbricante C.E. Juncker di Berlino, una delle ditte piu' famose dell'epoca ed oggi delle piu' ricercate dai collezionisti per la raffinatezza della sua produzione.
Juncker ha prodotto pochissimi distintivi per la Kriegsmarine, generalmente senza apporvi il proprio marchio come in questo caso.

Il distintivo, in ottime condizioni di conservazione, e' garantito originale al 100% come si puo' vedere dalla finezza dei particolari costruttivi e come è stato confermato dagli esperti del famoso forum americano Wehrmacht-Awards Forum.
Misura 44 mm di larghezza, 55 mm di lunghezza e pesa 21,5 grammi.
Questo distintivo consiste in una ghirlanda di foglie d'alloro all'interno della quale un getto d'acqua in argento, zampilla dalle onde del mare in argento chimicamente brunito.
Il Grandammiraglio Raeder incaricò Otto Placzek di creare un distintivo speciale per i dragamine, che fu istituito il 31 agosto 1940.
Era destinato agli ufficiali ed ai marinai della Marina tedesca, nonche' ai civili della marina mercantile impiegati al suo servizio.
La decorazione doveva essere applicata sulla parte sinistra della giacca d'ordinanza, sotto la Croce di Ferro di Prima Classe o una decorazione di grado equivalente.
 

Il Kapitan zur See Ansel Lautenschlager era nato il 10 marzo 1888 a Ergoldsbach in Baviera. Durante la prima guerra mondiale aveva il grado di Kapitanleutnant  ed era imbarcato sull'incrociatore SMS Emden. Assegnato allo Ostasiengeschwader ("Squadra dell'Asia orientale", la forza navale incaricata di proteggere i possedimenti coloniali tedeschi nell'area dell'oceano Pacifico), allo scoppio della guerra l'incrociatore, agli ordini del capitano di fregata Karl von Müller, si separò dalla formazione per intraprendere una crociera corsara ai danni del traffico mercantile nemico nella zona dell'oceano Indiano. Operando in maniera indipendente, lo Emden percorse circa 30.000 miglia nautiche (56.000 chilometri) catturando e affondando 17 mercantili per un totale di 70.825 tonnellate di stazza lorda; l'incrociatore non esitò a compiere anche incursioni contro porti nemici, bombardando i depositi di carburante di Madras e attaccando il porto di Penang, dove furono affondati un incrociatore russo e un cacciatorpediniere francese. Nel corso dei suoi attacchi Müller si attenne scrupolosamente alle norme del diritto internazionale in materia di guerra navale: le navi civili furono fermate ed evacuate dall'equipaggio prima di essere affondate, e gli equipaggi catturati trattati con rispetto e inviati a terra alla prima occasione utile, una correttezza riconosciuta anche dagli stessi prigionieri.
Il 9 novembre 1914, durante un'incursione alle isole Cocos, lo Emden fu affrontato dall'incrociatore australiano HMAS Sydney: meglio armata, l'unità australiana fu ben presto capace di mettere fuori combattimento la nave tedesca, finita poi arenata sulla spiaggia dell'isola di North Keeling. Lo scontro delle isole Cocos era costato al Sydney tre morti e 13 feriti tra l'equipaggio; molto più pesanti furono le perdite tra i tedeschi, che ebbero 131 tra ufficiali e marinai uccisi e 65 feriti. I feriti furono portati in Australia, mentre il resto dell'equipaggio, tra cui il capitano Müller, fu destinato a un campo di prigionia nell'isola di Malta; quasi tutti rientrarono in Germania solo nel 1920.
Tra questi anche Anselm Lautenschlager che, rimasto nei ranghi della Marina, il 26 settembre 1939 fu nominato comandante della 18.Minensuchflotille con il grado di Korvettenkapitan der Reserve. Nel settembre del 1940, fu posto al comando del 2. Fuehrer der Minensuchboote Westfrankreich che mantenne fino al febbraio 1941 quando, promosso Fregattenkapitan, assunse il comando della 4.Sicherungs-Division. Il 12.2.1942 fu decorato con la Deutsches Kreuz in Gold. Venne promosso Kapitan zur See il 1.10.1042, pochi giorni prima di firmare questo attestato con il nuovo grado e mantenne il suo incarico fino all'aprile 1944 quando venne nominato Inspekteur Minenräumdienst Donau. L'ispettorato ebbe inizialmente sed a Belgrado, poi venne trasferito a Passau il 27.12.1944 ed infine a Vienna il 14.1.1945, dove Lautenschlager venne arrestato e poi rilasciato il 20 luglio 1945. E'morto il 18 marzo 1958.
La 4.Sicherungs-Division venne formata con lo staff del 2. Führer der Minensuchboote Westfrankreich e doveva controllare la sicurezza dei porti della costa occidentale della Francia. Ad essa erano subordinate le seguenti flottiglie: 8, 10, 26, 28, 42 e 44. Minensuchflottille, la 2. Sperrbrecherflottille e la 4 e 6. Vorpostenflottille. Venne sciolta nel settembre del 1944.

 
   

5-7--2020