Italia dopo il 1945
BELLISSIMO LOTTO DI MOSTRINE DA UFFICIALE DEL 151° REGGIMENTO "SASSARI" E DISTINTIVO DI APPARTENENZA
Prezzo: Euro 150,00   100 (distintivo + mostrine ) - cod. nr. 24458
Lotto composta dalle mostrine originali del 151° Reggimento "Sassari" che con il gemello 152° costituì la Brigata Sassari, composta e comandata inizialmente esclusivamente da sardi, e dal distintivo d'appartenenza della Brigata.
L'unità di fece presto conoscere sui campi di battaglia della Grande Guerra tanto che i suoi soldati piccoli, aggresisivi e particolarmente capaci nel combattimento ravvicinato, furono chiamati "diavoli" dagli austro-ungarici. Da allora i sardi si chiameranno "Dimonios", Il reggimento chiuse la Grande Guerra meritando l'Ordine Militare e due medaglie d'oro al valor militare.

Con l'ordinamento 1926 prende il nome di 151. Reggimento Fanteria "Sassari" ed è assegnato alla XII Brigata di Fanteria.
Nel 1935 mobilita un battaglione mitraglieri oer la Campagna d'Africa Orientale, quindi nel 1939 entra, con il 152° fanteria ed il 34° artiglieria, nella Divisione di fanteria "Sassari" che viene impoegnata dal 1941 al 1942 in Iugoslavia. Rientra in Italia nel marzo del 1943 a Roma dove, dopo i combattimenti per la difesa di Roma a fianco dei Granatieri di sardegna, il reggimento viene sciolto il 10 settembre 1943.

Ricostituito Il 1° aprile 1962 il regimento viene ricostituito a Trieste, inquadrato nel Comando Truppe Trieste, e rimane in vita fino al 30 settembre 1975.
Queste mostrine da ufficiale (le stellette sono zigrinate) furono utilizzate proprio in questo periodo. Completa il lotto il bellissimo distintivo di appartenenza dei reggimenti di fanteria della Brigata Sassari.
Il distintivo, in metallo argentato e ossidato, riproduce uno scudo crociato con quattro mori bendati, sormontato da una corona turrita e sostenuto da due leoni rampanti. Reca in basso un cartiglio con il motto: "SA VIDA PRO SA PATRIA". Sul retro è presente un robusto spillo verticale.
 
 

17-4-2020